Emicrania, difficoltà di linguaggio

Salve,
sono molto preoccupata per mio padre perchè ultimamente accusa i seguenti sintomi:
- vista di vetri rotti, flash ma solo dall'occhio sinistro. Ha subìto anche un piccolo intervento per lesione della retina
- forte emicrania
- difficoltà nell'esprimersi
In passato è già successo! Cosa potrebbe essere?Stress, nervoso?
Purtroppo ho mia madre che soffre di depressione da ormai 5 anni.
In attesa di una Vostra risposta, Vi ringrazio anticipatamente.
[#1]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 67,1k 2k 23
Gentile Utente,

quanti anni ha Suo padre? In passato non ha mai manifestato questi sintomi?
La difficoltà della parola è di breve durata e poi seguita dall'emicrania?
Lo stesso per il disturbo visivo?
Mi spiego meglio, il disturbo visivo si associa al deficit della parola per alcuni minuti e poi insorge l'emicrania?
Mi faccia sapere.

Cordiali saluti

Dr. Antonio Ferraloro

[#2]
dopo
Utente
Utente
Gentile Dottore,
mio padre ha 61 anni ed in passato è già successo che avesse questo problema.
Praticamente inizia prima il disturbo all'occhio sinistro e a questo si associa la difficoltà nell'esprimersi che dura all'incirca due tre ore. Subito dopo insorge un forte mal di testa.
[#3]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 67,1k 2k 23
Come ipotesi più probabile si può pensare all'emicrania con aura prolungata, in questo caso aura visiva e afasica. Mi dice che già in passato questa sintomatologia si era manifestata altre volte. Ricorda a quale età ha avuto il primo episodio?
In ogni caso faccia effettuare una visita neurologica presso un collega esperto in cefalee.
Le invio dei link sull'emicrania con aura.
https://www.medicitalia.it/salute/neurologia/60-emicrania.html#Emicrania_con_aura
https://www.medicitalia.it/minforma/neurologia/31-l-emicrania-con-aura.html

Cordialmente

[#4]
dopo
Utente
Utente
Mio padre ha avuto il primo attacco all'età di 55 anni. Quali potrebbero essere i fattori scatenanti? E' necessario seguire una terapia o gli attacchi tendono a scomparire col passare degli anni senza assumere nulla?
La Ringrazio in anticipo
[#5]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 67,1k 2k 23
Ritengo che la prima cosa da fare, come suggerito precedentemente, sia la visita neurologica. In base ai riscontri della visita il neurologo potrebbe anche consigliare qualche esame diagnostico, se ritenuto opportuno.
Questione terapia, se gli episodi sono sporadici (2-3 in un anno) generalmente non è consigliata una terapia di prevenzione ma solo un antidolorifico nel caso il dolore sia forte.
Se invece gli attacchi sono frequenti è indicata anche una terapia di prevenzione.
Le ricordo ancora che Suo padre non ha una diagnosi precisa in quanto queste sono solo delle ipotesi a distanza.

Cordialità
[#6]
dopo
Utente
Utente
La ringrazio molto per il consulto.
Cordiali Saluti
[#7]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 67,1k 2k 23
Di nulla, buona giornata!
[#8]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 67,1k 2k 23

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio