Utente 300XXX
Buonasera dottori, avrei una domanda da farvi. Circa quattro anni fa ebbi un episodio di herpes genitale, che mi fu trasmessa dal partner di allora. Dico così, dal momento che nella mia vita é stato l'unico partner sessuale che ho avuto. Da allora non ho avuto più rapporti né tantomeno recidive dell' herpes. Andai un paio di anni fa da un ginecologo per un check up completo (tampone, pap test e test elisa, tutti negativi) il quale mi consigliò di evitare rapporti orali o anali in futuro. Chiesi tra l'altro se avessi dovuto parlare ai miei futuri partner di questa mia malattia, ma lui mi disse che non ce ne fosse bisogno. Il mio problema è :dovrò davvero evitare di avere rapporti orali o anali? E soprattutto, non mi va di essere vivere nella disonestà con un eventuale partner circa la mia situazione. Non bisogna forse essere chiari fin da subito con un potenziale partner?
Vi ringrazio in anticipo

[#1] dopo  
Dr. Giampiero Griselli

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
FERRARA (FE)
PORTO TOLLE (RO)
TORINO (TO)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Gent.le pz
Fermo restando che non riesco a cogliere il razionale del divieto in tema sessuale datole dal ginecologo ,le confermo che é comunque possibile avere rapporti sessuali sicuri anche nella sua condizione.
Sul fatto della informazione direi che ribadiamo su un tema etico ,per il quale il parere medico è meno stringente.
Comunque comunicare che si ha avuto un episodio erpetico singolo alcuni anni prima non credo dovrebbe portare grossi scompigli nel partner minimamente stabile.
Cordialmente Dott.G.Griselli
Dott.Giampiero Griselli Dermovenereologo
www.dermoonline.com
Ferrara,Torino,Padova,Brescia,Porto Tolle, S.M.Maddalena (RO)

[#2] dopo  
Utente 300XXX

La ringrazio dott. Griselli per la celere risposta. Ho solo un dubbio : il profilattico è davvero l'unico modo per evitare di contagiare il partner? Non è possibile contagiarlo mediante anche il semplice contatto genitale, oro - genitale o mani-genitali?

[#3] dopo  
Dr. Giampiero Griselli

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
FERRARA (FE)
PORTO TOLLE (RO)
TORINO (TO)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Come già scritto la contagiosita' si ha nel periodo florido delle vescicole. Al di fuori da esso è alquanto improbabile il contagio.
Se non c'è manifestazione non c'è contagio.
Cordialmente Dott.G.Griselli
Dott.Giampiero Griselli Dermovenereologo
www.dermoonline.com
Ferrara,Torino,Padova,Brescia,Porto Tolle, S.M.Maddalena (RO)

[#4] dopo  
Utente 300XXX

Il problema è che io non riesco ancora a capire come mai io sia stata contagiata dal virus, nonostante il mio partner non avesse all'epoca un'evidente manifestazione erpetica o anche delle semplici bollicine . Certo è che come metodo anticoncezionale non abbiamo sempre usato il profilattico. Mi scuso anticipatamente per le continue domande che Le pongo.

[#5] dopo  
Dr. Giampiero Griselli

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
FERRARA (FE)
PORTO TOLLE (RO)
TORINO (TO)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Non sempre le lesioni sono ben evidenti.
Cordialmente Dott.G.Griselli
Dott.Giampiero Griselli Dermovenereologo
www.dermoonline.com
Ferrara,Torino,Padova,Brescia,Porto Tolle, S.M.Maddalena (RO)