Utente 453XXX
Salve! Scrivo per dei problemi legati ai condilomi.
Sono circa due anni che ci sto combattendo tra bruciature con elettro bisturi, cure omeopatiche e integratori. Da maggio 2017, una volta al mese, faccio dei trattamenti con crioterapia con un dermatologo venereologo qui a Roma, ma oltre alle recidive sempre negli stessi punti in cui vengono effettuate le bruciature (asta del pene) piano piano ne stanno uscendo fuori anche sul glande dove fino ad ora non mi erano mai venuti. Parlandone con questo dottore ammette che le recidive sono effettivamente frequenti, ma mi ripete che non ci sono altre alternative e che devo continuare con i trattamenti. Ora io sto cercando più soluzioni possibili e per farlo ho bisogno di sentire più pareri. E' una situazione che mi stressa parecchio anche se sto cercando di prenderla nella maniera più leggera possibile. Aggiungo che anche la mia compagna ne ha sofferto ma lei li ha bruciati soltanto un paio di volte e ora è quasi un anno che non ne ha più. Abbiamo rapporti protetti dall'inizio alla fine. Ho provato anche con l'astinenza per un mese, ma senza risultati. Io continuo con la crioterapia, ma vorrei sapere se c'è altro che posso fare oppure altre strade da poter prendere. Vi ringrazio anticipatamente

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile utente

personalmente non mi affido alla crioterapia ma alla laserterapia ultrapulsata a CO2, a mio avviso quella più performante e quella che reca la sicurezza di eliminazione fisica nell'ambito della seduta operativa.
Applicando una crema anestetica poi è praticamente indolore.
Cari saluti

Dr Laino
Dr. Luigi Laino DermoVenereologo Tricologo
Già Dirigente Istituto San Gallicano
Tel. 06.45.55.06.61
www.latuapelle.it