Utente 388XXX
Gentile dottore, innanzitutto la ringrazio già da ora per l'attenzione concessami.
Sono una ragazza di 27 anni, la quale, dopo aver subito un forte stress per via degli studi universitari (da ultimo, non riuscivo più a dormire, avevo forti dolori alla testa, tachicardia, inappetenza), ho comiciato ad avvertire tutta una serie di anomalie che pensavo sarebbero sparite con un periodo do vacanza. le quali, invece si sono sempre più manifestate.
Innanzitutto, nonostante non avessi mai avuto irregolarità nel ciclo mestruale, nè dolori ad esso connessi, ho cominciato ad avere ritardi ed a volte non ho avuto il ciclo per due mesi, senza contare che quando vengono, ho dei forti dolori mai avuti prima.
Inspiegabilmente ed improvvisamente (nel giro di 2 settimane), mi sono ingrassata di almeno 10 Kg., (ho sempre pesato sui 50 Kg. e non ho mai avuto aumenti o diminuzioni di peso), ma questi chili in realtà non si vedevano molto esteriormente perchè tutti collocati sull'addome, tanto che la gente mi chiede tuttora incredula come mai mi sia "allargata" in questo modo solo sulla pancia, mentre il resto non sembra essere cambiato; ciò mi causa, oltre a tanta disperazione (perchè cmq. non ho assolutamente cambiato il regime alimentare da giustificare questa situazione, ma anzi, faccio anche più movimento rispetto a prima!) anche forti dolori alla schiena. Sono andata da un ortopedico e mi ha detto che ho l'iperlordosi, ma nonostante la prescritta fisioterapia non è andata via, anzi sembra peggiorare (e comunque non l'avevo mai avuta, perchè mi è venuta..non ho fatto mai sforzi, sono stata sempre seduta a studiare.. e com'è possibile che mi sia venuta nel giro di un mese!!?).
Aggiungo (e questa è la cosa più grave) che, sempre da allora, avverto difficoltà a movere tutta la parte destra del corpo, soprattutto sento dolore quando alzo il braccio sinistro (e cmq. non riesco più ad alzarlo come l'altro), appoggio male la gamba destra (è come se si fosse accorciata rispetto l'altra) e vedo proprio la differenza nel viso (ho il muscolo dello zigomo destro più in basso, come se metà viso fosse "calato" e soprattutto ho foreti difficoltà con l'occhio destro, che a volte è più socchiuso, a volte più aperto, la pupilla, invece è sempre molto più dilatata dell'altra). Insomma, da un anno a questa parte non riesco più a guardarmi allo specchi, mi sento come rovinata e non so cosa fare perchè purtroppo sono cose che io vedo e sento ma gli altri ci fanno poco caso, e sono anche senzazioni difficili da spiegare, così non riesco neanche a parlarne con i miei familiari e con i medici, che pensano che potrebbe essere una forma di origine nervosa, e quindi non vanno oltre che, il tutto con mia frustrazione.
Il medico di famiglia, a fronte di tutto ciò, ha prescritto delle analisi da cui risultava ipotiroidismo e alta quantità di prolattina (sui 100). Allarmato, mi ha mandato da un neurologo, che a seguito di tac e esame del campo uditivo diceva che era tutto a posto. Rifatte le analisi, si notava la riduzione della prolattina, non ancora però arrivata a livello normale. Secondo il medico, non c'era bisogno di ulteriori controlli, ma io purtroppo avverto ancora questi disagi ed ho ancora irregolarità con le mestruazioni, tanto che ho anche consultato un ginecologo che mi ha congigliato la pillola dopo avrmi detto che ho delle microcisti alle ovaie(anche queste mai avute prima), che posso fare? lei può delinare da quanto detto una diagnosi più precisa? In attesa di sua risposta,la ringrazio tantissimo!

[#1] dopo  
Dr. Andrea Del Buono

28% attività
4% attualità
12% socialità
CELLOLE (CE)
SANTA MARIA CAPUA VETERE (CE)
SPARANISE (CE)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2004
Gentile Signorina,
da quanto esposto, la causa dei suoi problemi sembra conessa all'aumento di prolattina che si correla all'ipotiroidismo e alle irregolarità mestruali. Avrei bisogno di sapere se la TC praticata era mirata all'ipofisi, se fatta con mezzo di contrasto e la diagnosi conseguente. Inoltre quali farmaci sta assumendo. In attesa di sue notizie, invio cordiali saluti
Dott. Andrea Del Buono
Endocrinologo - Diabetologo

[#2] dopo  
Giuseppe Ielo
Medico Chirurgo
Specialista in Ecografia
Specialista in Endocrinologia
Specialista in Medicina Nucleare
Studio: via Roma, 10/f - 20064 Gorgonzola (MI)
Studio: via Ariosto, 9 - 24047 Treviglio (BG)
Tel. 0363-41183
Mobile 333-3164013


Gentile Utente 3889,
un aumento ponderale con una condizione di ipotiroidismo (ma in così breve tempo?) ci sta; così come ci sta un aumento dei valori della prolattinemia in caso di ipofunzione tiroidea (assumendo per valida la "negatività" dei riscontri delle indagini strumentali da Lei riferiti).
Tenga però conto di alcuni fattori:
1-lo stress provoca certamente alterazioni nella produzione di prolattina da parte dell'ipofisi anteriore;
2-la secrezione di prolattina è "pulsatile", nel senso che nel corso della giornata si possono avere picchi "negativi"(come fra le 12 e le 15) e picchi "positi" (come intorno alle 4 del mattino, orario in cui si possono raggiungere i 100 mcg/l o ng/ml).
E' indubbbio che nell'aggiustamento di uno stato di ipotiroidismo, si aggiusterà anche il valore della prolattinemia come anche perderà di peso.
Per le irregolarità mestruali, controllerei anche i valori ematochimici di LH e FSH.
Gradisca i miei saluti.
Dottor Giuseppe Ielo

[#3] dopo  
Utente 388XXX

Gentili dottori, vi ringrazio innanzi tutto caldamente per aver risposto ed aver preso in considerazione il mio caso.
In merito alle richieste di delucidazione, preciso i valori delle analisi fatte fino ad ora.
Le prime sono avvenute il 28/02/04 (circa 2 mesi dopo che avevo avvertito le anomalie descritte nel commento) e questo fu l’esito:
- V E S: 11 mm/h
- PROLATTINA: 90,5 ng/ml
- Htsh: 5,09 uiu/ml
- FT3: 2,24 pg/ml
- FT4: 1,00 ng/dl
Da lì agli esami neurologici: fatti il 19/04/2002, costituiti da:
- RM ENCEFALO mdc
- RM IPOFISI mcd, condotti entranbi con tecnica SE e FLAIR.
Il referto dice: “Non si rilevano alterazioni focali di intensità di segnale a carico del parenchima cerebrale. Sistema ventricolare eumorfico ed in sede normale. Normale la configurazione degli spazi liquorali periencefalici. Non si dimostrano rinforzi di segnale in fase contrastografica. L’esame di dettaglio della regione ipotalamo-ipofisaria dimostra cavo sellare morfovolumetricamente nei limiti di norma. Non alterazioni strutturali del parenchima ipofisario. Penducolo ipofisario in asse.
Successive analisi:
- PROLATTINA: 28,4
- Htsh: 4,01
La visita dal ginecologo, fatta nell’agosto 2004, rileva una micropolicistosi ovarica.
Gentili dottori, secondo voi, da che possono derivare queste disfunzioni nel muovere la parte destra del corpo, soprtattutto per quanto riguarda il viso (aggiungo che la cosa è visibile nell’occhio destro, la cui pupilla è sempre più dilatata di quella dell’occhio sin., ed anche l’occhio stesso è sempre più sbarrato o più chiuso dell’altro, a volte sembra quasi una forma di strabismo!)
Se non disturbo, vorrei chiedere anche:
- mi consigliate, in questo stato di cose, di prendere la pillola prescrittami dal ginecologo (ho un pò paura, non vorrei nascondere la causa del problema, facendo divenire regolare il ciclo con la pillola, vorrei risolvere il problema all’origine).
- per dormire prendevo la melatonina in passato. Posso ancora farlo o stravolgo ancora di più il sistema ormonale?
- ho sentito parlare della sindrome di cusher...essedomi aumentato il volume dell’addome in poco tempo (in più è aumentata la quantità di peluria), potrebbe essere un’ipotesi o no?Come verificarlo?
Grazie ancora per la vostra dedizione e per il tempo concessomi, vi sono molto grata!

[#4] dopo  
Utente 388XXX

Gentili dottori, vi ringrazio innanzi tutto caldamente per aver risposto ed aver preso in considerazione il mio caso.
In merito alle richieste di delucidazione, preciso i valori delle analisi fatte fino ad ora.
Le prime sono avvenute il 28/02/04 (circa 2 mesi dopo che avevo avvertito le anomalie descritte nel commento) e questo fu l’esito:
- V E S: 11 mm/h
- PROLATTINA: 90,5 ng/ml
- Htsh: 5,09 uiu/ml
- FT3: 2,24 pg/ml
- FT4: 1,00 ng/dl
Da lì agli esami neurologici: fatti il 19/04/2002, costituiti da:
- RM ENCEFALO mdc
- RM IPOFISI mcd, condotti entranbi con tecnica SE e FLAIR.
Il referto dice: “Non si rilevano alterazioni focali di intensità di segnale a carico del parenchima cerebrale. Sistema ventricolare eumorfico ed in sede normale. Normale la configurazione degli spazi liquorali periencefalici. Non si dimostrano rinforzi di segnale in fase contrastografica. L’esame di dettaglio della regione ipotalamo-ipofisaria dimostra cavo sellare morfovolumetricamente nei limiti di norma. Non alterazioni strutturali del parenchima ipofisario. Penducolo ipofisario in asse.
Successive analisi:
- PROLATTINA: 28,4
- Htsh: 4,01
La visita dal ginecologo, fatta nell’agosto 2004, rileva una micropolicistosi ovarica.
Gentili dottori, secondo voi, da che possono derivare queste disfunzioni nel muovere la parte destra del corpo, soprtattutto per quanto riguarda il viso (aggiungo che la cosa è visibile nell’occhio destro, la cui pupilla è sempre più dilatata di quella dell’occhio sin., ed anche l’occhio stesso è sempre più sbarrato o più chiuso dell’altro, a volte sembra quasi una forma di strabismo!)
Se non disturbo, vorrei chiedere anche:
- mi consigliate, in questo stato di cose, di prendere la pillola prescrittami dal ginecologo (ho un pò paura, non vorrei nascondere la causa del problema, facendo divenire regolare il ciclo con la pillola, vorrei risolvere il problema all’origine).
- per dormire prendevo la melatonina in passato. Posso ancora farlo o stravolgo ancora di più il sistema ormonale?
- ho sentito parlare della sindrome di cusher...essedomi aumentato il volume dell’addome in poco tempo (in più è aumentata la quantità di peluria), potrebbe essere un’ipotesi o no?Come verificarlo?
Grazie ancora per la vostra dedizione e per il tempo concessomi, vi sono molto grata!

[#5] dopo  
Utente 388XXX

Gentili dottori, vi ringrazio innanzi tutto caldamente per aver risposto ed aver preso in considerazione il mio caso.
In merito alle richieste di delucidazione, preciso i valori delle analisi fatte fino ad ora.
Le prime sono avvenute il 28/02/04 (circa 2 mesi dopo che avevo avvertito le anomalie descritte nel commento) e questo fu l’esito:
- V E S: 11 mm/h
- PROLATTINA: 90,5 ng/ml
- Htsh: 5,09 uiu/ml
- FT3: 2,24 pg/ml
- FT4: 1,00 ng/dl
Da lì agli esami neurologici: fatti il 19/04/2002, costituiti da:
- RM ENCEFALO mdc
- RM IPOFISI mcd, condotti entranbi con tecnica SE e FLAIR.
Il referto dice: “Non si rilevano alterazioni focali di intensità di segnale a carico del parenchima cerebrale. Sistema ventricolare eumorfico ed in sede normale. Normale la configurazione degli spazi liquorali periencefalici. Non si dimostrano rinforzi di segnale in fase contrastografica. L’esame di dettaglio della regione ipotalamo-ipofisaria dimostra cavo sellare morfovolumetricamente nei limiti di norma. Non alterazioni strutturali del parenchima ipofisario. Penducolo ipofisario in asse.
Successive analisi:
- PROLATTINA: 28,4
- Htsh: 4,01
La visita dal ginecologo, fatta nell’agosto 2004, rileva una micropolicistosi ovarica.
Gentili dottori, secondo voi, da che possono derivare queste disfunzioni nel muovere la parte destra del corpo, soprtattutto per quanto riguarda il viso (aggiungo che la cosa è visibile nell’occhio destro, la cui pupilla è sempre più dilatata di quella dell’occhio sin., ed anche l’occhio stesso è sempre più sbarrato o più chiuso dell’altro, a volte sembra quasi una forma di strabismo!)
Se non disturbo, vorrei chiedere anche:
- mi consigliate, in questo stato di cose, di prendere la pillola prescrittami dal ginecologo (ho un pò paura, non vorrei nascondere la causa del problema, facendo divenire regolare il ciclo con la pillola, vorrei risolvere il problema all’origine).
- per dormire prendevo la melatonina in passato. Posso ancora farlo o stravolgo ancora di più il sistema ormonale?
- ho sentito parlare della sindrome di cusher...essedomi aumentato il volume dell’addome in poco tempo (in più è aumentata la quantità di peluria), potrebbe essere un’ipotesi o no?Come verificarlo?
Grazie ancora per la vostra dedizione e per il tempo concessomi, vi sono molto grata!

[#6] dopo  
Utente 388XXX

Scusate ancora, dimenticavo di dire che la Tac è stata fatta con metodo di contrasto (con la punturina)e non ho mai preso farmaci per queste patologie (tranne le fiale SARGENOR, consigliate dal dottore per lo stress).

[#7] dopo  
Dr. Andrea Del Buono

28% attività
4% attualità
12% socialità
CELLOLE (CE)
SANTA MARIA CAPUA VETERE (CE)
SPARANISE (CE)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2004
Gentile Signorina,
da quanto descritto, i valori di prolattina, rientrata senza alcuna terapia e quindi legata sicuramente allo stress, e di TSH non sono indice di patologia per cui non deve assumere alcun farmaco. Riguardo alle modifiche del suo aspetto, a distanza non posso darle una spiegazione; le consiglerei un nuovo consulto dal neurologo; mentre per il sospetto di Sindrome di Cushing, può dosare ACTH e cortisolo plasmatici entro le ore 8.00 del mattino. Comunque all'Università di Ancona il gruppo del Prof. Mantero si interessa di questa patologia per cui nel dubbio può rivolgersi a loro. Cordiali saluti
Dott. Andrea Del Buono
Endocrinologo - Diabetologo

[#8] dopo  
Giuseppe Ielo
Medico Chirurgo
Specialista in Ecografia
Specialista in Endocrinologia
Specialista in Medicina Nucleare
Studio: via Roma, 10/f - 20064 Gorgonzola (MI)
Studio: via Ariosto, 9 - 24047 Treviglio (BG)
Tel. 0363-41183
Mobile 333-3164013


Gentile Utente 3889,
ho notato che i valori del TSH sono persistentemente alti o "borderline", per cui non trascuri di seguire con attenzione l'andamento secretivo del TSH, con prelievi mensili e magari con prova di stimolazione con TRH.
Le consiglio altresì il dosaggio di LH e FSH per le irregolarità mestruali da Lei denunciate, tenendo conto del periodo del ciclo quando andrà a fare tali esami.
Per la terapia estroprogestina, come consigliatoLe dal ginecologo, la faccia perché sarà solo una terapia positiva, sia per le cisti ovariche, come per la regolarizzazione el ciclo.
Sulla melatonina mi lasci dubitare sulla efficacia di tale elemento sull'insonnia.
Gradisca i miei saluti.
Dottor Giuseppe Ielo