Utente 174XXX
gentilissimi dottori, volevo chiedervi se per effettuare il test delle feci per rilevare la presenza dell'helicobacter pylori è necessario interrompere l'uso di Esomeprazolo, 30 giorni prima dell'esame o posso continuare ad assumerlo regolarmente senza compromettere il risultato, e volevo chiedervi la percentuale di attendibilità del test rispetto al Breath Test.
Grazie per le risposte

[#1] dopo  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
VIBO VALENTIA (VV)
CINQUEFRONDI (RC)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Il test e meno attendibile del BT test e c'è necessità di interrompere la terapia.

Ecco un articolo per approfondire sull'HP, sui test e sulla terapia eradicante:

https://www.medicitalia.it/minforma/gastroenterologia-e-endoscopia-digestiva/1051-helicobacter-pylori-eliminarlo.html

Saluti

Primario di Gastroenterologia ed Endoscopia, Osp. San Giuseppe - Milano
Centro di COLONSCOPIA ROBOTICA
www.endoscopiadigestiva.it

[#2] dopo  
Utente 174XXX

grazie mille dottore, rapidissimo e gentilissimo

[#3] dopo  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Gentile utente,

mi permetto, in aggiunta, di specificare ulteriormente alcuni concetti:

questa metodica ricerca nelle feci, la presenza di un antigene dell' Hp, il cosiddetto antigene fecale (HpSA).

La presenza dell'antigene è segno di infezione in atto ed è quindi un test più attendibile della ricerca di anticorpi nel sangue,

tuttavia i falsi negativi (cioè la negatività del test quando invece l' Hp è presente) sono superiori a quelli dell' Urea Breath Test.

farmaci quali Antibiotici, Inibitori di pompa protonica e preparazioni a base di bismuto possono sopprimere temporaneamente la crescita di H.pylori e l’utilizzo di questi farmaci può dare risultati falsamente negativi.

Infine la ricerca dell'H.P. non dev'essere fine a se stessa ma legata ad una ben precisa ipotesi di danno,
non essendo, di per se, elemento di malattia in atto,
la semplice presenza (positività) dell'HP.

Saluti.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#4] dopo  
Utente 174XXX

Gentilissimo dottor Quatraro, son affetto da lieve reflusso gastroesofageo e piccola ernia iatale da 4 anni, alla prima gastroscopia prima della terapia farmacologica l'helicobacter era assente, attualmente son sotto cura con nexium 20 mg al giorno, e devo dire che negli ultimi anni è andata sempre bene, ma nell'ultimo mese ho notato un aumento dei disturbi allo stomaco ( dolore, acidità ). Il medico mi ha prescritto il breath test prima di una gastroscopia, ma quando ho prenotato l'esame ho visto nelle note che bisogna sospendere la terapia per 30 giorni. La cosa sinceramente mi spaventa, perchè dopo 2-3 giorni senza nexium riprendono i rigurgiti acidi e il bruciore allo sterno. Avrei preferito effettuare il test hp delle feci per non sospendere la terapia, ma se il risultato non è affidabile, cercherò di resistere per un mese senza esomeprazolo.

[#5] dopo  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Gentile utente,

oramai l'Helicobacter è il "capro espiatorio" di "tutti i mali digestivi".

In ogni caso devo darle una notizia che non so se le farà piacere o meno:
l'Helicobacter Pylori non ha ruolo nei suoi sintomi che mi sembrano legati al reflusso .........

... anzi ...

... secondo alcuni ricercatori l'Helicobacter Pylori potrebbe (addirittura) esercitare un'azione protettiva conto la malattia da reflusso gastroesofageo (GERD).

Saluti.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#6] dopo  
Utente 174XXX

scusi la mia ignoranza in materia dottore, mi avevano sempre detto che chi soffre di reflusso e si cura per questo problema deve tener maggiormente sotto controllo il fattore HP, perchè potrebbe non avvertirne i sintomi (essendo sotto esomeprazolo) e di conseguenza trascurarlo negli anni. Adesso sono un pochino più confuso, comunque vi ringrazio moltissimo di cuore per il tempo e la disponibilità che ci dedicate.

[#7] dopo  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Ci mancherebbe.

Sapevo di dire qualcosa di "strano" rispetto al comune sentire!

Auguroni.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#8] dopo  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
VIBO VALENTIA (VV)
CINQUEFRONDI (RC)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Gentilissimo,

Le aggiungo anche la mia testimonianza sulla "innocuità" dell'HP nel reflusso come appunto viene riportato nell'articolo di riferimento sul reflusso presente sul sito:

https://www.medicitalia.it/salute/Reflusso-gastroesofageo

Mi stia bene.

Primario di Gastroenterologia ed Endoscopia, Osp. San Giuseppe - Milano
Centro di COLONSCOPIA ROBOTICA
www.endoscopiadigestiva.it

[#9] dopo  
Utente 174XXX

ho letto l'articolo con molta attenzione. vi ringrazio nuovamente per la disponibilità e per la cortesia.