Utente 262XXX
Buongiorno, soffro da diversi mesi di acne tardiva su guance e mento. Ho 29 anni ed il mio dermatologo, dopo aver provato con acido azelaico e nicotinamide, mi ha ora prescritto assieme ad una detersione con una mousse rilastil per pelli acneiche, un trattamento di Zindaclin una volta al giorno, la sera, unita ad una idratazione con un gel a base di acido ialuronico e estratti di alga rossa per riequilibrare la pelle. A seguito di questo, iniziato da circa una settimana, la situazione sembrerebbe leggermente peggiorata, con una infiammazione di alcuni comedoni che prima non erano evidenti. Posso considerarlo un normale effetto transitorio dell antibiotico? In attesa di un riscontro, grazie

[#1]  
Dr.ssa Sonia Maria Devillanova

28% attività
8% attualità
16% socialità
SELARGIUS (CA)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2013
Con le terapie antibiotiche e in genere con tutte le terapie antiacne si ha una prima fase di peggioramento. Il problema a mio parere è che prima ha intrapreso una terapia per ridurre la seborrea, senza trattare anche le lesioni pustolose, ora sta trattando le lesioni pustolose senza una vera terapia per l'acne. Partendo dal presupposto che si tratta di una malattia multifattoriale, una cura efficace di base dovrebbe prevedere un prodotto anti acne a lungo termine un prodotto per eliminare le lesioni in fase acuta e una buona detersione mattina e sera come base. Poi in relazione alla forma, alla risposta si possono aggiungere antibiotici per via generale o cambiare il topico anti acne se dopo un'applicazione costante di almeno 3 mesi non ci sono risultati. Cordiali saluti
Dr.ssa Sonia Devillanova