Utente 215XXX
Gentile dottore, nel mese di febbraio u.s. in seguito a palpitazioni, tremore, insonnia e perdita di peso e di conseguenza ad accertamenti mi è stato diagnosticato un problema di tiroide. Trascrivo l'esito degli esami effettuati: FT3 15,00 - FT4 3,90 - TSH 0,05. Sono stata curata con TAPAZOLE (2 compresse al giorno) e INDERAL 4O (1,5 compressa al giorno) Dopo circa 15 giorni di cura mi è apparso improvvisamente un fortissimo prurito in tutto il corpo, spaventata ho sospeso la cura. Il medico di famiglia mi consiglia di riprendenre la cura magari in dosi più leggere. Mi torna il prurito e mi si gonfia il labbro superiore e leggermente il mento.
Sospendo nuovamente, nel giro di poco mi tornano le palpitazioni.
Cosa mi consiglia Gentile Dottore, sospendere la cura o riprenderla e assumere un'antistaminico che non dia effetti collaterali per evitare il prurito? E' vero che oltre al TAPAZOLE non esistono altri farmaci?
Ulteriori esami eseguiti dopo gli episodi di prurito per vedere lo stato del fegato hanno dato questi risultati:
AST/GOT 39 (valori riferimento 1-31)
ALT7GPT 71 (valori di riferimento 1-31)
GAMMA GT 25 (valori di riferimento 7-32)
BILIRUBINA TOTALE 0,80 (valori di riferimento 0,00 - 1,10)
BILIRUBINA DIRETTA 0,22 (valori di riferimento 0,00 - 0,25)
BILIRUBINA INDIRETTA 0,58 (valori di riferimento 0,00 - 0,85)
ALFA-AMILASI 57 (valori di riferimento 0-95).
La ringrazio vivamente per l'attenzione e la saluto.

[#1] dopo  
Dr. Enzo Caruso

20% attività
0% attualità
0% socialità
MARATEA (PZ)

Rank MI+ 20
Iscritto dal 2004
gentile utente,
bisognerebbe sapere innazitutto il suo problema tiroideo quale è. Infatti non mi da molti ragguagli (presenza o meno di anticorpi, ecografia , scintigrafia?). Comunque per il suo stato attuale di ipertiroidismo (iperfunzione della sua tiroide) la terapia potrebbe essere quella consigliata. In effetti , raramente il Tapazole può dare questo problema di rash cutanei e prurito (oltre ad effetti a volte sui globuli bianchi e rarrissimamaente sul fegato) Esistono dei farmaci simili (propiltiuracile -non in vendita in Italia , ma reperibile presso farmacie internazionali ) . Non le consiglierei di fare associazione con l'antistaminico e Tapazole
Chieda anche al suo endocrinologo , visto che ha un quadro più completo di me e sopratutto l'ha visitata.
Spero di esserle stato di aiuto .

[#2] dopo  
Giuseppe Ielo
Medico Chirurgo
Specialista in Ecografia
Specialista in Endocrinologia
Specialista in Medicina Nucleare
Studio: via Roma 10- Gorgonzola (Mi)
Tel. +39-02-95302424 / 333-3164013
Fax +39-0363-596670


Gentile Utente 2156,
la terapia con metimazole ha come più frequente effetto collaterale (circa il 9% dei pazienti) il prurito ed il rash cutaneo (che è normalmente di tipo orticariforme); questo effetto collaterale si ha precocemente nel corso della terapia e generalmente non richiede la sospensione del farmaco: nei casi importanti ci si può avvalere di un'associazione con desametasone (un cortisonico che consiglio alla dose di 4 mgr/die).
Un importante dato, che non vedo nei numeri che Lei ha fornito, è l'emocromo con formula, poiché il farmaco che ha assunto ha come grave controindicazione (seppur rara) la riduzione dei globuli bianchi, possibilità che obbliga il Medico a controllare questi valori: la sospensione del farmaco fa generalmente ritornare alla norma la formula leucocitaria.
Il beta-bloccante è utile per ridurre le palpitazioni ed inoltre controlla e riduce la conversione periferica della tiroxina in triiodotironina, che è l'ormone attivamente efficace.
Non esiti a contattarmi, nel caso di dubbi od ulteriori chiarimenti.
Gradisca i miei saluti.
Dottor Giuseppe Ielo

[#3] dopo  
Dr. Francesco Montella

24% attività
0% attualità
8% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 32
Iscritto dal 2003
Un rapido parere allergologico.
Sono d'accordo con quanto scrive il dott. Ielo. Proverei a continuare la cura aggiungendo il desametazone (o un'altro cortisonico) che, fra l'altro, sarebbe assolutamente indispensabile ove l'ipertiroidismo derivasse (come spesso accade) da una iperattivazione tiroidea mediata immunologicamente.

Saluti

FM
Francesco MONTELLA
Primario Medico
Ospedale San Giovanni ROMA