Utente
Ho 41 anni. Circa 2 anni fa, in seguito a fastidio in zona anale, mi è stato diagnosticato con defecografia e rettoscopia, un rettocele con lieve prolasso mucoso. Con un'alimentazione ricca di fibre e integratori(Benefibra) ho ridotto moltissimo il fastidio. Ma il dicembre scorso ho iniziato ad avere episodi di diarrea a intermittenza. Sentito un gastroenterologo, dopo un'accurata visita, mi ha prescritto degli esami ematici (emocromo,ferritina,ves,pcr,T3,T4,TSH,alt,gammagt e anticorpi antiendomisio) tutti risultati ampiamente nella norma. Il gastroenterologo mi ha quindi prescritto Duspatal al bisogno dicendo che la mia è una diarrea sistemica. Non è il caso di fare esami più approfonditi come una colonscopia? Ho paura di avere qualcosa di grave, e nel frattempo, con l'intestino sottosopra mi è comparsa anche un'emorroide fastidiosa.
Grazie in anticipo per l'aiuto.

[#1]  
Dr. Alessandro Scuotto

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
COMO (CO)
SARONNO (VA)
MILANO (MI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile signora,
l'indicazione per un'indagine strumentale in genere viene posta dopo una visita medica e non soltanto sulla base della sintomatologia. Lei ha praticato una visita specialistica gastroenterologica, a suo parere accurata, e aoportuni esami di laboratorio, dunque concordo con l'opinione del collega. Se, in seguito alla terapia prospettatale, non dovesse riscontrare beneficio è utile una rivalutazione clinica con l'ipotesi di un accertamento endoscopico.
Cordiali saluti.
Alessandro Scuotto, MD, PhD.