Utente 202XXX
Salve Dottore, sono una ragazza di 25 anni, circa un mese fa ho avuto un episodio di tachicardia. Mi sono recata al prontosoccorso e mi hanno riscontrato una tachicardia sinusale, e mi hanno consigliato di fare le analisi per la tiroide, i cui valori sono risultati nella norma. I valori dell'emocromo però risultavano alterati: RCB 5.06; HGB 9.9; HCT 31.3; MCV 61.9; MCH 19.6; MCHC 31.6; RDW 16.8; WBC 6.6; NEU 3.4-52.4%; LYM 1.9-28.2%; MONO 0.6-9.3%; EOS 0.6-9.0%; BASO 0.1-1.2; sideremia 81.5; ferritina 4.0.
Il medico di base mi ha prescritto ferro e acido folico in compresse. In seguito ho fatto una colonscopia per scongiurare presenza di polipi. L'esame non è stato eseguito completamente per forti coliche addominali comunque il sigma e il discendente non mostravano patologia. Dopo un mese dalla prescrizione dell'acido folico e del ferro ho ripetuto le analisi, sospendendoli per 1settimana, con i seguenti risultati: RBC 5.11; HGB 9.4; HCT 30.8; MCV 60.2; MCH 18.5; MCHC 30.7; RDW 16.7; WBC 6.2; NEU 3.4-54.2%; LYM 1.6-26.1%; MONO 0.5-8.0%; EOS 0.7-10.5%; BASO 0.1-1.1%; sideremia 82.4; ferritina 9.9.
Volevo precisare che: da circa 1anno soffro di emorroidi con perdite di sangue sporadiche, accentuatesi con l'assunzione di ferro. I miei genitori sono portatori sani di microcitemia e di conseguenza lo sono anche io. Dall'episodio di tachicardia sopracitato ho sospeso l'assuzione di caffè (1 max 2 tazzine al giorno) e attività fisica poichè mi affatico facilmente e la sera ho i battiti accelerati.
Volevo sapere in base a questi dati quali sono gli altri esami che mi consiglia di eseguire, dal momento che il mio medico di base mi tranquillizza dicendomi che è una situazione transitoria.
In attesa di una sua risposta la ringrazio anticipatamente. Cordiali saluti.

[#1]  
Dr. Giuseppe Finzi

28% attività
0% attualità
12% socialità
PARMA (PR)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2008
E' necessario che lei si assicuri di assorbire il ferro che assume, facendo un prelievo per la SIDEREMIA due-tre ore dopo la assunzione di due compresse del preparato a base di ferro.
Se non si verificasse un netto incremento della sideremia "sotto carico" (diciamo oltre i 150-200 ug/dl) c'è da porsi il problema di malassorbimento del ferro, la cui causa più frequente è la celiachia, che si diagnostica attraverso esami ematici (anticorpi antigliadina, antiendomisio, antitransglutaminasi; genetica) e dimostrazione gastroscopica di un appiattimento della mucosa digiunale.
Altra cosa che le consiglio è quella di eseguire la ricerca di sangue occulto fecale (SOF) su tre campioni di feci raccolti in gironi diversi, e di farsi dosare le emoglobine patologiche, perchè se il suo livello di emoglobina A2 fosse oltre il 10% non c'è ferro e acido folico che tenga.
Saluti.
Giuseppe Finzi

[#2] dopo  
Utente 202XXX

Salve Dottore, la ringrazio per avermi risposto.
In effetti avevo pensato ad una possibile celiachia, e a fare l'esame per la ricerca del sangue occulto, che farò senz'altro.
Non so se possa influire il fatto che alcuni alimenti, ossia pomodoro crudo e melanzane mi provocano bruciore alla bocca e calore allo stomaco, mentre il latte, di cui avevo un'intolleranza da piccola che poi è passata, a volte se lo bevo freddo non riesco a digerirlo e sono costretta a dare di stomaco, e più di una volta sembrava aggrumato.
Vorrei chiederle qualche spiegazione in più sulle emoglobine patologiche, secondo il mio caso dal momento che ho entrambi i genitori microcitemici.
La ringrazio anticipatamente. Cordiali saluti.

[#3]  
Dr. Giuseppe Finzi

28% attività
0% attualità
12% socialità
PARMA (PR)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2008
Il pomodoro è un liberatore di istamina, e la melanzana possiede un leggero effetto capsico,per cui in una persona sensibile possono produrre quei fastidi.
Che il latte vomitato sia "aggrumato", cioè cagliato, è normale; il caglio per fare il formaggio è un estratto di stomaco.
Le emoglobine patologiche sono emoglobine "anomale"; nel caso della microcitemia ssi tratta della persistenza di una emoglobina fetale a livelli più alti del normale; avendo i genitori microcitemici...
Giuseppe Finzi

[#4] dopo  
Utente 202XXX

Buongiorno Dottore, grazie per avermi risposto. Appena avrò i risultati degli esami gli farò sapere. Buona giornata.