Utente 380XXX
Buongiorno Dottori.
Avrei una questione da sottoporvi. Più o meno da 10 mesi a questa parte perdo moltissimi capelIi, situazione che mi ha veramente sfoltito di tanto la capigliatura. Solo a toccarli o sfiorarli ne vengono via, sembrano non attaccati al cuoio capelluto. Questa situazione mi crea molta ansia. Recandomi dal dermatologo tricologo si parla di effluvio. Pur seguendo però le sue cure non ho avuto il minimo risultato. I miei capelli continuano a cadere, cadere e ancora cadere. Li perdo su tutta la testa, li trovo dappertutto e lavarli è diventata una vera e propria disperazione. Come è possibile che fino all'anno scorso non avevo nessun problema e poi all'improvviso i capelli hanno cominciato a cedere e non hanno mai smesso? Ho eseguito le analisi di vitamine e minerali (tra cui ferro, magnesio, zinco. acido folico, vit b .. e via dicendo), i dosaggi tiroidei, i dosaggi ormonali che sono tutti nella norma. Un valore però risulta alterato: quello degli estrogeni. Potrebbe essere questa la causa o non c'entra nulla? C' è qualche altro esame che secondo voi dovrei fare?
Sicuramente mi recherò anche da un endocrinologo di modo che possa controllare se effettivamente c'è qualcosa che non va, ma mi piacerebbe avere un vostro consiglio al riguardo.
Grazie

[#1] dopo  
Dr. Giampiero Griselli

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
FERRARA (FE)
PORTO TOLLE (RO)
TORINO (TO)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Gent.le pz
un effluvium cronico può riconoscere molte cause.
E certamente anche alterazioni dei livelli estrogenici nel sangue vanno presi in considerazione (specialmente in diminuzione ovviamente).
Ma il consiglio è di continuare la diagnostica e nel contempo di sostenere il ciclo pilare con farmaci, anche locali, ad azione sulle fasi proliferative dei tricociti.
Cordialità
Dott.Giampiero Griselli Dermovenereologo
www.dermoonline.com
Ferrara,Torino,Padova,Brescia,Porto Tolle, S.M.Maddalena (RO)