Utente 764XXX
Buonasera, su prescrizione della mia ginecologa ho effettuato le seguenti analisi del sangue con i seguenti risultati:

PROTEINA S LIBERA
- Metodo: Immunoturbidimetrico
risultato:108.2
unità di misura:%
valore di riferimento: >53

APC RES. ALLA PROTEINA C ATTIVATA
- Metodo: Det.Med.Coagulativo
risultato: 1.06
unità di misura: RN
valore di riferimento: > 0.8

OMOCISTEINA
- Metodo: Determ. mediante HPLC
risultato: 20.9
unità di misura: umoli/l
valore di riferimento: fino a 15

Queste analisi l'ho effettuate per sapere con sicurezza se posso riprendere la pillola anticoncezionale dato che dalle ultime analisi il mio sangue risultava "un po' denso" (così l'ha definito il mio medico di base); preciso inoltre che ho rifatto l'emocromo e l'unico risultato un po' fuori norma sono le piastrine (474 k/uL contro un valore di riferimento di 150-400).
In attesa di incontrare la mia ginecologa, chiedo un Vostro parere sui risultati sopra citati; cos'è l'omocisteina (dato che è l'unico valore un po' sballato)?
Grazie per la Vostra gentilezza.
Saluti.

[#1]  
Dr. Marino Ganadu

24% attività
0% attualità
0% socialità
OZIERI (SS)

Rank MI+ 24
Iscritto dal 2007
Senz'altro una Ginecologa illuminata la sua, visto che le ha richiesto dei tests per tracciare un profilo di rischio cardiovascolare comprendente anche la omocisteina. Questa sostanza, oltre che un indicatore di deficit vitaminico e' anche un marker di rischio cardiovascolare. Per ridurla potrebbe essere utile introdurre vitamine del gruppo B ( B6, B12 e folati ). Comunque, nel suo caso, prenderei tempo prima di riprendere la pillola: la PCR e' mossa, meglio se sta intorno ai 0,3; le piastrine sono ai valori alti della norma; e infine la omocisteina e' un po' alta.
Capire perche' la PCR e' mossa ( infezioni recenti ? i denti o le tonsille sono a posto? ), integratori vitaminici o adeguata alimentazione per ridurre la omocisteinemia.
Cordiali saluti

[#2] dopo  
Utente 764XXX

Grazie mille per la Sua risposta! Effettivamente ho avuto qualche problema ultimamente, nel mese di luglio ho passato una settimana con vertigini, nausea fortissima che mi impediva di mangiare, febbriciattola, stanchezza e dolori addominali prima bassi poi alti! Ho effettuato un sacco di esami del sangue e nel penultimo i globuli bianchi erano a 13.3 su un valore massimo sino a 10. Dopo aver appurato con ecografia addominale che non erano calcoli biliari, sono in attesa di una visita gastroenterologica per verificare eventuali patologie dato che, anche se sto molto meglio, la mia digestione è lentissima e ho un "fastidio" sotto lo sterno a destra che si accentua se sono a stomaco vuoto (e qui ricompaiono vertigini e nausea) e se faccio sforzi addominali tipo piegarmi, stare seduta troppo a lungo o esercizio fisico. Da luglio a una settimana fa i globuli bianchi erano sempre fuori fase, solo nell'ultimo si sono abbassati a 10.3. Forse può essere che il valore della PCR sia effettivamente mossa perchè qualche infezione c'è o c'è stata...Il problema è individuare quale e spero di capirlo presto perchè i sintomi che ho sono alquanto fastidiosi e vorrei tornare quanto prima alla "normalità"! Scusi lo sfogo e grazie mille ancora. Mi farò consigliare un'alimentazione adeguata per abbassare il livello della omocisteina.
Saluti.