Utente 254XXX
Gentili Dottori,
sono una ragazza di 28 anni, incinta alla 13a settimana. Sono incinta grazie alla fecondazione assistita (ICSI), prima di procedere col protocollo il Prof. che mi segue mi ha fatto fare degli esami genetici, è emerso da ciò una mia mutazione genica mthrf II, con omocisteina a 14 (leggermente più alta del limite superiore, che è 12). Da qualche mese prima dell'ICSI assumo perciò PREFOLIC 15 (mi è stato detto di assumerlo per tutta la gravidanza) e da pochi giorni prima del Pick up faccio punturine di eparina (CLEXANE 2000). Il Prof. mi ha parlato di una possibile trasformazione della terapia più in là, mi sostituirebbe eparina con cardioaspirina. Intanto ho rifatto gli esami e ora l'omocisteina risulta essere 10. Quello che vorrei sapere è: dovrò fare eparina per tutta la gravidanza o va bene la sostituzione con cardioaspirina? Bisogna continuare anche dopo il parto per un certo periodo, per evitare trombosi? Con omocisteina in queste condizioni, la terapia con acido folico è da continuare a vita? Vi ringrazio.

[#1] dopo  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
La terapia con ac folico va fatta in gravidanza per evitare problemi di malformazioni fetali, non tanto per l'omocisteina che, comunque, ad oggi è nella norma; qualora dpo la gravidanza dovesse risalire come valore il suo medico potrà nuovamente darle ac folico insieme con un'alimentazione con poca carne e molta frutta e verdura. L'eparina viene data a scopo preventivo durante la gravidanza in relazione alla mutazione da lei segnalata; alcuni ginecologi associano eparina e cardioaspirina altri solo eparina ; è una scelta del suo ginecologo che la conosce direttamente; solitamente anche la sola eparina è sufficiente. Ne parli con il suo ginecologo
Un saluto

A. Baraldi

[#2] dopo  
Utente 254XXX

La ringrazio moltissimo per i chiarimenti!
Saluti