Utente 107XXX
buongiorno professori. il mio fidanzato 2 settimane fa ha affetuato le analisi del sangue con questi risultati: HBSAg negativo, Anti HCV PRESENTE, HCV(RIBA) INDETERMINATO, C100(NS4) ----ASSENTE, C33(NS3)----ASSENTE, C22(CORE) +---,NS5 ----ASSENTE, HCV-RNA QUANTITATIVO <100UI/ml valore di riferimento: sensibilità della metodica 100UI/ml, AST 35 valore di riferimento 0-55, ALT 67 valore di riferimento 5-55, GAMMA GT 22 valore di riferimento 12-64, BILIRUBINA TOTALE 0.47 con valori di riferimento 0.20-1.20.tutti gli altri valori erano nella norma. inoltre la settimana scorsa ha effettuato un eco addome e il fegato era ingrossato cm 164.premetto che gia dal 2005 era stato ricoverato per accertamenti in quanto le transaminasi erano sempre un po sopra i valori normali, gli erano state gia fatte le analisi per le epatiti ed erano risultate tutte negative e gli era stata fatta anche la biopsia al fegato e ci era stato detto che si trattava di una steatosi reversibile con la dieta. ha seguito la dieta per un periodo e i valori erano rientrati ma in questi ultimi anni a causa di problemi familiari ha lasciato un po perdere la dieta. ora siamo abbastanza allarmati per il risultato di queate analisi; cosa significa il tutto? ha l'epatiteC? si può curare? il nostro medico non ci sarà per tutta la settimana e l'ansia ci sta distruggendo. dovro fare le analisi anche io ma vi prego di darmi una risposta se potete. probabilmente la domanda avrei dovuto inoltrarla a malattia infettive ma non è possibile gia da 3 giorni perchè ci sono sempre troppe richieste e abbiamo bisogno di un parere. ringrazio per la disponibilità e per il servizio che ci offrite.

[#1]  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2006
Io ripeterei il test, sia anticorpale che HCV RNA, poichè potrebbe trattarsi di falsa positività al test anticorpale , visto che il test quantitativo è non quantificabile e il RIBA indeterminato. Esistono falsi positivi che dipendono da proteine simil virali ma NON del vrus epatite C
Un saluto

A. Baraldi

[#2] dopo  
Utente 107XXX

la ringrazio per la rapidità con cui ha risposto al mio quesito. se fosse una epatite in stadio iniziale le risposte al test sarebbero state diverse secondo lei? mi deve scusare ma siamo abbastanza allarmati. io faro le analisi questa settimana e lui dovrebbe ripeterle tra un mese come indicato nelle analisi in quanto il riba indeterminato non consente di sapere su c'è stato un pregresso contatto con il virus. durante questo mese dovrà seguire una dieta particolare secondo lei? abbiamo rapporti non protetti, nel caso in cui (e spero di no) dovesse trattarsi di HCV il rischio è molto alto anche per me? ci sono pareri discordanti al riguardo e siamo ancora più spaventati.. ancora mille grazie

[#3]  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2006
In questo periodo di attesa della conferma o nò dell'ep C cercate di avere rapporti protetti, anche se la via di trasmissione primaria è il sangue. Riguardo l'alimentazione non c'è da fare diete particolari
Un saluto

A. Baraldi

[#4] dopo  
Utente 107XXX

buongiorno dottore! abbiamo fatto il test HCV RNA QUALITATIVO e l'esito è stato NON DETERMINABILE. ma sono ancora presenti gli ANTI HCV a distanza di un mese e 20 giorni dal primo prelievo. il laboratorio sta ora effettuando il RIBA. a questo punto non si può trattare di falsa positività vero? secondo lei dovremmo provare in un altro laboratorio o ormai è certo che ci sia la malattia? la ringrazio.