Utente 454XXX
Egregi Dottori,
Vi scrivo per chiarire la situazione nella quale sono incorso. Premetto che da bambino ho sofferte di DERMATITE ATOPICA associata a molte allergie alimentari e respiratorie. Crescendo c'è stata una regressione di entrambe le situazioni, sebbene abbia mantenuto alcune delle allergie di cui soffrivo da bambino. Al momento ho 22 anni e presento un quadro di DISIDROSI a livello delle mani (tra le dite e sul dorso delle mani) e di DERMATITE sulla rima palpebrale (solitamente compare tra gennaio e maggio) e a livello dell'attaccatura del lobulo delle orecchie con il cranio.
Da circa una decina di giorni ho notato sull'asta del pene un'area arrossata, non pruriginosa e del tutto indolente che è andata incontro a riepitelizzazione per poi squamare (perdita di un sottile vele bianco) e tornare ad arrossarsi sia dopo l'atto sessuale (non a rischio) che a seguito di masturbazione. Il dermatologo al momento della visita ha diagnosticato immediatamente una dermatite collegata al quadro di cui sopra e mi ha prescritto mundoson crema per qualche giorno (mi ha suggerito di usarla per tutte le manifestazioni: mani, palpebre e orecchie) e una crema idratante.
I dubbi che mi hanno spinto a richiedere questo consulto nascono dal fatto che non mi era mai capitato di avere una manifestazione nella zona genitale e che questa manifestazione non mi sembra avere le stesse caratteristiche di quelle presenti nelle altre sedi (ad esempio non si forma alcun tipo di crosta e non è presente essudato). Se fosse possibile gradirei conoscere il Vostro parere.
Cordialmente.

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile utente, devi sapere che le localizzazioni genitali di patologie e pensionato cose non hanno la stessa morfologia clinica che mantengono in altre sedi corporee.
Tuttavia mi pare che qui la diagnosi ancora debba essere composto, mentre le ipotesi possibili sono diverse e tutte dissimili. Le consiglio di non applicare delle preferite di rivolgersi al dermatologo venereologo che potrà sicuramente impostarle una diagnosi corretta e quindi una delle più appropriata.
Carissimi saluti
Dr Laino
Dr. Luigi Laino Responsabile Centro Latuapelle - Roma
MST, Tricologia, Laserterapia, Dermochirurgia
www.latuapelle.it

[#2] dopo  
Utente 454XXX

Egregio Dottore,
la diagnosi eseguita a seguito di visita presso uno specialista in dermatologia e venereologia è stata quella di dermatite, senza ulteriori chiarimenti. La mia incertezza e dunque la richiesta di chiarimenti, nasce appunto dalla vastità di condizioni che possono essere ascritte ad un generico quadro di dermatite.