Utente 327XXX
Salve dottori, vi racconto brevemente la mia storia,

Ho 28 anni, è da circa due anni che riscontro, (prima ad intermittenza e ora con regolarità) delle evacuazioni, generalmente mattutine, prive di consistenza, molli, cmq del normale colore.. Ho notato che questo problema tende a scomparire nei periodi di vacanza; Dico questo perchè, lavorando ed avendo ripreso gli studi universitari(cosa che mi ha causato non pochi problemi a livello emotivo) mi trovo fuori casa in un altra città, e durante il periodo vacanziero, ferie permettendo, torno a casa, dove questo problema sembra non verificarsi.

Il tutto si accompagna a rumori intestinali,molto forti, prevalentemente la sera dopo i pasti, e subito prima del pranzo se non ingerisco del cibo(ma questo penso sia normale).
Altro sintomo è il bisogno di, mi lasci passare il termine, ruttare con frequenza, come se avessi del gas da espellere.

Ora, le differenze nell'alimentazione tra qui e casa mia sono minime se non nulle. Contando che per la prima settimana di ritorno dalle ferie continuo cmq ad alimentarmi con cibi riportati da casa, quindi stessa carne, stessa verdura stessa frutta etc... ma il problema si ripresenta. Quindi l'unica vera variabile sarebbe al limite l'acqua di cottura della pasta....
L'unica cosa che cambia è il fumo. Vuoi per lo stress, vuoi per stupidità fumo molto di più.

Ora so bene che dovrei farmi una visita, visto il protrarsi della sintomatologia; ma c'è qualcosa che potrei provare prima di rivolgermi ad uno specialista?

Grazie per la disponibilità

[#1]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Potrebbe trattarsi di sindrome dell'intestino irritabile.
Prenoti una visita gastroenterologica!
Nel frattempo può assumere fermenti lattici per 3 - 4 settimane!
Resto a sua disposizione!
Cordiali saluti!
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#2] dopo  
Utente 327XXX

la ringrazio per la risposta.

Neanche a farlo apposta sto studiando in questi giorni la fisiologia dell'apparato digerente, la domanda che le porgo è: visto che a favorire questa sintomatologia di certo ci sono dei movimenti peristaltici "vivaci" con un transito troppo veloce del materiale nel crasso con scarso assorbimento di sali e acqua, durante questo periodo di prova con i fermenti lattici mi conviene provare ad integrare anche sali minerali o magari assumere antispasmodici?


grazie per la disponibilità.

[#3]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Non so cosa lei studi, ma non si lanci in terapie fantasiose!
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#4] dopo  
Utente 327XXX

ok ok, ultima domanda quali fermenti mi consiglia? mi oriento più in quelli da "banco frigo" da supermercato o qualcosa tipo yovis da farmacia?

[#5]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Acquisti i fermenti in farmacia!
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#6] dopo  
Utente 327XXX

qualche marca in particolare da consigliarmi?

[#7]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
comprenderà da solo che non voglio e non posso!
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#8] dopo  
Utente 327XXX

mi scuso effettivamente la domanda era formulata male;
quale probiota mi conviene assumere?

visto che noto che sono molto selettive le varie composizioni.

[#9]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Ad esempio il Lactobacillus reuteri può andare bene.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#10] dopo  
Utente 327XXX

Grazie mille, la ringrazio. La terrò aggiornato per eventuali(speriamo) miglioramenti.