Utente 477XXX
Gentili dottori, da più di un anno ho un problema al prepuzio che inizialmente si presentava come un'infiammazione e arrossamento della pelle e successivamente come una sorta di anello che stringe e rende difficoltosa e leggermente dolorosa la discesa del prepuzio per scoprire il glande.
A una prima visita mi venne prescritta, senza una diagnosi precisa, una mousse a base di ossido di zinco che non aveva sortito effetto.
Dopo qualche mese mi sono affidato a una visita ospedaliera e mi è stato diagnosticata la balanite xerotica obliterante e prescritto ovixan crema per 15 giorni che aveva risolto il problema subito ma solo momentaneamente in quanto dopo pochissimo tempo si è ripresentato.
A una seconda visita di controllo, sempre in ospedale, lo stesso medico mi ha prescritto flixoderm crema per un mese ma già dalle prime applicazioni ha peggiorato quasi la situazione più che migliorarla.
Ho deciso di affidarmi a un altro medico che dopo il racconto dell'insuccesso delle terapie ha deciso di farmi fare un cytobrushing del prepuzio per verificare la presenza del papilloma virus.
Il risultato del test è positivo, HPV type 16 (alto rischio).
Fra qualche giorno devo incontrare il medico il quale mi ha già anticipato che dovrò usare una crema ma ovviamente sono preoccupato per vari motivi.

Innanzitutto se la balanite e l'HPV sono correlati e se si possono risolvere entrambi i problemi.
E poi se ho creato seri problemi alle donne nei casi in cui non ho usato precauzioni anche se non avevo la benchè minima idea di poter soffrire di HPV.
La coscienza mi dice di doverle informare assolutamente ma non avendo ancora visto il medico e non conoscendo la materia non voglio correre il rischio di creare un allarmismo nelle persone che dovrò contattare.
Grazie mille e buon lavoro.

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentiilssimo

inizio con l'affermare che "balanite xerotica obliterans" è un termine in disuso e di certo non dermatologico; questa vecchia dicitura è l'attuale sinonimo di "Lichen sclerosus" il quale NON è una balanite, ma una patologia infiammatoria autoimmunitaria che colpisce solitamente i genitali maschili o femminili, causando la sclerosi cicatriziale dei tessuti colpiti

Un tempo, soprattutto al di fuori dell'ambito specialistico dermovenereologico (che è quello di riferimento per questa malattia) si valutava solo uno dei segni finali (la sclerosi e la secchezza) e si era dato questo nome attualmente desueto.

Tornando a noi, dico che non ci sono legami significativi fra HPV-condilomatosi e Lichen sclerosus e le due cose però possono convivere per svariati motivi (anche terapeutici legati all'immunosoppressione).

Le indico subito la sede dermovenereologica per chiarire questa vicenda e le indico uno dei miei tanti articoli scrittti negli anni di esperienza su questa malattia, presenti in medicitalia

https://www.medicitalia.it/blog/dermatologia-e-venereologia/1984-lichen-scleroatrofico-genitale-foto-diagnosi-nuove-terapie.html

cari saluti
Dr Laino
Dr. Luigi Laino Responsabile Centro Latuapelle - Roma
MST, Tricologia, Laserterapia, Dermochirurgia
www.latuapelle.it

[#2] dopo  
Utente 477XXX

Dottore la ringrazio molto per la risposta, ho effettuato la visita e il medico mi ha spiegato che ha molti pazienti con il Lichen sclerosus e a tutti fa effettuare il test dell'HPV.
Secondo la sua esperienza nella maggior parte dei casi c'è la presenza di entrambe le patologie e quindi vedendoci una correlazione la sua cura è a base di Imiquimod che dovrebbe bruciare entrambe le malattie.
Ho letto che questa pomata è indicata per i condilomi e provoca molti effetti collaterali e poi ho letto che tra le indicazioni non c'è il Lichen sclerosus...
Io ho solo un'infiammazione e secchezza della pelle sul prepuzio ma non ho nessun condiloma o altri sintomi dell'HPV anche se il test è stato positivo.
Inoltre so che l'HPV è molto diffuso, molte persone potrebbero averlo senza mai saperlo e mai manifestarne sintomi per tutta la vita quindi il mio dubbio è che potrebbe solo essere una coincidenza nell'esperienza del medico che mi ha visitato.

Le domande che vorrei porre sono queste:
1 la terapia è corretta?
2 ora sono più preoccupato per l'HPV che per il Lichen e ho deciso di fare il test dell'HPV anche alla gola, è una preoccupazione eccessiva?
3 cosa posso fare per l'HPV? può essere debellato definitivamente?

Grazie mille per l'attenzione.