Utente 221XXX
Egregi dottori, da novembre ho iniziato ad avere prurito alla testa, il medico di base mi ha dato un antistaminico che non è servito a nulla. Sono poi ricorsa al dermatologo che sulla cute non ha trovato niente, mi ha comunque dato uno shampoo e schiuma che per un po' mi hanno dato sollievo. Mi ha fatto fare degli esami: protidogramma,proteine totali,ferro,emocromocitometrico standard,formula leucocitaria,morfologia rbc, ves, pcr,tasige totali,tsh, ft3,ft4,afp,esame urine e sangue occulto nelle feci...tutti sono buoni ad ecezzione dell'helicobacter pylori 7,40 u/ml, fatto UBT che mi hanno consegnato venerdì con la cura che ho iniziato oggi. Il prurito che è diventato come se avessi qualcosa sotto la cute e sensazione di calore ora ce l'ho solo sulla parte sinistra, al tocco la sento sensibile, calda e radice dei capelli come se pungesse ed ho anche notato che si sono diradati. La lingua da un po' è rossa con tagli e la gola a volte brucia. E'da settembre che non decoloro i capelli, uso i cerotti Esclima 25mg e per dormire mezza pastiglia di imovane 75mg farmaco che vogli eliminare ma gradualmente.Vorrei un attimo capire che cos'è che non va? Può l'helicobacter causare questo? Sono molto preoccupata anche perchè l'età avanza e le paure aumentano.
Attendo con ansia una Vostra risposta. Cordiali saluti

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile utente,

la sua frase "le paure aumentano" è significativa per uno stato psicologico che potrebbe automantenere (grazie ai neuromediatori dello stress) una situazione di infiammazione precedente.

Consideri difatti che sovente il "prurito" è un sintomo che può dipartire da situazioni "centrali" (sistema nervoso centrale) in luogo della classica partenza "periferica" (a partenza da un processo infiammatorio cutaneo).

il "prurito sine materia" è verosimilmente uno di questi sintomi a partenza "centrale"

Sperando di averle chiairto alcuni aspetti poco conosciuti ai pazienti (che quasi costantemente e giustamente identificano in una causa per forza locale questo sintomo, spesso fastidiosissimo), la pregherei di affidarsi al dermatologo per riuscire a comprendere questa situazione e per reperire in base ad essa la terapia più adatta al suo caso.

cari saluti
Dr. Luigi Laino Responsabile Centro Latuapelle - Roma
MST, Tricologia, Laserterapia, Dermochirurgia
www.latuapelle.it

[#2] dopo  
Utente 221XXX

Grazie per la risposta immediata che non ho ben capito però vorrei specificare che non ho mai avuto un'infiammazione, non ci sono abrasioni in quanto mi trattengo dal grattarmi e niente che visibilmente, come constatato dal dermatologo, possa indicare uno stato infiammatorio o qualsiasi altra cosa; la cute è lucida, niente forfora niente....

Può per cortesia spiegarmelo in parole povere?

Grazie per la sua risposta
Cordiali saluti
Lidia

[#3] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile Lidia,

si rivolga al suo dermatologo per scoprire se questo prurito ha delle cause che partono dalla pelle o meno (il prurito è un sintomo che spesso ha origini diverse dalla pelle)

spero di essermi spiegato meglio

cari saluti
Dr. Luigi Laino Responsabile Centro Latuapelle - Roma
MST, Tricologia, Laserterapia, Dermochirurgia
www.latuapelle.it

[#4] dopo  
Utente 221XXX

Egregio Dott. Laino,

A seguito della sua cordiale risposta sono successe diverse cose che a tutt'ora nessuna sa spiegarmi da cosa deriva.

Il 19 Aprile scorso ho iniziato un cocktail di farmaci per l'helicobacter, il 22 sono corsa in pronto soccorso perchè sentivo un formicolio sulla parte sinistra del viso ed un forte dolore allo stomaco e varie scariche. Ero spaventatissima in quanto pensavo fosse una paresi (mia mamma l'ha avuta), mi hanno fatto una flebo e detto che forse era dovuto alla perdita di liquidi ed antibiotici e che mi avrebbero fatto vedere da un gastroenterologo. Dopo avermi visitato mi ha chiesto di fare una gastroscopia per accertarsi di quello che potevo avere e che la sensazione di formicolio che sentivo non era dovuto ai farmaci e quindi opportuno fare un eco dopler dei tronchi so che sono risultati ok, il prurito alla testa non è nel frattempo passato. Ho visto un neurologo che ha detto che tutto era a posto e per sicurezza fare una RM celebrare che è risultata a posto. La dottoressa di base mi ha detto di smettere con il cerotti transdermici (unico farmaco di cui faccio uso a parte 1/2 pastiglia di IMOVANE la sera perchè soffro d'insomnia).

Da più di una settimana che non metto più i cerotti, il prurito in testa persiste ma solo sulla parte sinistra, il formicolio al viso è un po' diminuito ha sulle parpebre mi sembra d'avere qualcosa di appicicato, non di mio, e la parte sotto l'occhio sempre sinistro è gonfio a volte fa male al tatto ed a volte è un po' scuro. In questi ultimi giorni il formicolio è passato al collo con a volte prurito ma sulla pelle del collo non c'è nulla, a volte senso come una scossa che dura una piccola frazione di secondo.

Il prurito alla testa è iniziato con i cerotti e pensavo che avendo sospeso questi il problema avrebbe dovuto diminuire e non aumentare. Neanche il dematologo riesce a capire.

Avevo intenzione d'andare in ferie giù nel sud, ma finchè non capisco cosa mi succede preferisco starmene a casa e spero che Lei possa riuscire a capire da cosa deriva tutta questa sensazione che prova sul viso dal 22 aprile scorso.

Un suo cortese aiuto ed eventualmente un suo consiglio a chi potrei rivolgermi per poter ritornare come prima.

Cordiali saluti
Lidia