Utente 252XXX
Salve a tutti,
vi scrivo per richiedere consulto medico in relazione a disturbi che avverto ormai da qualche mese.
Sto riscontrando enormi difficoltà a digerire qualsiasi tipo di pasto, anche molto leggero.
La sensazione di pensantezza e gonfiore la avverto soprattutto nelle ore serali, dopo cena, e va avanti ahimè per tutt la notte con conseguente riposo notturno disturbato.
Inoltre soffro spesso di diarrea e e aria nella pancia.
Mi chiedevo a cosa fosse dovuto tutto questo e soprattutto se possono esserci relazioni con patologie tumorali dell'apparato coinvolto in quanto sono molto spaventato dal protrarsi della situazione nonstante conduca un'alimentazione molto leggera.
E' un pò di tempo infatti che conduco un'alimentazione light ( sebbene per lunghi periodi sia stato in sovrappeso) avendo eliminato quasi del tutto la pasta e consumando frequentemente centrifugati di verdura e molte insalatone miste.
Preciso che sono un soggetto abbastanza ansiosi e ho attreversato un periodo di discreto stress.
Resto in attesa di un vostro cortese riscontro.
Vi ringrazio anticipatamente.
Saluti.

[#1]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
8% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Il suo racconto non fa sospettare patologie tumorali ma funzionali: colon irritabile, con sviluppo di discreto meteorismo, probabilmente accentuato dalla sua attuale dieta ricca di fibre.

Cordiali Saluti
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#2] dopo  
Utente 252XXX

Gent. Dr Quatraro,
la ringrazio innanzitutto per la risposta.
Sono sollevato da quanto lei mi ha riferito, l'unica cosa che non riesco a spiegarmi è questa difficoltà a digerire, un senso di gonfiore e pesantezza anche quando mangio molto light. Ha delle relazioni con un probabile colon irritabile ?
Lei mi consiglia indagini più approfondite ( gastroscopia/colonscopia) ?
Le preciso inoltre che il mio medico curante mi ha prescritto una mini cura di una settimana con PANTORC e GAVISCON una volta al dì oltre a fermenti lattici come ZIRFOS. Crede possa essere adeguata coma cura per i problemi riscontrati ?
Grazie mille.

[#3]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
8% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
È una terapia antireflusso, solo i fermenti possono giovare al colon irritabile, ma non credo possano bastare.
Le consiglio un esame colturale completo delle feci (batteri, miceti e parassiti) e soprattutto consideri l'idea di rivolgersi ad in gastroenterologo che possa ben seguirla.

Saluti
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#4] dopo  
Utente 252XXX

Salve,
in questi giorni prenoterò una visita gastroenterologica presso l'ospedale San Raffaele di Milano.
La mia domanda però è : il senso di gonfiore/pensantezza ( quasi addome dilatato) crede possa avere relazioni con un colon irritabile ?
Grazie.
Saluti,

[#5]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
8% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Il meteorismo è uno dei sintomi tipici del colon irritabile.

Saluti
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#6] dopo  
Utente 252XXX

Gent. dott. Quatraro,
le rispondo a questo post a distanza di mesi in quanto è subentrato un nuovo problema che ora espongo.
Sono un ragazzo di 30 anni in leggero sovrappeso e sofferente da anni di cattiva digestione e reflusso gastroesofageo come accennato in precedenza.
Ho effettuato due volte gastroscopie che hanno evidenziato ernia iatale.
Da ecoaddome del 2014 risultava moderata steatosi al fegato.

Da qualche mese soffro di frequenti mal di schiena notturni a seguito dei quali ho effettuato RX e visita ortopedica, dalla quale emerge solo una discopatia da curare con sedute osteopatiche.

Ho effettuato esami del sangue di routine dai quali risulta tutto nella norma, tranne ahimè i valori S-alanina aminotransferasi che è risultata altissima: 159 su un massimo di 59 e S-ASPARTATO AMINOTRANSFERASI con un valore di 91 su un max di 35.
Segnalo che fino a settimana scorsa ho fatto cura con antinfiamatorio dicloreum e rilassante muscolare sirdalud per il problema alla schiena. Inoltre per influenza ho utilizzato spesso tachipirina nelle ultime settimane.
Negli ultimi mesi ho preso almeno un volta al giorno compresse di vitamina C "acerola" per rafforzare difese immunitarie.

Con valori del genere devo preoccuparmi ? Da cosa possono dipendere ? E' in atto qualche serio problema al fegato ?
Ho già fatto in passato esami per epatite con esiti negativi e ho anticorpi a seguito di vaccini.

Vado regolarmento in bagno, non ho subito cali ponderali e ho appetito normale.

Sono già molto ansioso di mio sulle malattie e questi valori mi hanno terrorizzato.
In attesa di suo sollecito riscontro.
Grazie.
Saluti.