x

x

Vomito ricorrente

👉Quando prendere i fermenti lattici e perché

Salve a tutti,
mio padre ha 57 anni da un paio di mesi ha degli episodi di vomito che dura circa 6-7 ore sopratutto la notte e poi il giorno dopo come se non fosse successo nulla, sta bene.
Da premettere che lui ha sempre sofferto di gastrite (non curata quasi mai se non con dell'acqua con bicarbonato o gaviscon).
Allora costretto a fare degli accertamenti, ha fatto prima un ecografia che evidenziava un angioma al livello del fegato e un ispessimento della parete gastrica delle piccole cisti ai reni il resto nella norma.
Motivo per cui ha fatto prima una gastroscopia: il cui referto in sostanza dice che è presente una grossa ernia iatale cn esofagite da reflusso di grado A, cardias risalito e beante.
Poi per definire meglio l'apparato addominale ha eseguito una TAC con e senza mezzo di contrasto che confermava la presenza dell'angioma a livello epatico e due cisti renali corticali bilaterali e la cosa che piu mi preoccupa, un dubbio ispessimento di una, ernia inguinale bilaterale gia nota delle prime anse digiunali con minima iperdensità del grasso limitrofo sul versante mediale
infine trombosi concentrica del tratto distale dell'aorta e dell'arteria iliaca sx.
Il medico ha consigliato una terapia cn pantorc 40mg x2 x sei settimane per poi ridurre, piu un approfondimento con color dopler per la trombosi.
Per quanto riguarda l'angioma un controllo a 6 mesi e poi se nn varia a 1 anno.
Mi sn dilungata x dire che tutto questo è successo un paio di settimane fa, fatto sta che nonostante la terapia e tutto oggi ha vomitato ancora tutto il giorno.
Io sono molto spaventata e preoccupata, chiedo un consiglio a voi per capire che altri approfondimenti possa fare per capire il motivo di tutto ciò
scusate se mi sn dilungata troppo
[#1]
Dr. Andrea Favara Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Colonproctologo, Chirurgo generale 25.7k 641 349
L' iter diagnostico appare corretto tuttavia l' ispessimento della parete gastrica andrebbe meglio definito anche in considerazione della persistenza del sintomo.

Dottor Andrea Favara

[#2]
dopo
Utente
Utente
che altri esami dovrebbe fare? da cosa potrebbe essere dato tale ispessimento?
Ho pensato di farlo ricoverare, per eseguire ulteriori accertamenti, ma sono molto spaventata.
[#3]
Dr. Andrea Favara Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Colonproctologo, Chirurgo generale 25.7k 641 349
Ad esempio un' ecoendoscopia o una risonanza magnetica ma sono solo ipotesi.
[#4]
dopo
Utente
Utente
e' arrivata la sentenza, adenocarcinoma duodenale.
[#5]
Dr. Andrea Favara Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Colonproctologo, Chirurgo generale 25.7k 641 349
Adenocarcinoma duodenale? non è una patologia frequente, si tratta forse di una neoplasia pancreatica o biliare? Quali accertamenti ha eseguito? E' importante stabilire lo stadio per programmare la terapia
[#6]
dopo
Utente
Utente
No dottore, pancreas e colecisti indenni. (per il momento)
Ha eseguito una nuova gastroscopia piu approfondita da cui si è vista la lesione, una tac e una risonanza che confermavano la stenosi.
E' già stato operato martedi adesso siamo in attesa dell'esame istologico e della stadiazione per poter sentire il parere dell'oncologo.
[#7]
Dr. Andrea Favara Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Colonproctologo, Chirurgo generale 25.7k 641 349
Certo.Auguri ancora