Utente 475XXX
Buonasera,
ho 30 anni e da circa due mesi ho un prurito-solletico al seno destro, che si presenta a distanza di pochi minuti e dura tutto il giorno (la notte invece non mi sveglia e dormo bene).
Per prima cosa ho effettuato un'ecografia al seno presso una senologa, che non ha riscontrato nulla di anomalo (faccio comunque ecografie al seno ogni anno perchè nel 2013 mi sono sottoposta a mastoplastica additiva). La senologa ha ipotizzato un problema ormonale e mi ha prescritto Ananase per un mese (3 compresse al giorno). Alla terza settimana il prurito si è fatto insopportabile, quindi mi ha prescritto Zirtec, da assumere ogni sera prima di coricarmi. Dopo solo due giorni il prurito è praticamente sparito (un paio di episodi al giorni, di qualche secondo), ma ora (8 giorni di assunzione) è tornato e ogni tanto ho qualche dolore al seno.
Ho effettuato una visita ginecologica dove non è stato riscontrato nulla di strano durante la palpazione al seno, e il ginecologo mi ha prescritto degli esami del sangue e delle urine per escludere il problema ormonale. Possibile che ancora nessuno mi abbia consigliato una visita dermatologica ? Il fatto che Zirtec abbia inizialmente funzionato induce a pensare che si tratti di un problema di allergia ?
Vorrei avere un parere da voi.

Premetto che da quando si è presentato il problema sto indossando solo biancheria di cotone bianco, utilizzo il talco mentolato dopo la doccia e preciso che ho la pelle chiarissima (capita spesso che mi escano delle bollicine dopo aver mangiato qualcosa o dei pruriti improvvisi alle braccia, ma sono sempre episodi isolati e sporadici; non mi espongo al sole nemmeno con la protezione perchè mi scotto subito).
Cosa posso fare per eliminare questo prurito ? Purtroppo mi impedisce di vivere serenamente la mia quotidianità.
Grazie mille.

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentilissima: attorno al capezzolo possono instaurarsi diverse patologie dermatologiche e non tutte dissimili fra loro. Pertanto avere contezza della diagnosi dalla sede telematica è pressoché impossibile.

Le raccomando caldamente di rivolgersi al dermatologo di sua fiducia al fine di avere una diagnosi corretta che può essere ottenuta sia con la visita clinica dermatologica che con la testa allergometrici specifici e eventualmente con altri mezzi.
Mi tenga pure aggiornato se vorrà
Molti cari saluti
Dott.Laino
Dr. Luigi Laino DermoVenereologo Tricologo
Già Dirigente Istituto San Gallicano
Tel. 06.45.55.06.61
www.latuapelle.it