Utente 486XXX
Gentili dottori,
scrivo per avere un parere su un dubbio che ho riguardo all'osteoporosi.
Premetto che sono sempre stata sana come un pesce, solo mal di schiena fin da giovane (tutte le donne della mia famiglia soffrono di artrosi), ho sempre fatto sport, da adolescente anche a livello agonistico (fondo), dieta sana e varia, bevo anche tanto latte.
Nella mia famiglia non ci sono stati casi di osteoporosi.
Ho 59 anni e peso 50 kg per 165 cm di altezza, sono andata in menopausa a 50, a 51 pressione e colesterolo alti (terapia Ramipril e Idroclorotiazide 2,5/12,5, Simvastatina 20 mg), a 54 diagnosticata angina da sforzo microvascolare (terapia Cardioaspirin, Bisoprololo 2,5 mg, Omeprazolo 20 mg).
Due anni fa mi sono fratturata una costa per uno sforzo improvviso e lo scorso mese altra frattura di un'altra costa avvenuta per un piccolo sforzo. Questa volta ho fatto la MOC-DXA che ha evidenziato un'osteoporosi con i seguenti valori T-Score:
LOMBARE
L1 -3.9
L2 -3.8
L3 -3.7
L4 -4.3
Total -4.0
ANCA
Neck -3.4
Troch -3.5
Inter -2.7
Total -3.4
Ward's -3.8
Conclusioni: Osteoporosi - Rischio fratture: alto

Successivamente alla MOC ho fatto alcune analisi del sangue (queste di seguito vanno tutte bene):
Emocromo+F+P
Glucosio
Creatinina
eGFR
Calcio totale (sangue)
Fosfato inorganico (sangue)
Fosfato inorganico (urine 24H)
ALT
Fosfatasi alcalina
Gamma GT
Colesterolo totale+LDL
Trigliceridi
Tireotropina
Follitropina
Luteotropina
Prolattina
Beta Estradiolo
C Telopeptide (beta CrossLaps)
Omocisteina
Esame urine
Queste le uniche alterate:
Vitamina 25OHD 12.4
Calcio (urine 24H) 59
Progesterone 0.8
Colesterolo HDL 52
Paratormone 99

Il dubbio che ho è che alla mia età non posso avere un'osteoporosi da 80enne perché con la vita che ho fatto (sport e alimentazione sana) dovrei aver raggiunto un adeguato picco di massa ossea. Secondo me sono stati alcuni farmaci che prendo, tipo l'Omeprazolo che riduce l'assorbimento di calcio da parte dell'intestino, anche perché l'ipocalciuria mi fa proprio sospettare che ci sia un ridotto assorbimento intestinale di calcio e il valore del paratormone penso sia alto per una sorta di "compensazione". Certo anche la magrezza in questi casi non aiuta e neanche la riduzione degli estrogeni a causa della menopausa però mi sembra eccessiva un'osteoporosi a questi livelli.

Bene, il mio curante mi ha detto che devo iniziare subito la terapia con la vit. D e i bifosfonati. Io non la voglio fare perché prima voglio avere la certezza che non siano i farmaci che prendo ad aver accelerato l'osteoporosi perciò è inutile assumere dei farmaci "per le ossa" continuando a prenderne altri che limiterebbero il loro assorbimento e poi voglio anche escludere altre possibili cause (della serie voglio curare la causa e non il sintomo).

Cosa ne pensate, faccio bene ad approfondire? Vorrei fare altri esami tipo un'eco o una scintigrafia per verificare lo stato delle paratiroidi. Me ne consigliate altri?

Vi ringrazio e mi scuso per la lungaggine.
Emanuela

[#1] dopo  
Dr. Giandomenico Mascheroni

24% attività
20% attualità
0% socialità
CARNAGO (VA)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2018
Prenota una visita specialistica
Io rifarei il paratormone. Una ecografia tiroidea potrebbe essere utile ma non è la metodica più indicata per lo studio delle paratiroidi . Molte medicine nucleare mettono dei cut off (la mia proprio 100) per giustificare la esecuzione di scintigrafia paratiroidea.
Dr. Giandomenico Mascheroni, MMG ed Endocrinologo
- Carnago prov . VARESE -
agenda:
https://www.clickdoc.it/prenota-visita/38687/giandomenico

[#2] dopo  
Utente 486XXX

Grazie per la risposta dott. Mascheroni. La mia era un'ipotesi, che poi sia una scintigrafia o altri esami per me l'importante è arrivare a una diagnosi certa perché come ho già scritto voglio essere sicura di curare la causa e non il sintomo.
Grazie ancora.