Utente
Buonasera,vi scrivo per mia sorella.
Mia sorella ha 45 anni,51kg,1m70.Da Novembre 2013 accusa dolori addominali,
dopo analisi del sangue e visita specialistica gli è stata diagnosticata una pancreatite.
Nel mese di gennaio dopo dolori molto forti e ulteriori analisi le amilasi pancreatiche erano molto alte 600 U\L. Venne ricoverate e effettuate ecografia addome,tac con contrasto,risonanza magnetica.Da tali esami ancora una volta gli venne detto che l aumento degli enzimi era dovuto alla pancreatite.Dopo una cura di 15 giorni e ritorno normale degli enzimi,oggi dopo analisi di controllo le amilasi avevano un valore di 1000 U\L. Il medico ha richiesto il ricovero urgente....
Inizio a preoccurami cosa puo essere?

[#1]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
La risonanza magnetica e TAC hanno rilevato qualche patologia a livello bilio-pancreatico ?

Cordialmente

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#2] dopo  
Utente
Grazie per la risposta dr.Cosentino.
Il medico ci riferì che la tac e la risonanza magnetica avevano evidenziato una pancreatite.Queste furono le sue parole.
Poichè segue una dieta molto rigida dettata dal medico stesso,non riesco a spiegarmi questa ricaduta.Stasera hanno effettuato le analisi dell amilasi e i risultati sono stati di 980 U\L.Hanno effettuato una ecografia all addome con i medesimi risultati del mese scorso.Lei ha qualche consiglio?

[#3]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Si potrebbe approfondire mediante Ecoendoscopia.


Cordialmente

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#4] dopo  
Utente
Grazie ancora per la vostra risposta.
Sono ritornato in questo momento dall ospedale,dopo numerose richieste da parte mia e di mio cognato,hanno soltanto effettuato analisi del sangue e terapia antibiotica . Quindi una giornata senza altri esami strumentali.
Unica nota positiva le amilasi pancreatiche sono scese a 600 U\L.
Domani ci hanno comunicato che effettueranno altri esami.
Cosa potrebbe significare la riduzione delle amilasi?

MI dimenticai di dirle che anche nostra zia 6-7 anni fa ,gli è stata diagnostica una pancreatite di cui è in cura ancora oggi.

grazie per la vostra futura risposta

[#5]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Significa che la pancreatite può essere in risoluzione.

Saluti
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#6] dopo  
Utente
Buongiorno dottore,oggi a mia sorella gli e stata effettuata una ecografica all addome e risonanza magnetica.I medici confermano una pancreatite acuta.Oggi gli verra ri effettuata una tac per verificare il funzionamento della colicisti .Inoltre il medico ci ha informato che effettuera dei controlli anche alle ovaie.puo dirmi perche?

[#7]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Sinceramente non mi é chiaro il motivo del l'accertamento ginecologico. Deve approfondire con il medico.

Cordialmente

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#8] dopo  
Utente
Buongiorno dott.Cosentino,il ricovero di mia sorella continua.
Dopo la nostra preoccupazione riguardo alla visita ginecologica,il medico ci ha informato che avevamo sbagliato a capire.Cosa strana in quanto eravamo in 3 ad averlo sentito.
Comunque ieri mattina gli è stata effettuata una ulteriore risonanza magnetica al pancreas e analisi del sangue ,solo che dopo piu di 24 H ancora non abbiamo i risultati delle amilasi.Oggi il medico che sta seguendo mia sorella , ci ha informato che dalla risonanza si denota la presenza di un infiammazione al pancreas.Quindi ennesima risposta uguale a tutte le altre.
Casualmente il nostro vicino di casa passato a salutare mia sorella,Biologo di professione,ha parlato con il medico in modo piu professionale rispetto a noi.Gli è stato detto che mia sorella verra sottoposta ad un ulteriore TAC con contrasto martedi prossimo,dicendo che la causa che ha scatenato l attacco è ancora sconosciuta.
Ora vedendo che mia sorella si è ripresa mi fa essere ottimista,ma la presenza della TAC mi mette ansia,non è che potrebbe avere qualche male ? Per questo non ci dicono niente?Oppure è semplice prassi?

[#9]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Gentilissimi,

Si tratta di una prassi. In pratica stanno approfondendo per cercare di capire la causa.

Mi aggiorni.

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#10] dopo  
Utente
Dopo un ulteriore ecografia mia sorella stamattina è ritornata a casa.
I risultati delle amilasi sono stati : 160 U\L

Nonostante mia sorella sia ritornata a casa lunedi mattina,di notte i dolori all addome sono sempre presenti,mentri quelli al braccio e schiena sono molto leggeri.
Venerdi gli sono stati effettuati delle analisi ematiche per capire se si tratta di una pancreatite immunologica o qualcosa del genere.
Tali risultati saranno pronto venerdi prossimo.
Ora mi chiedevo è possibile che sia una causa immunologica?
Ed è possibile che nonostante tutti i valori sono ancora presenti?

L ecografia di lunedi mattina mostrava ancora segni di miglioramento,ma i
medici ancora non riescono a comprenderne la causa.Ora dopo tutte queste indagini
è da escludere malattie piu pericolose?

Grazie dott.Cosentino puo sembrare poco,ma lei ha fatto tanto per me
se un giorno di trovasse a passare dalle mie zone (Napoli),la inviterò a cena.
buona serata

[#11]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Quello che conta é il miglioranto. Mi aggiorni e grazie ....... delli'invito.

A risentirci.

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it