Utente 204XXX
Cari dottori,
vi scrivo per sottoporvi il mio caso visto lo stato di ansia in cui sono caduto. Il 9 di Ottobre scorso ho avuto un rapporto omosessuale. Il rapporto è stato anale e io sono stato la parte attiva. Durante l'atto si è rotto il serbatoio del preservativo e appena ho sentito la rottura mi sono subito fermato. Ho controllato il preservativo e ho visto che si era creato un piccolo buco proprio nel serbatoio. Tutto il pene comunque era ricoperto dal preservativo. Ovviamente non conosco lo stato sierologico del partner.
Pensate che il rischio di aver contratto hiv o qualche altra malattia sia alto? Devo effettivamente preoccuparmi anche se mi sono subito ritratto non appena ho sentito il preservativo rompersi?
Tra l'altro, da due giorni a questa parte noto che la pelle dello scroto è secca e a tratti si screpola...è correlato a quanto accaduto?
RIngrazio tutti gli specialisti che risponderanno al mio post.

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile utente
Da qui non possiamo dedurre se lei abbia avuto o meno un contatto senza preservativo.
Se così fosse il rischio per Hiv esisterebbe, in caso contrario permarrebbero solo altri rischi per alcune mst non Hiv.
Le consiglio comunque di contattare a breve un Venereologo.
Carissimi saluti
Dr. Luigi Laino DermoVenereologo Tricologo
Già Dirigente Istituto San Gallicano
Tel. 06.45.55.06.61
www.latuapelle.it

[#2] dopo  
Utente 204XXX

Gentile dottore. ..il preservativo è rimasto sul pene e si è creato solo un foro, un buco di qualche millimetro nel serbatoio ma il pene è rimasto tutto coperto. E quando ho sentito la rottura ho subito interrotto la penetrazione. Ho letto altri responsi su questo sito di casi simili in cui si diceva che il rischio di HIV fosse davvero basso, forse trascurabile, ma che comunque il test andava fatto per essere maggiormente sicuri. Stante le cose che le ho detto, è d'accordo su un rischio basso, quasi nullo, visto che la penetrazione è stata subito interrotta o è di altro avviso?
Potrebbe inoltre dirmi a quali altri test mi dovrei sottoporre?
Il medico di base mi ha detto che se dopo qualche giorno dall'episodio raccontato, non ho avuto sintomi di gonorrhea o chlamydia (malattie molto più frequenti), il rischio per cose più gravi dovrebbe essere davvero remoto. Essendo lei specialista nel settore vorrei sapere come comportarmi e su cosa indagare eventualmente.
Grazie mille

[#3] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Il rischio è molto basso e confermo, così come mi pare utile in caso di lesioni, perdite uretrali o dubbi persistenti, la vista venereologica, da accompagnare comunque ad un test HIV di IV generazione ad un mese dall'episodio a rischio.
Cari saluti
Dr. Luigi Laino DermoVenereologo Tricologo
Già Dirigente Istituto San Gallicano
Tel. 06.45.55.06.61
www.latuapelle.it