Utente 430XXX
Buonasera, sono un ragazzo di 18 anni, dopo 5 anni di diverse cure con pasticche creme ecc.., il mio nuovo dermatologo mi ha prescritto aisoskin da 20mg da prendere 2 pasticche nei giorni dispari e 1 nei pari. É passato un mese e la situazione peggiora senza migliorare.
In più ho scoperto che prima di assumere questo tipo di farmaco avrei dovuto fare delle analisi prima,ciò che il mio dermatologo non mi ha detto di fare. Leggendo su internet ho scoperto anche che tale farmaco potrebbe nuocere al fegato e far sorgere una forma di diabete e altri vari effetti collaterali.
Ho paura a continuare la cura oltretutto per ora assunta senza avere miglioramenti.
Vi prego,ho bisogno di una risposta.
Grazie in anticipo!

[#1] dopo  
Dr. Giampiero Griselli

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
FERRARA (FE)
PORTO TOLLE (RO)
TORINO (TO)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Gent.le pz
Inconsueto il dosaggio , ma certamente attivo per la patologia. Il primo mese il peggioramento è normale. Successivamente continuando la terapia al giusto dosaggio (un buon monitoraggio della posologia è l'arrivo degli effetti muco cutanei di secchezza e "spaccamento " labbra) la pelle migliorerà.
Quello che è obbligatorio è effettuare gli esami( epatici , lipidi ematici ,etc) prima di iniziare , e ripeterli ogni 20-30 giorni circa. Oltre al fatto che sul consenso informato dovrebbero essere riportati una serie di accorgimenti riguardanti farmaci coincidenti , attività fisica , abitudini di vita e alimentari,e gli effetti collaterali attesi.
Non si disperi , la terapia fatta con un buon controllo è sicura , ma ovviamente deve fare gli esami (!!!!!)
Sensibilizzi il suo medico.
Cordialità Dott.G.Griselli
Dott.Giampiero Griselli Dermovenereologo
www.dermoonline.com
Ferrara,Torino,Padova,Brescia,Porto Tolle, S.M.Maddalena (RO)

[#2] dopo  
Utente 430XXX

Gentilissimo Dottor. Giampiero Griselli,
Innanzitutto la ringrazio per la pronta risposta, sono passati 27 giorni da quando assumo il farmaco, cambia qualcosa se adesso effettuo gli esami da lei scritti o il farmaco ha già cambiato i valori del mio corpo? É una cosa assurda che un dermatologo prescriva (dice che il farmaco funzioni poiché lo ha già prescritto a 15 persone) una medicina senza dire ai suoi pazienti di effettuare prima degli esami a causa delle problematiche che potrebbe causare tale farmaco. Se adesso lo chiamo e lui sarà convinto della scelta che ha fatto come dovrei comportarmi?
Sono senza parole, mi scusi lo sfogo.
Cordiali saluti.

[#3] dopo  
Dr. Giampiero Griselli

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
FERRARA (FE)
PORTO TOLLE (RO)
TORINO (TO)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Sinceramente , mi scusera',non vorrei entrare sul caso specifico e sull'operato del collega, per motivi deontologici e per correttezza , non essendo io il curante.Resterò sul generale.
Ma , avendo trattato pz con isotretinoina da almeno 26-27 anni, ed essendomene occupato già dagli anni 80, ed avendo casistiche di numeri un pò più grandi :-) , ricordo che isotretinoina è un retinoide non aromatico della prima generazione, derivato da vitamina A acida, altissimamente efficace sulle forme gravi nodulo cistiche acneiche, essendo per loro la prima scelta quando possibile. Ma che richiede un consenso informato (realmente informato ) e degli esami da fare prima , durante e dopoil ciclo terapeutico.
Che può essere anche di 6 mesi , a dosaggi anche di 0,6-0,7 e oltre mg prokg.pro die
Lei deve sapere cosa fare e cosa non fare durante la terapia, e deve essere monitorato per i lipidi , gli esami epatici etc.
Quindi adesso li faccia , naturalmente, perché il farmaco può interferire . E naturalmente deve adeguare la attività sportiva ,le abitudini di vita e alimentari, la assunzione di altri farmaci ,la esposizione solare etc . Ma questo lo saprà senz'altro, anche perché per avere il farmaco dal farmacista avrà dovuto fare un po'di documenti.
Comunque dopo migliaia di pz trattati ,idonei alla anamnesi, ben raramente abbiamo dovuto sospendere la terapia, quindi sTia tranquillo , faccia gli esami serenamente e se andranno bene , con andranno certamente , continui , ricordando i "paletti"che le ho detto, che le consentiranno di effettuare un ciclo terapeutico efficace e senza rischi.
Cordialità
Dott.Giampiero Griselli Dermovenereologo
www.dermoonline.com
Ferrara,Torino,Padova,Brescia,Porto Tolle, S.M.Maddalena (RO)

[#4] dopo  
Utente 430XXX

Grazie ancora della risposta e del tempo che mi sta dedicando.
Ieri sono andato dal medico di famiglia e dopo avergli riferito le informazioni che lei mi ha dato,il dottore mi ha prescritto solamente la ricetta per le analisi del sangue, da fare solamente una volta perché ha detto che non é necessario fare gli esami ogni 30 giorni. Invece per quanto riguarda gli altri esami ha detto che non ce n'è bisogno poiché non sono una donna.
Non so più che fare...
Il medico di famiglia non prende la situazione col giusto peso e il dermatologo insiste a prescrivere aisoskin senza avvertire i suoi pazienti di fare tale analisi.
Per quanto riguarda l'alimentazione gli dissi io al dermatologo cosa avrei dovuto mangiare con questa cura e lui mi disse che potevo benissimo mangiare tutto ma con accortezza.
Per quanto riguarda l'attività fisica e le abitudini di vita non mi é stato detto nulla, io per esempio non faccio attività fisica da un po di tempo per motivi di studio.
Gentilmente mi potrebbe dire che altre tipo di analisi dovrei effettuare nello specifico? (Gli chiesi al mio dottore se gli esami delle urine bisognava farle e lui mi disse certamente di no)
Cordiali saluti e le auguro una buona serata!!

[#5] dopo  
Dr. Giampiero Griselli

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
FERRARA (FE)
PORTO TOLLE (RO)
TORINO (TO)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Gent.le pz
Naturalmente la differenza con le donne è che non esiste un rischio di teratogenicita'e che quindi non deve fare esami per la gravidanza e ovviamente non deve assumere o munirsi di anticoncezionali. Scontato ,direi :-)
Ma naturalmente il resto degli effetti collaterali esiste. In parti colare sul metabolismo lipidico , e in special modo di trigliceridi ,ematici , e certamente un certo rischio di effetti tossici a livello epatico.
Per questo motivo di richiedono di solito i valori che ineriscono questi aspetti. Questo nell'ottica di poter monitorare la situazione è la eventuale evolutivita '. In ogni caso almeno prima di iniziare vi è un razionale forte a mio avviso , a meno di non conoscere già adeguatamente la condizione del paziente.
I cpk ed altro ineriscono una condizione a livello muscolare che si potrebbe verificare con una attività muscolare impegnativa, che va scoraggiata , sempre per quanto mi riguarda, onde non avere ripercussioni spiacevoli a livello muscolo tendineo.
È importante avvertire di non assumere tetracicline o altri fonti di vit A, di non assume alte dosi di alcolici , e di seguire una dieta poco affaticare il fegato , come è ovvio.
Naturalmente di evitare insolazioni , lampade UV, terapie a tipo peeling e simili , topici aggressivi ,per la grande sensibilità cutanea.
Avvertire degli obbligatori effetti muco cutanei (spaccamento labbra, occhi che bruciano , peeling di mani o viso , etc) e indicare creme protettive , e reidratanti.
Di regola tutto questo si riporta nel consenso informato , per praticità.
Ma ovviamente la condotta da seguire è personale , quindi non posso che ricordarle come quanto detto sia generale , e non rivolto al suo caso specifico , in cui non posso entrare, e invitandoli a far capo e confronto con il suo dermatologo per le cure.
Cordialità
Dott.G.Griselli
Dott.Giampiero Griselli Dermovenereologo
www.dermoonline.com
Ferrara,Torino,Padova,Brescia,Porto Tolle, S.M.Maddalena (RO)

[#6] dopo  
Utente 430XXX

Gentile Dottor Giampiero Griselli,
La ringrazio infinitamente per tutte le informazioni che mi ha dato, che mi sarebbero state dovute dare da chi di dovere (dermatologo e dottore di famiglia).
Le chiedo gentilmente se mi può dire cosa ne pensa di tale cura che mi ha prescritto il dermatologo:
-assumere 2 pasticche da 20mg nei giorni dispari e 1 pasticca da 20mg nei pari. (Perdo sangue dal naso spesso)
-Mi ha prescritto il detergente ACNHYDRAL
-infine la crema "eau thermale Avene antirougeurs jour"
Grazie ancora!!
Cordiali saluti.

[#7] dopo  
Dr. Giampiero Griselli

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
FERRARA (FE)
PORTO TOLLE (RO)
TORINO (TO)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Ehm. ..forse non sono stato chiaro quando parlavo di non entrare sul caso personale e relativa terapia ?:-)
Comunque la epistassi è un evento muco cutaneo frequente e legato alla fragilità dei tessuti e loro secchezza, come anche altre possibili , es emorragia emorroidaria etc.
Faccia la cura del suo medico, non abbia timori.
Cordialità
Dott.Giampiero Griselli Dermovenereologo
www.dermoonline.com
Ferrara,Torino,Padova,Brescia,Porto Tolle, S.M.Maddalena (RO)

[#8] dopo  
Utente 430XXX

Scusi l'insistenza, non volevo essere invadente (gliel'ho chiesto perche é sicuramente una persona ingamba e a dire la verità mi trasmette sicurezza più lei che il mio dermatologo).
Le vorrei fare un'ultima domanda, giuro che poi la lascio stare.
Chi assume questo farmaco può donare il sangue?
Cordiali saluti!

[#9] dopo  
Dr. Giampiero Griselli

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
FERRARA (FE)
PORTO TOLLE (RO)
TORINO (TO)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Assolutamente no. Dovrebbe essere anche riportato sul consenso informato.
Cordialità e Auguri
Dott.Giampiero Griselli Dermovenereologo
www.dermoonline.com
Ferrara,Torino,Padova,Brescia,Porto Tolle, S.M.Maddalena (RO)

[#10] dopo  
Utente 430XXX

Scusi se insisto quando sono andato dal medico di familia per farmi prescrivere la ricetta per gli esami del sangue gli ho chiesto se potevo donarlo e lui mi ha risposto di si dopo riaver controllato anche la ricetta.
Possibile(????)
Non sto piu capendo nulla...
Auguri anche a lei!


[#11] dopo  
Dr. Giampiero Griselli

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
FERRARA (FE)
PORTO TOLLE (RO)
TORINO (TO)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
https://it.m.wikipedia.org/wiki/Isotretinoina
Riporto testualmente :

"evitare di donare il sangue per tutta la durata del trattamento farmacologico e per almeno un mese dopo la sua interruzione; questa misura cautelativa deve essere attuata anche da pazienti di sesso maschile, al fine di poter ridurre al minimo il possibile rischio teratogeno per il feto di una gestante richiedente trasfusione;"

Basta controllare....:-)
Direi che non è difficile da comprendere.
Il farmaco è fortemente teratogenico , cioè induce malformazioni gravissime nei feti , quindi non deve essere assunto mai da donne incinte , o comunque fertili che non abbiano adottato strette misure contraccettive, come da consenso.
Donando il sangue , dona anche il farmaco. Quindi la sua sacca sarebbe del tutto off limit per una buona fetta del mondo femminile. E comunque non il massimo neppure negli altri casi, per varie ragioni.
Quindi NON PUÒ Donare il sangue.
Cordialità
Dott.G.Griselli
Dott.Giampiero Griselli Dermovenereologo
www.dermoonline.com
Ferrara,Torino,Padova,Brescia,Porto Tolle, S.M.Maddalena (RO)

[#12] dopo  
Utente 430XXX

Il mio dottore è pazzo allora, comunque che non si puo donare assumendo tale farmaco lo avevo gia letto, ma visto che di internet non se ne puo mai fidare al 100% ho chiesto informazioni a chi di dovere cioè il mio medico.
Se a quest ora non c era lei a rispondermi io incosapevolmente lo sarei andato a donare.
La ringrazio per tutte le risposte professionali che mi ha dato.
Cordiali saluti e un felice anno nuovo!!.