Utente 273XXX
Buona sera. Sono una ragazza di ventiquattro anni, e le ultime analisi hanno riscontrato valori del colesterolo un po' alterati :
Colesterolo totale : 210
Ldl : 129
Hdl : 76
Trigliceridi : 78
Va premesso che sono pittusto ipocondriaca, e mi sono subito allarmata. Conduco uno stile di vita comune alla maggioranza dei miei coetanei. Solitamente mangio frutta, verdura, pesce, legumi, rare volte la pasta, rare volte la pizza,accompagno un pochino di pane alle verdure e durante la giornata capita che mi conceda un dolcetto, come possono essere i biscotti, lo yogurt o una fetta di torta. Ovviamente ci sono giorni in cui mi concedo cose diverse, tipo fritti, dolci più pesanti, aperitivi alcoolici ecc. Comunque nulla di diverso dai tanti amici e conoscenti che mi circondano! Non so se possa importare, ma ho sofferto di bulimia/anoressia, ora mi sto riprendendo, ma i DCA sono difficili da combattere e diversi strascichi me li porto ancora dietro. Ora ho un peso nella norma, che oscilla tra i 52 e 54 kg (sono alta 1.63).
Soffro di tiroide di hashimoto da circa due anni, e prendo ogni mattina una pastiglia eutirox da 50. Mio padre e mia nonna materna avevano il colesterolo sempre alto. Fumo da un paio d'anni 5/10 (massimo) sigarette al giorno. Ora, ipocondriaca e allarmata, vi chiedo : devo cambiare realmente qualcosa nella mia vita? So benissimo che il fumo nuoce gravemente, e ho intenzione di smettere a breve, ma è indispensabile che smetta subito? Devo privarmi di ogni alimento grasso/zucchero, o posso fare dei biscotti leggeri, senza burro e uova, magari, e mangiare quelli? Devo privarmi di un bicchiere di prosecco o uno spritz, nel weekend? Ho letto che l'attività fisica eccessiva, può contribuire ad un innalzamento del colesterolo, ed io nell'ultimo meso ho fatto tantissima palestra, quasi ogni giorno, con allenamenti aerobici piuttosto faticosi.
Vi sembro eccessiva? Lo so perfettamente. Ne ho parlato con il mio medico ed è stato piuttosto sbigativo, nel dirmi di non preoccuparmi. Ho voluto rivolgermi, nella speranza che possiate mettere a tacere la mia ansia, rispondendo alle domande che vi ho posto. Ve ne sarei infinitamente grata! Coordialmente.

[#1] dopo  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Mi sento di tranquillizzarla,
nonostante il valore ai limiti alti (210) del suo colesterolo,
il suo IRC (indice di rischio cardiovascolare) è molto basso: 2,76.

Ad oni modo le consiglio comunque un'idoneo stile di vita:
- Astensione dal fumo (se fumatore)
- Riduzione del peso corporeo (se sovrappeso)
- Diminuzione dell'apporto di colesterolo e grassi saturi con la dieta
- Aumento dell'apporto di fibre.


Auguroni
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it