Utente
Buonasera
i recenti esami che ho ritirato mostrano una formula leucocitaria invertita che non era mai emersa nei precedenti controlli

i valori sono i seguenti

WBC 4, 83
RBC 5, 47

Neutrofili 39, 2% assoluto 1, 89
Eosinofili 10, 1% assoluto 0, 49
Basofili 1, 7% assoluto 0, 08
Linfociti 42, 2% assoluto 2, 04
Monociti 6, 8% assoluto 0, 33

dai range di laboratorio, le percentuali risultano sballate per i neutrofili (40-75), gli Eosinofi (0-6) e i Basofili (0-1, 5) mentre per i valori assoluti sono dentro a tutti i range anche se al limite per gli eosinofili

noto pero' l'inversione della formula leucocitaria che non mi era mai capitata

Nota se può essere significativa, soffro di allergia stagionale al polline in questo periodo dell'anno

Con tali dati potrei avere un vostro cortese parere, soprattutto in merito a tale inversione, che leggendo può essere causata da molteplici patologie anche gravi

grazie mille

[#1]  
Dr. Vincenzo Caldarola

32% attività
20% attualità
16% socialità
()

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Salve.
È un emocromo che NON desta alcuna preoccupazione.
L'inversione occasionale di formula può riconoscere una banale virosi passata inosservata.
La eosinofilia è legata alla sua allergia.
Se proprio vuole perdere tempo ripeta l'emocromo tra un mese, per sua tranquillità. Io sono tranquillo.
Un caro saluto.
Dr. Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola

[#2] dopo  
Utente
Grazie mille Dott. Caldarola.
Una ultima curiosità: l’unico evento che mi viene in mente in queste settimane è una fastidiosa prostatite, diagnosticata da un urologo, senza però aver mai avuto febbre.
Può aver influenzato il numero dei Neutrofili vicino alla soglia inferiore di normalità? Oppure il loro valore un po’ basso risente del fatto che sono aumentati gli eosinofili per l’allergia?

Buona giornata e grazie ancora

[#3]  
Dr. Vincenzo Caldarola

32% attività
20% attualità
16% socialità
()

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Decisamente no.
Forse si tratta di una prostatite batterica cronica.
Perché se batterica acuta avrebbe avuto leucocitosi neutrofila anche importante.
Le ripeto: l'inversione di formula è frequente e non desta preoccupazione alcuna.
Saluti.
Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola

[#4] dopo  
Utente
Perfetto.
Grazie ancora per le celeri ed esaurienti risposte.

Buona serata.