Utente 400XXX
Salve, circa 5 anni fa, ho rimosso nr. 2 tatuaggi (entrambi scritte gotiche di color nero di dimensioni 2x15cm, uno sul bicipite interno braccio sx, l'altro sul tricipite braccio dx) mediante laser Q-switched. Dopo 12 sedute, il primo è completamente scomparso, l'altro presenta ancora dei puntini di colore dovuti, a detta del dermatologo, da un errore del tatuatore andato "troppo in profondità". Comunque, la cosa che a me preoccupa è un'altra. Durante un servizio in tv, ho appreso che nei colori usati per i tatuaggi sono presenti dei metalli più o meno tossici per il nostro organismo. Il dermatologo che ha rimosso i tatuaggi, mi spiegò all'epoca che il laser scomponeva il pigmento, che poi sarebbe stato eliminato o "racchiuso" da i macrofagi ed eliminato fisiologicamente. Il mio terrore è che parte di questi metalli o pigmenti, non siano stati eliminati dall'organismo, ma che siano rimasti da qualche parte o in circolo, e che in un futuro possano causarmi dei problemi............ anche gravi. I tatuaggi sono entrambi professionali, ma è comunque impossibile conoscere la miscela utilizzata per il "mio nero". Leggevo su internet che i tatuaggi colorati sono i più pericolosi, ma che anche il nero presenta delle miscele di blu, non proprio "tranquille". Vorrei tanto rasserenarmi anche perchè sono un pò ipocondriaco. Il mio dermatologo mi ha sempre detto che in letteratura non esistono casi di malattie gravi legate alla rimozione di tatuaggi, ma è anche vero che questa è una scienza relativamente recente, che non può essere analizzata nel lungo computo. Grazie anticipatamente.

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Confermo esattamente quanto detto dal suo dermatologo. Non abbiamo comunque motivi di allarmi fondati. Cari saluti!

Dr Laino

Dr. Luigi Laino DermoVenereologo Tricologo
Già Dirigente Istituto San Gallicano
Tel. 06.45.55.06.61
www.latuapelle.it

[#2] dopo  
Utente 400XXX

Grazie della risposta Dr Laino, però ora sono più preoccupato di prima. In pratica c'è una buona possibilità che queste rimozioni a lungo andare possano portare a conseguenze gravi. Un po' come l'amianto, utilizzato per decenni ovunque e senza freni.. e poi bandito poiché causa gravissime malattie dopo anni dall'esposizione.

[#3] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Non posso fare nulla contro fobie immotivate oltre a consigliarla di rasserenarsi!

Ancora Saluti

Dr Laino
www.latuapelle.it
Dr. Luigi Laino DermoVenereologo Tricologo
Già Dirigente Istituto San Gallicano
Tel. 06.45.55.06.61
www.latuapelle.it