Utente 308XXX
Buongiorno,
vorrei chiedere un consiglio in merito al valore riscontrato di glucosio negli ultimi esami eseguiti.
Ho il glucosio a 105 al limitare quindi del range della normalità.
Ho 30 anni e sono alta 1.55 per 65 kg.
Da anni avevo sempre avuto colesterolemia alta ma l'ho riportata nei valori normali ormai da un anno circa pertanto come colesterolo e trigliceridi ho valori ottimi rispetto agli scorsi anni. Nessun'altro valore fuori posto.
Solo questo glucosio a 105.
Vorrei sapere se può essere dipeso da una cena molto ricca di carboidrati la sera prima dell'esame.
Nel corso degli anni ho sempre avuto valori che variano dai 99 ai 104.
Devo prendere provvedimenti particolari?
Sto già seguendo un'alimentazione varia e controllata, oltre che aver introdotto attività fisica perchè vorrei perdere una decina di chili.
Ringrazio anticipatamente chi prenderà in carico la richiesta.

[#1] dopo  
Dr. Enrico Riccio

24% attività
20% attualità
4% socialità
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2018
Gentile utente,

La sua è una condizione di alterata glicemia a digiuno che ha solo due terapie efficaci nel riportare la glicemia a valori normali:
1) Attività fisica
2) Alimentazione sana
Da quanto mi pare di capire le sta praticando entrambe e vedrà che man mano che il peso si ridurrà anche gli esami miglioreranno di pari passo.

Cordiali saluti.
Dr. Enrico Riccio

[#2] dopo  
Utente 308XXX

Gentilissimo dott. Riccio la ringrazio per la risposta.
Seguirò il suo consiglio senza dubbio.
Ogni quanto mi consiglia di ripetere l'esame della glicemia per verificarne l'andamento?

[#3] dopo  
Dr. Enrico Riccio

24% attività
20% attualità
4% socialità
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2018
Ripeterei l'esame tra 6 mesi per vedere dopo il dimagrimento se il profilo glicemico migliora. Qualora i livelli di glicemia dovessero essere ancora alterati (glicemia a digiuno> 100 mg/dl) praticherei una curva da carico orale di glucosio per valutare dopo 2h dall'assunzione di 75g di glucosio qual è la risposta.

Cordiali saluti.
Dr. Enrico Riccio