Utente
Salve dott.
sono stata operata di tiroidectomia a gennaio 2010. Da allora ho dosato periodicamente il valore del calcio: non è mai andato oltre il seguente valore:
Calcio=8,0 mg/dl (8,1-10,4). In alcuni controlli era a 7,8 mg/dl. Prima dell'intervento era a 9,6. Da gennaio ho assunto diversi flaconi di Calcium Sandoz 500 oltre ad osservare una dieta ricca di latte/latticini. Recentemente ho effettuato il seguente esame:
Paratormone intatto = 39 pg/ml (17-73). Che cosa ne pensa?
Mi devo preoccupare per questi valori del calcio?
Che altro posso fare per far ritornare il valore nei limiti della norma? Consideri che sono vicina alla menopausa e il fattore di rischio "osteoporosi" mi preoccupa non poco.
Devo anche dirle che nell'esame istologico si precisava: "... è presente una paratiroide...". E' possibile che, essendo rimaste solo tre paratiroidi, il calcio non ritorni mai piu' ai valori normali?
Grazie per la eventuale risposta.

[#1]  
Dr. Marco Federico Manzoni

24% attività
4% attualità
12% socialità
MILANO (MI)
BERGAMO (BG)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2008
Se veramente sono rimaste tre paratiroidi il calcio otrnerà presto nella norma; tuttavia, ciò di cui non viene fatta menzione è la vitamina D, regolatore essenziale del metabolismo del calcio. E' possibile che il calcio non torni a valori normali per una carenza di tale vitamina.


Cordiali saluti
Dr. Marco F. Manzoni
Spec. in Endocrinologia
Coordinatore Area Endocrinologia Oncologica
IRCCS S. Raffaele

[#2] dopo  
Utente
Grazie per la risposta. In effetti ho dimenticato di dire che, insieme al Calcium Sandoz 500 ho assunto anche Rocaltrol 0,25, cioe' la vitamina D.
Volevo chiedere se il valore dell'esame Paratormone intatto = 39 pg/ml (17-73) Le risulta normale o deve essere vicino al limite superiore. Nel mio caso, quali sono gli altri eventuali esami da effettuare? Grazie di nuovo.

[#3]  
Dr. Marco Federico Manzoni

24% attività
4% attualità
12% socialità
MILANO (MI)
BERGAMO (BG)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2008
Direi di non fare ulteriori accertamenti, ma di avere pazienza in modo da dare tempo alla/e paratiroide/i testanti di riprendersi.

Cordiali saluti
Dr. Marco F. Manzoni
Spec. in Endocrinologia
Coordinatore Area Endocrinologia Oncologica
IRCCS S. Raffaele