Emicrania e problemi ginecologici

Gentili Dottori,
posto la mia domanda in farmacologia perchè avendo due problemi le cui cure farmacologiche contrastano ora con l'uno, ora con l'altro, non sapevo dove altro inserirla.
In breve: ho 31 anni e soffro di emicrania senza aura ( circa 1/2 episodi a settimana) da quando sono bambina. Sono stata visitata da neurologici che mi hanno prescritto diversi tipi di antiepilettici e triptani. Non ho mai avuto benefici ma solo effetti collaterali. Ho fatto ricorso anche agli oligoelementi ma non hanno sortito effetto. Per cui nei momenti in cui il mal di testa è insopportabile sono costretta a farmi una iniezione di toradol mischiata al soldesan. Ciò allieva il dolore.
Purtroppo da circa dieci anni soffro anche di fortissimi dolori mestruali e cicli irregolari con perdite anche per 15/17 giorni di fila. Ciò mi costringe ad usare sempre gli assorbenti e mi espone a candide e a ricorrenti episodi di cistite (curate con augmentin). I problemi ginecologici (sono seguita da una ginecologa bravissima) li risolvo con la pillola (attualmente yaz) ma la stessa degenera il mio mal di testa. Mi trovo in una impasse dalla quale non riesco ad uscire. Mi potete consigliare qualcosa? Grazie
[#1]
Dr. Tommaso Vannucchi Farmacologo, Psichiatra, Tossicologo 6,8k 336 1
gentile utente
che la pillola le scateni l'emicrania purtroppo è un fatto molto spesso associato, l'unica possibiltà è di intervenire sulla terapia profilattica per le ricadute eventualmente associando più farmaci

Tommaso Vannucchi

[#2]
dopo
Utente
Utente
Grazie mille, Dottore!

Ansia: sai riconoscerla? Scoprilo con il nostro test