Utente
Buonasera a tutti.
Vi scrivo dopo aver cercato risposte nel sito.Ho 41 anni, conduco una vita regolare, ma faccio un lavoro molto stressante,( coordinatore Area nella Gdo supermercati e ipermercati) ho sofferto da quando mio padre nel 95 ha avuto un infarto , di uno stato d ansia, determinato dalla paura di poterlo avere a mia volta. soffro da 2 anni di mal di stomaco, con episodi di difficoltà digestive, stitichezza, senso di pesantezza e dolore retrosternale.
A dicembre 2010 ho effettuato una gastroscopia, che ha evidenziato "esofago regolare, cardias in sede ipotonico,. Con prolasso intermittente di mucosa gastrica.
Cavità gastrica sostenibile, contenente secrezioni normali.
La mucosa è sollevata in pliche regolari,piloro rotondo e pervio.duodeno regolare.
Sono stati fatti prelievi biopsici,alla ricerca di helicobacter. "
Irisultati sono stati:
Ipotonia del cardias, ricerca helicobacter Negativo, gastrite cronica non atrofica inattiva.
Ho effettuato esami del sangue ripetuti che hanno segnalato solo un livello di colesterolo elevato circa 250.
Nell'ultimo mese ho avuto diversi episodi frequenti di mal distomaco, ed ho quindi cercato conforto nelle analisi mediche, per capire le ragioni del malessere e curarle.
Ho fatto a inizio maggio esami del sangue e urine con dati anomali:
ves a 19,ematocrito a 40,8 , Mcv 78,5 , Rdv-cv 15,2 , monociti 11,6 , urine peso specifico 1.023 e presenza di 10-40 emazie e rari leucociti.
I dati diglicemia, trigliceridi, ast, e gamma Gt nella norma.
A fine maggio poi ho effettuato una ecografia addominale completa che cita" evidenza difetto lievemente aumentato di volume,a struttura iperecogena a tipo di iniziale steatosi.
Vie biliari intra e extra epatiche di calibro normale.
Colecisti regolare e priva di litiasi.
La regione pancreatica non osservazioni per sovrapposizione di meteorismo non presenta comunque grossolani lesioni spazio occupanti.
Entrambi i reni normali
Puntiforme spot iperecogena a livello del gruppo caliceale superiore A sinistra, può essere riferito a placca di Randall o a mkcrolitiasi non ostruente.
Vescica e prostata normali.
Con questi dati ho effettuato una visita gastroenterologica, che non ha evidenziato anomalie, e mi è stato prescritto solo esomeprazolo 40 una compressa al mattino
Ed evitare cioccolata, di cui io sono un grande consumatore.
Tuttavia dopo queste visite, ho cominciato ad avere dei dolori al fianco destro,e da tre giorni molto più Forti, che si irradiano anche alla schiena, che il mio medico base ritiene al 90% essere coliche renali, con una possibilità di interessamento del fegato, visto che negli episodi dolorosi sento male anche all'altezza del costato destro poco sotto l'ascella.
Come cura il medico ha prescritto buscopan 2 volte al giorno e iniezioni di liometacen durante le crisi.
Ho effettuato di nuovo le analisi delle urine(normali) e urinocultura (negativa)
Però ho paura del dolore che aumenta, e di complicanze gravi che temo enormemente . Potete aiutarmi?

[#1]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Gli accertamenti che ha eseguito sono in linea di massima negativi, tranne un lieve steatosi epatica. Non è da escludere che il dolore addominale sia legato ad una sindrome del colon irritabile ed a meteorismo. Ne parli con un gastroenterologo per una terapia specifica. Nel frattempo può adottare delle norme igienico-dietetiche per ridurre il meteorismo come riportato nell'articolo:

http://www.endoscopiadigestiva.it/spaw2/uploads/files/Meteorismo%20addominale.pdf

Cordialmente
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#2] dopo  
Utente
Buongiorno dottor Cosentino, grazie per avermi risposto, ho letto diversi suoi consulti ed ho fiducia nel suo giudizio.
Ho scritto stanotte proprio in seguito ad una giornata in cui ho avuto nel pomeriggio un evento doloroso, che ho controllato con il farmaco liometacen, che poi in serata si è quasi azzerato, lasciando solo una leggera scia di fastidio .
Tuttavia dopo essermi addormentato alle 22.30 mi sono svegliato circa a mezzanotte con un senso di peso al petto, che mi ha agitato molto. Ed è la seconda volta in tre giorni. Come anticipato prima sono in uno stato di ansia elevato, e quindi immagino che possa essere il motivo, ma vorrei esserne sicuro.
Inoltre vorrei chiederle se ritiene corretti i farmaci prescritti perché nelle indicazioni inseriscono entrambi controindicazioni in caso di problemi ai reni o al fegato.
E se Lei ritiene che la steatosi epatica riscontrata possa essere grave o tendente ad esserlo, visto che stamattina mi sono svegliato con ancora male al fianco destro e dolore alla bocca dello stomaco.
Ho utilizzato 30mg di lansox come consigliato in precedenza dal dottore, e non il nuovo farmaco, proprio perché segnalate queste controindicazioni, inoltre per oggi è Prevista una radiografia del torace per valutare eventuali anomalie come ipotizzato dal mio medico.
E la sua riflessione sembra andare nella stessa direzione.
Può aiutarmi a capire e magari anche tranquillizzare?
Grazie infinite,
Maurizio

[#3] dopo  
Utente
Buongiorno dottor Cosentino, grazie per avermi risposto, ho letto diversi suoi consulti ed ho fiducia nel suo giudizio.
Ho scritto stanotte proprio in seguito ad una giornata in cui ho avuto nel pomeriggio un evento doloroso, che ho controllato con il farmaco liometacen, che poi in serata si è quasi azzerato, lasciando solo una leggera scia di fastidio .
Tuttavia dopo essermi addormentato alle 22.30 mi sono svegliato circa a mezzanotte con un senso di peso al petto, che mi ha agitato molto. Ed è la seconda volta in tre giorni. Come anticipato prima sono in uno stato di ansia elevato, e quindi immagino che possa essere il motivo, ma vorrei esserne sicuro.
Inoltre vorrei chiederle se ritiene corretti i farmaci prescritti perché nelle indicazioni inseriscono entrambi controindicazioni in caso di problemi ai reni o al fegato.
E se Lei ritiene che la steatosi epatica riscontrata possa essere grave o tendente ad esserlo, visto che stamattina mi sono svegliato con ancora male al fianco destro e dolore alla bocca dello stomaco.
Ho utilizzato 30mg di lansox come consigliato in precedenza dal dottore, e non il nuovo farmaco, proprio perché segnalate queste controindicazioni, inoltre per oggi è Prevista una radiografia del torace per valutare eventuali anomalie come ipotizzato dal mio medico.
E la sua riflessione sembra andare nella stessa direzione.
Può aiutarmi a capire e magari anche tranquillizzare?
Grazie infinite,

[#4]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Credo proprio che il fegato (semplice steatosi) non abbia alcuna relazione con il dolore riferito. Deve solo controllare la sua alimentazione, non congrua come da sua ammissione. Va bene il lansoprazolo ed attendiamo l'esito della radiografia del torace.

Cordialmente
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#5] dopo  
Utente
Ancora grazie della risposta.
Ho effettuato la radiografia come anticipato.
Non ha evidenziato nulla di particolare, sia nelle vie urinarie che nell'emicostato destro.
Solo in una radiografia in antero-posteriore eseguita per valutazione degli archi costali sembrano evidenziarsi puntiformi immagini calcifiche proiettate Sul parenchima renale a destra, che potrebbero essere assimilabili alle microcaocificazioni segnalate all'esame ecografico.
Dopo pranzo(. Riso in bianco, 1/2 seppia e un po di focaccia) ho cominciato di nuovo ad avvertire dolore, che è progressivamente aumentato fino a dover nuovamente fare un'iniezione di liometacen Alle 15.15 .
Poi dopo circa 45 minuti ho avuto un conato di vomito ed ho rigettato solo una parte di ciò che avevo mangiato.
Mi è rimasta da allora un dolorabilita' dello stomaco al tatto e un senso di pesantezza e nausea leggera.

Inoltre non si è ancora esaurito il dolore al fianco che resta irradiato nella zona frontale all'altezza dell'ombelico, e posteriormente e lateralmente un po' più in alto.
Resta tutto nella norma del decorso delle coliche renali?
Può essere intrapreso qualche intervento per la riduzione del dolore e degli stati di nausea?
I farmaci sono corretti?
Grazie ancora del suo interesse e intervento.

[#6]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Se i disturbi persistono credo sia utile una rivalutazione gastroenterologica. Non vedo perchè debba trattarsi di una colica renale...
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#7] dopo  
Utente
Dalla sua esperienza,verso quale indirizzo propende nel mio caso?
Le confermo che il dolore si è attenuato al fianco, ma non è Regredito completamente.
Inoltre il senso di nausea è Rimasto, anche se controllato con una pillola di malox, ma al momento in cui le scrivo sembra ritornare.
Non le nascondo che sono perplesso e allarmato, dal fatto che non si riesca ad evidenziare una chiara diagnosi, nonostante tutti i controlli fatti.
Grazie in anticipo...

[#8] dopo  
Utente
Dalla sua esperienza,verso quale indirizzo propende nel mio caso?
Le confermo che il dolore si è attenuato al fianco, ma non è Regredito completamente.
Inoltre il senso di nausea è Rimasto, anche se controllato con una pillola di malox, ma al momento in cui le scrivo sembra ritornare.
Non le nascondo che sono perplesso e allarmato, dal fatto che non si riesca ad evidenziare una chiara diagnosi, nonostante tutti i controlli fatti.
Grazie in anticipo...

[#9]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008


La tranquillità deve venire dagli accertamenti che sono risultati negativi.


Lei dice:

>>Come anticipato prima sono in uno stato di ansia elevato, e quindi immagino che possa essere il motivo, ma vorrei esserne sicuro.<<

L'ansia può incidere notevolmente, ma la certezza viene dal controllo clinico. Per cui deve essere il suo medico a monitorare la situazione. Per noi non è facile dare un parere definitivo non potendola visitare.


Cordialmente

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#10] dopo  
Utente
grazie per il suo tempo.
La aggiorno sull'argomento :
Sabato mattina ho fatto una visita urologica ed il dottore ha effettuato una ulteriore ecografia che ha evidenziato il rene destro leggermente ingrandito. Pur non riuscendo a vedere calcoli.
Mi ha fatto notare però che nel secondo esame delle urine era ancora presente una quantità di sangue pari a 4/8 eritrociti per campo.
Ha quindi fissato una tac addominale per oggi.
Se non la disturbo, vorrei darle ragguagli successivamente, con i dati della tac, e avere un parere complessivo.
Grazie ancora.

[#11]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Certamente. Attendo sue notizie.

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it