Utente 106XXX
Salve,
sono una donna di 35 anni, in terapia con eutirox 50 e tiroide ibsa 66.Analisi del sangue nella norma con terapia.
Ho un broblema a sopportare il freddo. Appena scende un po' la temperatura (sotto i 25 gradi)
mi si addormentano le mani. In questi giorni di freddo non intenso ho brividi continui e batto anche i denti. Mi copro molto, tipo maglietta in microfibra, 2 golf, calzamaglie pesanti sotto i pantaloni, guanti, cappotto e sciarpa ma non riesco a sconfiggere il freddo. Mi passa solo quando faccio sport. Mi muovo prevalentemente in bici e 3/4 volte a settimana faccio pattinaggio artistico ma appena mi fermo mi sento gelare. L' unico modo per riscaldarmi e fare un bagno molto caldo.Ho avuto lo stesso problema anche quest' estate: amo nuotare ma dopo pochi minuti in acqua mani addormentate e freddo intnso con brividi. Una volta uscita dall' acqua ci mettevo circa un' ora a riscaldarmi stando al sole avvolta nell' asciugamano e poi vestita anche con la felpa (in pieno giorno ad agosto).
Non ho problemi di pressione bassa, sono alta 169 cm e peso 50 kg. Soffro anche di osteopenia.
Siamo solo all' inizio dell' inverno e non so come arrivare a primavera, so che non sembra un problema serio ma mi sento molto limitata. In ufficio sembro una barbona vestita a strati e anche questo mi crea problemi.
Spero che il problema sia facilmente risolvibile.
Grazie

[#1] dopo  
Dr.ssa Flavia Massaro

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
MARIANO COMENSE (CO)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2010
Gentilissima,

immagino che se si è rivolta a questo sito il suo medico non abbia particolari indicazioni per lei, e non ritenga quindi che la sua situazione necessiti di un trattamento farmacologico.

Se vuole può risolvere del problema del freddo imparando ad utilizzare il Training Autogeno: si tratta di una tecnica di autodistansione composta da una serie di esercizi che includono anche i cosiddetti "esercizi del calore", mediante i quali la persona è in grado di riscaldare in maniera rapida e automatica le parti del corpo che desidera.
Questa abilità si può apprendere anche in poco tempo, ma occorre ovviamente allenamento e motivazione - che non credo proprio le manchi.

Per saperne di più le suggerisco la lettura di questo articolo :
www.medicitalia.it/minforma/Psicologia/652/Il-Training-Autogeno-nel-trattamento-dei-sintomi-psicologici-e-psicosomatici

Se le interessa apprendere il TA - o almeno la parte che le sarebbe utile conoscere - deve rivolgersi ad uno psicologo che lo utilizza per chiedere maggiori informazioni e concordare tempi e modi per l'apprendimento.

Cordialmente,
Dr.ssa Flavia Massaro, psicologa a Milano e Mariano C.se
www.serviziodipsicologia.it

[#2] dopo  
Utente 106XXX

Gentile Dott.ssa Massaro,
grazie per la sua risposta.
In realtà non ho ancora parlato con il mio medico, dovevo fare delle analisi prima della visita e ci ho messo un po' di tempo (non sono una paziente molto diligente). Lo vedrò comunque a giorni.
Ho trovato il suo articolo molto interessante e mi piacerebbe molto apprendere il TA, sopratutto se può sostituire una terapia farmacologica. Cercerò uno psicologo che possa insegnarmi i fondamentali. In questo caso lo psicologo si limiterebbe ad insegnarmi il TA e basta? Lo chiedo perchè non sono interessata a psicoanalisi o cose del genere.
Grazie ancora.

[#3] dopo  
Dr.ssa Flavia Massaro

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
MARIANO COMENSE (CO)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2010
Per prima cosa deve chiarire con il medico la situazione e seguire quello che le prescrive, ovviamente.

Gli psicologi che insegnano il TA lo fanno anche al di fuori di un percorso "terapeutico", perchè si tratta di una tecnica utilizzabile anche per specifici obiettivi (ad es. per miglorare le prestazioni sportive) che nulla hanno a che fare con lo stress o con la psicopatologia.

Di conseguenza, dopo la visita medica, potrà sentre un mio collega chiarendo subito qual è il suo obiettivo.
Dr.ssa Flavia Massaro, psicologa a Milano e Mariano C.se
www.serviziodipsicologia.it

[#4] dopo  
Utente 106XXX

La ringrazio ancora tantissimo, spero che mi possa anche indicare un suo collega a cui rivolgermi a Roma.Non saprei dove iniziare a cercarlo.
A presto

[#5] dopo  
Dr.ssa Flavia Massaro

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
MARIANO COMENSE (CO)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2010
Da qui non ci è possibile suggerire nomi di singoli professionisti, ma può cercare nell'elenco degli iscritti a questo sito o all'albo online dell'Ordine degli Psicologi della sua regione.

Mi faccia sapere!
Dr.ssa Flavia Massaro, psicologa a Milano e Mariano C.se
www.serviziodipsicologia.it

[#6] dopo  
Utente 106XXX

Gentile dottoressa,
ho seguito un corso di ta(corso alpha) e l' ho trovato interessante ed isruttivo, mi sta aiutando a limare dei lati del mio carattere troppo impulsivi e le teciche di rilassamento serali sono magnifiche!
Purtroppo non ho risolto il problema del freddo, comincia anche mentre faccio attività e mi innervosisce perchè so che non appena mi fermerò starò male.Il mio compagno dice che durante questi "attacchi" divento effettivamente fredda, se sono molto intensi mi addormento . Dovrei andare dal medico e fare anche un controllo della tiroide ma prima vorrei sapere se questo freddo che sento può avere delle cause organiche, se sì quali e se ci sono delle analisi del sangue che posso fare insieme a quelle della tiroide .
Ribadisco che sono una donna molto sportiva e che ho intensificato i miei allenamenti, sono abituata ad ignorare i piccoli messaggi di disagio che mi manda il corpo come dolori, fame o stanchezza ma non ci riesco con il freddo. Mi rifiuto di farmi limitare da questa cosa ,spero che Lei o qualche suo collega del sito possiate aiutarmi:
Grazie tantissimo.

[#7] dopo  
Utente 106XXX

PS: in effetti non so se mi addormento per il freddo o perchè con il TA ogni tanto mi succede.

[#8] dopo  
Dr.ssa Flavia Massaro

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
MARIANO COMENSE (CO)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2010
"sono abituata ad ignorare i piccoli messaggi di disagio che mi manda il corpo come dolori, fame o stanchezza ma non ci riesco con il freddo"

Forse il suo corpo ad un certo punto ha trovato il modo di farsi sentire sul serio e di metterla di fronte alla necessità di ricordarsi anche di lui e delle sue esigenze.

Per quanto riguarda il TA non conosco il corso che ha seguito: era tenuto da uno psicologo?
Come le riescono gli esercizi del calore?
Dr.ssa Flavia Massaro, psicologa a Milano e Mariano C.se
www.serviziodipsicologia.it

[#9] dopo  
Utente 106XXX

Gentile Dottoressa,
dopo aver perso tempo a frequentare corsi di ta ho scoperto che ,pur assumendo l'eutirox, non riesco a "convertire", gli ormoni tiroidei. Oltre al freddo si era aggiunta amenorrea per alcuni mesi. Mi hanno prescritto Liotir in associazioni a dosaggi più alti di eutirox ed ora va meglio.

[#10] dopo  
Dr.ssa Flavia Massaro

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
MARIANO COMENSE (CO)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2010
Più che corsi collettivi di Training Autogeno sarebbe stato indicato l'insegnamento individuale, che consente di seguire adeguatamente il singolo e monitorare i risultati che sta ottenendo, modellando il percorso secondo le sue esigenze.

Nella mia esperienza tutti arrivano al risultato della percezione del calore (che deriva dalla vasodilatazione periferica indotta dal TA), quindi posso pensare che il corso che ha seguito non le abbia garantito lo stesso livello di apprendimento che avrebbe raggiunto invece se avesse imparato il TA individualmente facendosi seguire da uno psicologo.

In ogni caso è una buona notizia che abbia migliorato la situazione modificando la terapia farmacologica: ciò che conta è che si senta meglio, indipendentemente da come è arrivata a questo risultato.

Un caro saluto,
Dr.ssa Flavia Massaro, psicologa a Milano e Mariano C.se
www.serviziodipsicologia.it

[#11] dopo  
Dr. Sergio Di Martino

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
12% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
TORRE DEL GRECO (NA)
MERCATO SAN SEVERINO (SA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2004
Gentile utente, un quadro di ipotiroidismo, si associa molto spesso al freddo, oltre che ad altri sintomi, soprattutto se conclamato.
Questo puo' essere causa di amenorrea e quest'ultima, soprattutto se prolungata, puo' determinare una condizione di osteopenia.
Anche per la gestione futura della problematica tiroidea, tenga sempre come riferimento costante l'endocrinologo che La sta seguendo.
Dr. Sergio Di Martino
Specialista in Endocrinologia
http://www.medicitalia.it/s.dimartino

[#12] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Gentile signora,
ho letto casualmente la sua richiesta di consulto e mi scuso per l'intromissione un po' fuori tema.

Poiché Lei ha scritto >>dopo aver perso tempo a frequentare corsi di ta ho scoperto che ,pur assumendo l'eutirox, non riesco a "convertire", gli ormoni tiroidei>>, Le vorrei chiedere per mia curiosità, ovviamente professionale, che durata hanno( annuali, mensili o settimanali) questi corsi di TA ? E relativo costo nella sua esperienza ?

Non faccia per favore nomi di persone o nomi di centri per ovvie ragioni.

Sulla loro efficacia, almeno sul sintomo freddo, ha già scritto chiaramente.
La ringrazio salutandola cordialmente.
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#13] dopo  
Utente 106XXX

Per il dott.Di Martino:
Gentile Dottore, ho consultato questo sito perhè il mio endocrinologo continuava a dire che i miei sintomi erano normali ma non faceva niente per risolverli, alla fine ho cambiato endocrinologo.Mi sono resa conto con molto ritardo che non avrei dovuto limitami a sopportare i sintomi ma che avrei dovuto fare qualcosa per alleviarli.

Per il dott. Catania:
Gentile Dottore, io ho fatto sedute di gruppo a week end alternati della durata nominale di tre ore ma con pausa di quasi mezz'ora al costo di 50 euro mensili. So che c'era l'opzione tutti i week end oppure un weekend intensivo in campagna ma, non avendoli presi in considerazione, non ricordo i prezzi.
Non mi fraintenda: per il freddo sono stati inefficaci,forse perchè non riuscivo a fere gli esercizi fuori casa,dove effettivamente mi servivano (a casa mi metto sotto la termocoperta e in un po' di tempo mi scaldo).Per ansia, gestione della rabbia e occasionale insonnia li ho trovati molto utili. Soprattutto per rilassare la muscolatura dopo un allenamento intensivo.

[#14] dopo  
Dr. Sergio Di Martino

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
12% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
TORRE DEL GRECO (NA)
MERCATO SAN SEVERINO (SA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2004
Gentile utente, mi rallegro che abbia risolto le Sue problematiche cliniche, il freddo in particolare, soprattutto correggendo la condizione di ipotiroidismo con un adeguamento della terapia, così come sono lieto che abbia riscontrato risultati per altri aspetti, come l'ansia e l'insonnia, grazie all'integrazione del TA.
Dr. Sergio Di Martino
Specialista in Endocrinologia
http://www.medicitalia.it/s.dimartino