Utente 585XXX
Egregi medici volevo porre alla vostra attenzione il mio caso:
Da circa 2 mesi ho effetuato delle ecografie per un controllo generale visto che lavoro presso uno studio di radiologia e non avendo mai fatto niente del genere prima ne ho approfittato.
Facendo l'ecografia al collo sono risultati alcuni linfonodi ingrossati su entrambi i lati e di forma ovalare di dimensioni che vanno da 8 a circa 16mm.
Io mi sono immediatamente preoccupato e ho effettuato le analisi del sangue presso l'ospedale.
Prima però ovviamente aver consultato il mio medico di famiglia che mi ha controllato le ascelle e l'inguine per l'eventuale presenza di altri linfonodi.
Da premettere che non accusando nessun disturbo non so effettivamente da quanto tempo sono comparsi.
In ogni caso dalle analisi mi è stato detto dal medico dell'ospedale che non risulta niente (cioè emocromo ecc.sono a posto)nessuna infiammazione,nessun virus(cioè niente toxo,ecc.)e di stare tranquillo che devono passare da soli.
Io non mi sono tranquillizzato tanto vista la risposta un po vaga del dottore e leggendo i vari casi su internet mi sono preoccupato ulteriormente.
Dal medico di famiglia ho avuto piu o meno la stessa risposta cioè che probabilmente si tratta di una vecchia infezione.
Dimenticavo di dire che oltre ad un'altra ecografia al collo ho effettuato anche una rx del torace richiesta dal medico dell'ospedale dal quale però non è risultato niente.
Ora io non so cosa pensare anche se stando a contatto con diversi medici da tutti sto avendo la stessa risposta cioè che non è niente.
Sicuramente è piu rincuorante ma vorrei la vostra opinione in proposito.
Sono stato poco preciso riguardo le analisi effettuate ma per scrivere tutto ci vorrebbe una giornata,ma se lo riterrete opportuno lo scriverò.
Grazie anticipatamente e aspetto impazientemente una risposta.

[#1]  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2006
Gentile Signore,

un aumento dei linfonodi si può presentare in svariati casi ( anche un semplice mal di denti può fare ingrossare quelli sottomandibolari ) in seguito a stimolazioni del sistema immunitario di varia natura ( virus, allergeni ecc ) tanto che vengono definiti linfonodi reattivi. In mancanza, come lei riferisce, di altra sintomatologia e visto che tutti gli esami sono negativi, starei tranquillo, con il tempo torneranno a dimensioni normali
Un saluto

A. Baraldi

[#2] dopo  
Utente 585XXX

Egregio dottore la ringrazio di essersi interessato al mio problema,in effetti essendo un soggetto molto ansioso facilmente mi capita di preoccuparmi piu del dovuto ma in questo caso i miei dubbi sono dati dal fatto che nessuno mi ha dato una risposta chiara,una diagnosi precisa e quindi ho iniziato a fantasticare su tutte le cause soprattutto leggendo di casi con problemi simili al mio che poi si sono rilevati anche abbastanza seri.
Lei mi dice che le cause possono essere di svariato tipo ma dalle analisi(a detta del primario del reparto di infettiva dell'ospedale) non risulta nessun tipo di infiammazione ne infezione da virus almeno quelli piu comuni credo.
E' possibile che non abbia tenuto conto di qualche altro virus?E poi come mai dalle analisi in un paio di casi risulta positivo con il metodo ELISA ma lui ha detto di non farci caso?
Se le puo essere utile le posso specificare anche il tipo di analisi,ma al momento non le ho a portata di mano.
Comunque non le voglio far perdere tempo prezioso e le voglio specificare un paio di cose così per capire se possono influire o meno.
Nel mese di dicembre(mi pare) sono stato dal dentista per mettere una capsula la quale però ancora oggi mi da fastidio,cioè non ci posso masticare sopra che mi fa un po male anche se normalmente non mi da nessun problema.Sono andato un paio di volte a chiede spiegazioni ma lui ha detto che è il nervo che ancora non si è abituato perchè battendo sul dente io non avevo dolore che se non passa mi deve devitalizzare la radice.
Ora non so se questo puo servire ma dalla OPT che ho fatto a gennaio non ci sono infiammazioni.
E' possibile che possa dipendere comunque da questo o devo trovare altre cause?
Mi scuso per il dilungamento e spero di avere una sua risposta al piu presto.
Grazie.

[#3]  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2006
Gentile Signore,

come ho avuto modo di dire un ingrandimento linfonodale può esserci per i più svariati stimoli ed anche banali problemi possono poratre a questo. Nella maggior parte dei casi questi ingrandimenti passano da soli senza problemi e a livello delle analisi non si può riuscire a risalire alla causa, se non nel caso di infezioni o altra patologia, come , per esempio , nella mononucleosi.
Il consiglio , visto che tutte le visite sono negative ed anche le analisi, è di stare tranquillo, al massimo ripeta tra qualche tempo le principali analisi
Un saluto

A. Baraldi

[#4] dopo  
Utente 585XXX

La ringrazio ancora per il suo consiglio,sicuramente cerchero' di stare tranquillo,ma il motivo per il quale la continuo ad iportunare è per capire se tra i disturbi che ho ci puo essere la causa di questi linfonodi.
Sicuramente tornerò dal dentista per farmi curare il dente con la capsula e poi si vedrà...
Da alcuni anni ho delle ragadi anali che non vogliono andarsene definitivamente.
Circa un'anno fa mi ha visitato un chirugo dell'ospedale che mi ha diagnosticato una proctite(essendo io ansioso)e prescritto le analisi delle feci per il sangue occulto(visto che mio padre è stato operato per tumore al colon)risultate negative.
Da premettere che di corpo vado normalmente tutte le mattine (non duro)ma queste ragadi continuano a tornare.
Volevo sapere se è da escludere qualche infezione presa tramite queste ragadi,visto che mi causano anche delle lesioni abbastanza significative che vanno e vengono.
Ultimamente ho anche una forma di dermatite(o fungo almeno credo) che si è sviluppata tra le gambe cioè a livello dello scroto che mi causa un leggero arrossamento con la presenza di piccoli foruncoli o tumefazioni che ho provato a curare con delle creme tipo il gentalin beta,travocort.
si allevia ma non va via del tutto,puo essere un'altra causa?
Oppure visto che quasi tutte le mattine mi sveglio con un po di raffreddore e nella camera da letto ho una grossa maccia d'umido sul soffitto con presenza di funghi.
Puo essere anche un'allergia a questo o sarebbe risultato dalle analisi?
Lo so di essere scocciante ma capirà che per me è importante sapere queste cose per sapere fino a che punto posso stare tranquillo e visto che si tratta di salute meglio non escludere niente,le pare?
La ringrazio ancora per la sua attenzione e pazienza.

[#5]  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2006
Ci sono forme banali di infiammazioni che possono portare ad un ingrandimento dei linfonodi. Il linfonodo ha una funzione proprio di barriera e difesa e per questo assolve al suo compito proprio reagendo a tutti gli agenti esterni ( linfonodi reattivi ) ma non c'è da preoccuparsi. I linfonodi assolvono al loro normale compito. Il suo stato di ansia non ha motivo di essere, cerchi di stare tranquillo.
Un saluto

A. Baraldi

[#6] dopo  
Utente 585XXX

egregio dottore,la ringrazio per l'ennesima volta ma oggi ho effettuato un'altra eco generale.
Visto che nello studio dove lavoro è stato acquistato un nuovo ecografo il dottore mi ha esaminato di nuovo oltre che all'addome ecc. mi ha rivisto anche il collo.
Oltre a rilevare i linfonodi presenti in questo caso anche sotto le mandibole(infatti me li sentivo al tatto)di circa 2cm,ha trovato un piccolo nodulo nella tiroide (di circa 0'5cm) a sinistra.
Ovviamente la parola nodulo mi ha allarmato immediatamente ma il dottore che mi ha fatto l'eco ha subito sminuito la cosa dicendo che è insignificante.
Ovviamente lo ha fatto per non farmi andare in panico ma a questo punto vorrei sapere da lei:
Puo essere questa la causa di questi benedetti linfonodi ingrossati?
fino a che punto mi devo allarmare e come di devo comportare?
Tra le analisi che ho effettuato c'è anche il profilo tiroideo che è normalissimo,è buon segno?
grazie ancora e aspetto con impazienza sue notizie.

[#7]  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2006
Si, Signora, che il profilo tiroideo sia noemale è un buon segno; per sua tranquillità faccia una visita endocrinologica , ripetendo l'ecografia, ma stia tranquilla; non si deve allarmare ma seguire quanto le dicono i medici, che non hanno trovato nulla di particolare.
Un saluto

A. Baraldi

[#8] dopo  
Utente 585XXX

i medici che mi hanno seguito non credo sia specializzati in endocrinologia(uno è il mio datore di lavoro che è radiologo),l'unico forse è il primario dell'infettiva che comunque non ha pensato ha farmi fare una visita endocrinologica come mai?
si è attenuto ai risultati delle analisi dicendo semplicemente che il medico puo sbagliare ma le analisi no....
E'possibile che il nodulo sia innocuo e che essendo di piccole dimensioni e magari di vecchia data lo abbia sempre avuto e non me ne sia accorto?Anche i linfonodi?
In effetti di disturbi alla gola non mi sembra di averne avuti(oggi ho un forte mal di gola e tosse ma credo che sia solo una coincidenza...) anche a livello respiratorio(nonostante abbia fatto per circa 10 anni l'imbianchino).
Mi scuso per la mia insistenza, mi rendo conto le lei piu di tanto non mi puo aiutare,ed ho gia approfittato molto della sua pazienza.
Domani credo di rifare un'altra eco piu approfondita(visto che quella di ieri è stato piu che altro una prova dell'apparecchiatura)con le foto e le misure così almeno o qualcosa da descrivere.
grazie ancora e buona domenica.

[#9]  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2006
Signore, mi scusi, ma io penso che lei stia vivendo con un'ansia non giusta tutta questa situazione. Ho parlato di visita endocrinologica perchè lei mi ha accennato ad un nodulo tiroideo; oggi mi dice che è stato riscontrato duranmte la prova di un apparecchiatura; non credo vada bene, ripeta l'esame presso una struttura che ha esperienza in tale proposito e , qualora ci sia effettivamente questo nodulo, faccia una semplice visita endocrinologica, ma non perchè ci sia qualcosa di grave , ma per controllo. La maggior parte dei noduli sono benigni; però , ripeto , cerchi di non vivere con tutta questa ansia
Un saluto

A. Baraldi

[#10] dopo  
Utente 585XXX

Ci provo dottore e onestamente e da quando sono usciti i linfonodi che lo faccio ma purtroppo ogni volta che inizio a stare piu tranquillo esce una novità.
Purtroppo sono a contatto tutti i giorni con persone che vengono a fare esami con patologie di ogni genere e non riesco a fare a meno di fare pensieri strani...
Mi ero appena tranquillizzato del fatto che questi linfonodi fossero normali ed è uscito questo nodulo che mi ha di nuovo scombussolato.
Non le nascondo che da un lato mi sento quasi sollevato perchè ferse è questa la causa dei linfonodi e non qualcosa di piu grave....
Mi rendo conto caro dottore che magari la mia malattia piu grave è l'ansia e che piuttosto dovrei chiedere un consulto psichiatrico ma non so se risolverei qualcosa.
Intanto mi basterebbe sapere di stare bene di salute poi il resto si vedra'.
La ringrazio ancora e se ci saranno novità le farò sapere.

[#11] dopo  
Utente 585XXX

Egregio dottore sono stato in casa fino a domenica a causa di quella tosse che ho avuto domenica 20 che mi ha portato febbre fino a 39 ,sono sceso lunedì 28 mattina per la prima volta.
Il medico ritenendo che sia un'infezione virale delle vie respiratorie superiori mi ha prescritto degli antibiotici che ho finito d prendere ieri ma la tosse non va via.Addirittura un paio di giorni fa dopo un'altro attacco di tosse ho sentito sapore di sangue in bocca e ho notato delle macchioline nel muco.
La mattina dopo ho trovato ancora sangue nel muco anche in quantita superiore e ho iniziato a preoccuparmi d più.
Comunque dottore non la voglio avvilire con le mie paranoie e con i miei racconti inutili l'unica domanda che le volevo porre è questa:
L'unica mia paura è il linfoma,volevo sapere da lei se visto che dalle analisi non risulta niente posso stare tranquillo o no.
Da un'altra ecografia che ho fatto per quel nodulo alla tiroide mi è stato detto che non è niente che è di vecchia data parzialmente calcificato e che i linfonodi non dovrebbero essere causati dal nodulo.
Per favore mi perdoni per la mia insistenza ma credo che capirà il mio disagio e spero di ricevere al più presto una risposta che mi tranquillizzi definitivamente.




[#12]  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

dalle sue analisi e dalle visite di cui riferisce non sussistono elementi per parlare di linfomi, per cui la invito a stare tranquillo
Un saluto

A. Baraldi

[#13] dopo  
Utente 585XXX

egregio dottore,la contatto perchè avrei bisogno di alcuni consigli.
Da quando ho avuto la febbre(circa 15 giorni fa) mi è rimasta una tosse fastidiosa che mi da un po fastidio ma che fortunatamente non ha piu' portato a sangue nel muco.
La cosa strana è che di notte non ho niente ma appena mi sveglio inizia un po di raffreddore e accenni di tosse.
Ho chiesto al mio medico curante se era opportuno o no fare qualche altra indagine per vedere la causa di questa tosse visto che i linfonodi sono ancora li e in piu ora si sono igrossati anche quelli sotto mandibolari.Mi ha chiesto di fare un'altra radiografia del torace per vedere la causa di questa tosse.
Io non l'ho ancora fatta perchè avendone gia fatte 2(l'ultima quasi 2 mesi fa)non ho voluto prendermi altre radiazioni.
Non le nascondo dottore che io leggendo altri consulti e paragonando i vari sintomi,ho dinuovo iniziato a preoccuparmi.
Vorrei fare un esame da un otorino per vedere l'esogago e i vari organi interessati ma non avendo detto niente il mio medico curante non so se è necessario o meno.
Lei cosa mi consiglia?

[#14]  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2006
Gentile Utente,

la medicina non si fà paragonando i sintomi del paziente Tizio con quelli di Caio. Lasci stare i consulti che riguardano gli altri pazienti e cerchi di stare tranquillo; dalle sue parole traspare uno stato ansioso che non ha motivo di essere. Sicuramente il suo medico le avrà auscultato il torace e, poichè non le ha detto nulla , avrà trovato tutto normale. Se può servire a tranquillizzarla faccia pure la visita ORL ma senza vivere tutto questo con apprensione. Per finire, se ha già fatto una lastra del torace recente che non evidenziava nulla, non c'è bisogno che ne faccia subito un'altra dopo un mese, magari faccia trascorrere un altro pò di tempo e , se la tosse dovesse persistere, ripeta la lastra. Ne parli con il suo mdico
Un saluto

A. Baraldi

[#15] dopo  
Utente 585XXX

egregio dottore,la contatto per aggiornarla sulla mia situazione.
Giovedì ho fatto la visita dall'otorino,ho voluto farla privatamente con un medico che mi è stato detto di essere il migliore in zona in questo campo.
Purtroppo però non sono soddisfatto della diagnosi visto che,secondo la sua opiniaone si tratta di "linfoadenopatia aspecifica causata da verosimile faringite da R.G.E",e non mi ha dato nessuna terapia mi ha detto solo di non mangiare la sera cibi acidi.
Al momento mi sono tranquillizzato perchè in effetti come ha detto lui ,visto che sono un soggetto molto ansioso e nervoso,ho questa tendenza ma quando l'ho riferito al medico dove lavoro mi ha detto che non è possibile,che io non ho nessun reflusso e che non avendomi trovato niente mi ha dato questa diagnosi.
Secondo lei chi ha ragione?
queste cose non fanno altro che accrescere le mie ansie.
se non mi posso fidare più neanche dei medici che pago profumatamente allora come posso stare tranquillo?
La tosse che avevo mi è quasi del tutto passata,ma anche questa ,a detta del mio datore di lavoro,è causata dal nervosismo.
Intanto ogni medico con cui parlo mi da opinioni diverse;ho fatto anche l'ennesima radiografia al torace e non è risultato niente.
insomma questi linfonodi da cosa sono causati?
in più ho anche quelli sottomandibolari ingrossati,e sembrano anche piu grandi di quelli sul collo.
possibile che non ci sia un sistema per stabilire definitivamente perchè ho questo problema?
Dottore,mi scusi per la mia insistenza ma l'unico modo per stare tranquillo è trovare una risposta a questo dilemma.

grazie ancora.

[#16]  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2006
Signore,

ribadisco quanto da me detto tante volte e cioè che i linfonodi possono ingrandirsi per tanti motivi rappresentando una difesa dell'organismo nei confronti di tanti agenti esterni ed in molte situazioni pur facendo tanti esami non è possibile scoprirne la causa, ma , sicuramente, è possibile tranquillizzare il paziente, visto che tutti gli esami fatti non hanno portato ad alcunchè di grave.

Detto questo, visto che lei vive tutto ciò con grande ansia, prenda anche in esame di fare un'eventuale biopsia linfonodale, non perchè evidenzi qualcosa, sono convinto che non risulterà nulla, ma per farla stare tranquillo; però le dico anche che lei vive tutta questa situazione con troppa ansia e questo è sbagliato
Un saluto

A. Baraldi