Utente 427XXX

Salve dottori!

È ormai da 1 anno che soffro di balanite o balanropostite (ad oggi espansasi anche al prepuzio, quindi balanopostite) cronica.
Cioè, vi spiego: tutto cominciò con forte secchezza al glande e macchie bianche attorno alla punta.
Inoltre, questa secchezza (quindi mancanza di lubrificazione) mi faceva avere difficoltà a far scendere il prepuzio (mai avute queste difficoltà) come fosse incollato, e infatti dopo la masturbazione avevo il glande tutto rosso e infiammato/irritato, qualche volta perfino bollicine rosse.

Andai da un dermatologo, mi disse che non avevo infezioni, la mia era una balanite non infettiva e quindi non poteva fare niente se non prescrivermi medicinali per mantenere la mucosa idratata, mi prescrisse Balanil.
Pochi giorni fa ho avuto un forte peggioramento, glande secchissimo e completamente bianco, con pezzi bianchi che si staccavano lasciando chiazze, e prepuzio secco e arrossato.
Così il dermatologo telefonicamente mi ha prescritto Monoderma.
Ad oggi riesco a tenere sotto controllo l'idratazione con Balanil e Monoderma, ma il problema rimane, è un incubo!

Si può risolvere questa balanite? C'è un dottore a Roma che è esperto su balaniti con cui sto pensando di prendere un appuntamento (dott. Laino), ma se voi che rispondete potete risolvere il problema fatevi avanti!
Secondo voi ho speranze di risolverlo o dovrò restare per tutta la vita col pene in questo stato? (Tanto per precisare, esteticamente è un disastro).

Aiutatemi per favore...

[#1] dopo  
Dr.ssa Sonia Maria Devillanova

28% attività
4% attualità
16% socialità
SELARGIUS (CA)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2013
Normalmente in tutte le malattie dermatologiche c'è una causa a volte non la si conosce. In questo caso una secchezza eccessiva deve per forza avere un origine. Ha mai sofferto di dermatite atopica? A mai avuto allergie, usa biancheria in cotone, ha una sintomatologia? Continuerei con l'idratazione nel frattempo indagherei verso quel settore.
Cordiali saluti
Dr.ssa Sonia Devillanova

[#2] dopo  
Utente 427XXX

Grazie per la risposta dottoressa!
Il mio vecchio dermatologo mi disse che riguardava le ghiandole sebacee, perciò mi si seccava, però non penso sia un'origine soddisfacente...
Le do qualche informazione così si può fare un'idea su quale possa essere stata l'origine:

- Ho avuto la candida, curata con delle creme.
- Ho avuto l'allergia al sapone Saugella, che non ho più usato.
- Ho usato 3 anni fa l'Isoriac per l'acne (Isotrerinoina), per una durata di 9 mesi. Se ricordo bene 20mg. Acne ad oggi quasi totalmente curata, ma comunque dopo che usai Isoriac non mi portò problemi al glande.
- Uso biancheria intima di cotone ma che in passato non mi ha mai portato problemi.
- Prendo psicofarmaci della categoria SSRI (inibitori selettivi della recaptazione della serotonina).

Queste sono le uniche cose che potenzialmente potrebbero aver innescato qualcosa. Lei cosa dice?

[#3] dopo  
Dr.ssa Sonia Maria Devillanova

28% attività
4% attualità
16% socialità
SELARGIUS (CA)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2013
Vede come sospettavo è un allergico sicuramente gli antimicotici topici sono irritanti, la suggella le ha dato problemi il farmaco per l'acne determina una secchezza delle mucose e anche della cute...tutto questo può aver provocato una secchezza che si è cronicizzita, dovrebbe usare idratanti ed emollienti almeno per un mese per iniziare a vedere qualche risultato.
Cordiali saluti
Dr.ssa Sonia Devillanova