Attivo dal 2010 al 2014
Buongiorno,
Ho eseguito una gastroscopia a giugno per bruciori all'esofago e allo stomaco. Ho seguito svariate cure, ma non riesco a risolvere il mio problema.
Questo è il risultato della gastroscopia con biopsia:

Nulla all'esofago
La mucosa del terzo inferiore è intensamente iperemica per esofagite ma non lesioni di rilievo.
Giunzione esofago gastrica lievemente irregolare
Stomaco ampio con pareti ben distendibili con ristagno chiaro.
Nulla al fondo e corpo
Modica iperemia della mucosa antrace. Biopsie per tipizzazione della gastrite e ricerca HP.
Nulla al duodeno fino alla seconda porzione.

La biopsia ha dato come risultato:
Esame macroscopico: 3 frammenti.
Esame microscopico: frammenti riferibili a mucosa gastrica di tipo antrale e fundica sede di modesta gastrite cronica superficiale. Non presente H.P

Il problema è che io ho eseguito l'esame mentre assumevo antiacidi, ma il giorno stesso io cui l'ho fatta non ho preso alcuna medicina. Ho letto su internet che ciò può occultare il batterio H.P e sono letteralmente terrorizzata all'idea di averlo. Quante possibilità ci sono con questo risultato che io ce l'abbia? Dovrei interrompere le cure e rifare l'indagine, ma non riesco perché i dolori sono così forti che non mi permettono neanche di mangiare.
Cordiali saluti.

[#1]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
MARIANO COMENSE (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
No. Sta trattando adeguatamente l' esofagite con dieta farmaci ed astensione dal fumo? Mi concentrerei su questo.
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it

[#2] dopo  
Attivo dal 2010 al 2014
Ero preoccupata del batterio perché avevo letto che solitamente la gastrite cronica antrale è associata ad esso. La dieta la sto seguendo rigorosamente, prendo i farmaci tutti i giorni e non bevo e non fumo né l'ho mai fatto. Sono davvero tanto preoccupata e non capisco la causa del mio malessere. La ringrazio per la risposta. Quindi lei ritiene inutile fare un esame mirato per HP? Oppure dovrei ripetere la gastroscopia?
Cordiali saluti.

[#3]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
MARIANO COMENSE (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
No. E' gia' negativo.
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it

[#4] dopo  
Attivo dal 2010 al 2014
La ringrazio dottore!
Quindi nel caso in futuro rifarò una gastroscopia con biopsia posso continuare a prendere gli antiacidi senza pericolo di occultamente del batterio?
Adesso il medico mi ha cambiato nuovamente cura e mi ha ridato pantorc la mattina e riopan gel in bustine. Sto facendo la cura da due giorni, ma ancora non vedo miglioramenti.
Cordiali saluti e grazie per la sua disponibilità

[#5] dopo  
Attivo dal 2010 al 2014
Buonasera,
sto continuando ad assumere il pantorc e la crisi forte sembra passata, ma continuo lo stesso ad avere dei dolori durante la giornata. Posso considerare efficace questa cura? Oppure dovrebbe eliminare completamente i sintomi per esserlo?
Cordiali saluti.

[#6]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
MARIANO COMENSE (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Forse va modificato il dosaggio, il tipo di farmaco o la frequenza di somministrazione.
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it

[#7] dopo  
Attivo dal 2010 al 2014
Buongiorno!
Il mio dottore ha provato ha cambiarmi cura tantissime volte, ma alla fine il risultato è sempre lo stesso. Sono molto preoccupata. Come faccio a vivere serenamente la cosa? ormai non sono più quella di un tempo
Cordiali saluti

[#8] dopo  
Attivo dal 2010 al 2014
ogni dieci giorni il problema si ripresenta e mi ritorna l'attacco forte, è una cosa normale oppure mi devo preoccupare?
Cordiali saluti

[#9]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
MARIANO COMENSE (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
A questo punto consideri sempre su guida del suo medico, una causa diversa come origine dei suoi sintomi.
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it

[#10] dopo  
Attivo dal 2010 al 2014
Buonasera,
grazie per la risposta, ma quale sono le cause che provocano questi disturbi? Dalla gastroscopia è emerso che ho un'esofagite da reflusso e una gastrite, ci potrebbe essere dell'altro?
Cordiali saluti

[#11]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
MARIANO COMENSE (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Questo purtroppo non è definibile a distanza, per questo le ho consigliato di rivolgersi al suo medico. Mi riferisco a eventuali patologie che non riguardano esofago stomaco e duodeno.
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it

[#12] dopo  
Attivo dal 2010 al 2014
Al mio medico e anche al gastroenterologo avevo posto questa domanda, ma entrambi mi hanno detto che non era necessario fare altre analisi. Il dottore ha ipotizzato una causa di tipo psicologico dato che sono una persona molto ansiosa e mi ha detto che se c'è uno stato di stress dietro è più difficile curare il disturbo. Questa può essere considerata una causa valida?
In ogni caso mi scuso per l'insistenza e la ringrazio.

[#13]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
MARIANO COMENSE (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Certo
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it

[#14] dopo  
Attivo dal 2010 al 2014
grazie dottore. L'ultima domanda e poi mi dileguo, promesso. Quando ci si trova davanti a situazioni come la mia ci si deve preoccupare oppure è qualcosa che si può affrontare serenamente? Spesso temo di soffrire qualcosa di più grave o che ci siano stati errori nella gastroscopia

[#15] dopo  
Attivo dal 2010 al 2014
Oggi è stata una giornataccia, ho avuto un'acidità fortissima tutto il giorno e non diminuisce con niente. Domani vado dal medico, ma perché sembro essere immune alle cure? L'anno scorso mi è successo un fatto particolare, non so se può essere importante, ma per togliermi il dubbio lo racconto ugualmente. Il giorno della gastroscopia (l'avevo alle cinque del pomeriggio) non ho dovuto assumere alcun farmaco ed è stato l'unico giorno dopo tanto tanto tempo in cui non ho avvertito alcun dolore. Come si potrebbe spiegare questa cosa?
Cordiali saluti

[#16]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
MARIANO COMENSE (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Non saprei, è un fatto davvero strano.
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it

[#17] dopo  
Attivo dal 2010 al 2014
Forse si tratta di una semplice casualità o forse quel giorno ero così terrorizzata dalla gastroscopia da dimenticare tutto il resto.
La ringrazio dottore e mi scuso per l'insistenza.
Cordiali saluti

[#18] dopo  
Attivo dal 2010 al 2014
Dottore ormai sto andando in fissa, ho troppa paura di avere il batterio. È vero che il test era negativo ma è pur vero che prima di fare la gastroscopia ( fino al giorno prima) ho continuato ad assumere inibitori di pompa protonica. Su molti siti ho letto che questo potrebbe alterare il risultato del test, quante sono le probabilità che ciò che avvenga? Lei mi ha detto che ci si può fidare del fatto che il test sia negativo. Perchè nel mio caso non c'è pericolo di alterazione del risultato?