Utente 226XXX
Gentili Dottori, da ormai qualche anno produco feci abbastanza formate, ma a volte non formate, colore marrone più chiaro del normale e a volte verso l'arancio. Sulla carta igienica quando mi pulisco la traccia resta gialla (mi scuso per lo schifo).
Assumo regolarmente sempre da parecchio tempo, integratore di fibre Psyllogel (in quanto in passato ho avuto problemi di stipsi). Sono abbastanza regolare, ma mi preoccupa il fatto del colore più chiaro del normale marrone e della consistenza a volte non formata.
Spesso le mie feci galleggiano.
Spesso in particolare la mattina ho dolori intestinali che si attenuano un po'dopo l'avacuazione o durante il giorno da sè.
Spesso verso il tardo pomeriggio mi si gonfia la pancia d'aria in particolare se sono passate troppe ore dal pasto e non ho avuto l'occasione di mangiare altro.
Circa 3 anni fa avevo fatto esami del sangue per la celiachia, risultati per due volte negativi.
Sono intollerante al lattosio ma non lo assumo da parecchio tempo.

Cosa potreste dirmi in per la consistenza e il colore strano delle mie feci?
E' necessario effettuare qualche esame più approfondito?

Aggiungo di essere minuta, 150 cm altezza x 40 Kg

Grazie in anticipo

[#1] dopo  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Colon irritabile?

Si rassereni e ne parli con il curante.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#2] dopo  
Utente 226XXX

La ringrazio, anche il mio medico tempo fa aveva pensato a colon irritabile, ma il fatto che ho spesso mal di pancia (livello intestino), con feci più chiare del normale e poco formate, mi aveva fatto preoccupare per un'eventuale celiachia non diagnosticata (in quanto ho saputo che l'esame del sangue non è il metodo diagnostico migliore per scoprire la celiachia, ma lo è la biopsia al duodeno, mi può confermare?), o per un problema di malassorbimento.
E' decisamente pesante avere sempre la pancia indolenzita o dolorante con a volte urgenza (anche più di una), di dover andare più volte in bagno se pur magari per fare poco tra un'evacuazione e l'altra (di solito la più consistente è la mattina, le altre meno e stranamente le successive sono pure meno formate! come mai?).
Tornerò comunque da lui per una visita.

Le faccio di seguito alcune domande:

1-Tuttavia, ritiene sia opportuno effettuare esami delle feci e magari ancora esami del sangue per la celiachia?

2-Feci marrone più chiaro del normale, a volte tendenti all'arancio, posso far pensare a qualche problema intestinale?

3-Le fibre ho notato che mi aiutano a non avere diarrea o comunque feci più formate di quando non le assumo (notare che anni fa avevo iniziate ad assumerle per il problema opposto, ossia stipsi), quindi ritiene sia meglio continuare ad assumerle?

4-Le fibre di psyllogel possono dare il colore più chiaro alle feci?

5-alcune volte ho avuto muco, come mai?

Grazie anticipatamente, cordiali saluti

[#3] dopo  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
1. certo
2. no
3. si
4. no
5. colon irritabile.

Un saluto cordiale
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#4] dopo  
Utente 226XXX

Grazie, perciò la sua prima risposta alla mia domanda numero 1, sta ad indicare che potrebbero esserci possibilità che il mio problema sia proprio celiachia o qualche malattia che causa malassorbimento?
Se sì, quali sono gli esami consigliati in casi come il mio?
Per la celiachia mi conferma che l'esame diagnostico migliore è la biopsia al duodeno?

Volevo aggiungere a tutta la descrizione su me stessa, che sono una persona che beve molto, anche 2 litri di acqua al giorno o almeno un litro e mezzo senz'altro, che beve una tisana "regolarità" la sera prima di andare a letto e mangio a pranzo solitamente sempre verdura come contorno e frutta la mattina a colazione (pesca, albicocca, kiwi, mela cotta, dipende dalla stagione), con latte di soia con fette biscottate e miele.
Per i pasti bene o male vario durante la settimana a pranzo tra pesce, carne, pasta, riso (quest'ultimo non spesso), la sera a volte solo pane e affettati o formaggio spalmabile senza lattosio.
Non so se questa alimentazione vada bene o no, e se può determinare feci poco formate e più chiare del normale. A volte trovo pezzi di verdure non digerite nelle feci (per esempio capita con le carote o con la buccia del pomodoro), è normale?

Con l'intestino irritabile cosa bisogna mangiare?


Grazie, cordiali saluti

[#5] dopo  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
[#6] dopo  
Utente 226XXX

Grazie per l'articolo molto interessante.

Per le altre domande poste invece quale potrebbe essere la risposta?

Ossia queste domande:

1- Lei mi ha risposto "certo" alla domanda " ritiene sia opportuno effettuare esami delle feci e magari ancora esami del sangue per la celiachia?", quindi mi domandavo: intende che potrebbero esserci possibilità che il mio problema sia proprio celiachia o qualche malattia che causa malassorbimento?

2-Se sì, quali sono gli esami consigliati in casi come il mio?

3-Per la celiachia mi conferma che l'esame diagnostico migliore è la biopsia al duodeno?

4- A volte trovo pezzi di verdure non digerite nelle feci (per esempio capita con le carote cotte o con la buccia del pomodoro), è normale?

Grazie, cordiali saluti

[#7] dopo  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Nella diagnostica del colon irritabile
occorre escludere altre patologie che possono coesistere e dare disturbi similari.

Deve prima effettuare i tests su sangue e solo in caso di positività si porrà l'indicazione alle biopsie duodenali.

E' normale trovare nelle feci <<pezzi di verdure non digerite nelle feci (per esempio capita con le carote cotte o con la buccia del pomodoro>>.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#8] dopo  
Utente 226XXX

Grazie per la spiegazione.
E' utile effettuare anche esami delle feci oppure è ininfluente?
Grazie cordiali saluti

[#9] dopo  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Per il colon irritabile è del tutto inutile.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#10] dopo  
Utente 226XXX

Grazie, ultime 4 cose:

1-mi ha scritto che l'esame delle feci per il colon irritabile è inutile, ma io come faccio a sapere a priori se è proprio colon irritabile e quindi escludere tale esame?

2-se gli esami del sangue per la celiachia dovessero risultare negativi, sarei davvero sicura di non avere la celiachia? Chiedo questo perchè ho letto che gli esami del sangue non sono l'esame migliore per diagnosticarla e possono dare falsi negativi...è vero questo?

3-i miei disturbi potrebbero anche essere causate da candida intestinale? Vaginale non ce l'ho, ho effettuato dei tamponi qualche mese fa.

4-oggi in tarda mattinata mangiando una brioches ho notato che mi si è gonfiata la pancia d'aria, e ho notato la stessa cosa ogni volta che mangio pane. E' normale?

Grazie, cordiali saluti

[#11] dopo  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
1. decide il suo specialista,
2. gli esami sono sicuri,
3. possibile ma improbabile
4. si tratta di aerofagia tipica degli ansiosi.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#12] dopo  
Utente 226XXX

Grazie, sicuramente deciderà lo specialista, ma volevo capire come mai mi aveva detto che era inutile fare l'esame delle feci pensando a priori al colon irritabile.

Inoltre come mai dice che la candida intestinale è poco probabile? Dà altri sintomi?

Grazie

[#13] dopo  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Nel colon irritabile spesso occorre escludere patologie concomitanti,
per questo motivo
oltre che per serenità del paziente
si ricorre ad indagini diagnostiche,
compresa la ricerca della candida.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#14] dopo  
Utente 226XXX

Grazie per la spiegazione, la ricerca della candida si fa in che modo? Analisi sangue o esame feci?

Inoltre spesso ho afte in bocca, anche ora, potrebbero essere correlate a qualche problema all'intestino?

Grazie, cordiali saluti

[#15] dopo  
Utente 226XXX

Aggiungo che circa 2 anni fa attraverso il breath test ho scoperto di avere l'helicobacter pylori, che ho curato con due antibiotici ma poi non ho rifatto il breath test per vedere se era stato debellato in quanto purtroppo il pensiero di dover eventualmente ripetere la cura che per me era stata pesantissima, ha avuto il sopravvento.

Avevo effettuato il breath test per l'helicobater pylori proprio per i problemi di continua formazione di aria in pancia che mi faceva male.
Tuttavia anche con la cura i miei sintomi sono continuati.

[#16] dopo  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
La ricerca è sulle feci.
L'HP è ininfluente su quanto descrive.
Si faccia guidare da uno specialista di fiducia.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#17] dopo  
Utente 226XXX

Per le afte in bocca abbastanza ricorrenti (ne soffro da tutta la vita), può essere qualcosa legato all'intestino?
Inoltre che sintomi dà la candida intestinale? Chiedo perché mi ha detto che è poco probabile.

Grazie cordiali saluti

[#18] dopo  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
La candidosi intestinale,
di non eccessiva incidenza (=poco probabile ... ma non impossibile!!!)
può dare sintomi aspecifici,
come pancia gonfia, meteorismo, prurito anale, diarrea, etc.
L'aftosi orale riconosce numerosissime cause,
sia organiche che non organiche (Psicogene).
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#19] dopo  
Utente 226XXX

Gentile Dottore, sono di nuovo qui perché in questi giorni ho avuto ancora feci in parte formate e in parte no e di colore abbastanza sul marrone chiaro, ma da ieri mi è venuta anche un'irritazione alla pelle vicino all'ano, diciamo zona perianale tra coccige e ano per intenderci, ho delle strisce di pelle arrossata e gonfia, mi brucia molto stando seduta o ancora peggio quando mi pulisco dopo la defecazione. Tra l'altro faccio anche un lavoro sedentario che complica le cose.

1- Cosa potrebbe essere? Il fatto che magari mi sono pulita grattando spesso la parte nei giorni scorsi con la carta igienica (in effetti è ciò che realmente ho fatto) ?

Per ora ho messo la pasta fissan e la streptosil ma con scarso successo.

2- Che misure potrei adottare per lenire i sintomi?

Lunedì ho comunque la visita dal medico di base.

Grazie cordiali saluti

[#20] dopo  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Potrebbe trattarsi di ragadi,
gestibili con opportuna terapia locale,
naturalmente dopo aver visitato ed ispezionato l'area in questione.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#21] dopo  
Utente 226XXX

Grazie, quindi non dovrebbe essere candida giusto?
Sto intanto applicando la pasta fissan ma non mi crea nessun miglioramento.
Il medico di base alla sola visita riuscirebbe a darmi qualche cura ?
La cosa strana è che non perdo sangue e lo screpolamento non è intorno all'ano ma parte da esso fino un po' più in alto più seguendo la riga del sedere per intenderci e anche di fianco alla riga a destra e sinistra.
Inoltre può essere che si sia formato questa irritazione perché ho sfregato la parte con la carta igienica i giorni scorsi?
Onestamente non sopporto più questo intenso bruciore quindi cosa potrei applicare per lenire un po' 'il dolore?
Una pomata come la decoderm potrebbe andare bene o meglio di no?

Grazie, cordiali saluti

[#22] dopo  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
E' meglio che venga osservata da un medico
prima di intraprendere iniziative improvvide.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#23] dopo  
Utente 226XXX

Gentile dottore stamattina la situazione è migliorata, l'irritazione è molto meno di ieri è mi fa molto meno male. Di conseguenza potrebbe essere stato semplicemente lo sfregamento? C'è ancora un po' di irritazione ma non come ieri

[#24] dopo  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Ottimo!
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#25] dopo  
Utente 226XXX

Ritiene possa essere stato solo lo sfregamento che ha causato il problema?

Le chiedevo se non poteva essere candida, perché avevo letto che può causare arrossamenti della pelle nella zona anale e perianale

[#26] dopo  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
E' una possibilità.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#27] dopo  
Utente 226XXX

Buongiorno,
stamattina di nuovo forte dolore di pancia e feci non formate. Mi sembrano quasi lucide.
Non ce la faccio più.
Ho provato per tre giorni (venerdì, sabato e domenica), a sospendere lo psyllogel, ma non migliora nulla.
Sia fisicamente che psicologicamente sto male, perchè quando l'organismo sta male, anche la mente si deprime.
Ho dolori più intensi la mattina ma che non se ne vanno nemmeno durante il giorno (parlo degli ultimi 3 gg).

Fatico a lavorare con questo perenne mal di pancia e non posso nemmeno permettermi molte assenze per varie visite, visto il lavoro a tempo determinato, quindi il solo pensiero mette ancora più ansia.

Possibile che un colon irritabile possa dare sempre feci non formate?
Io ho letto che dovrebbe esserci alternanza tra stipsi e diarrea.

Conviene ricominciare l'assunzione dello psyllogel? Non crea assuefazione?

Ieri le feci galleggiavano (come spesso mi succede).

Grazie

[#28] dopo  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Purtroppo si,
e purtroppo non può autogestirsi,
deve, come le ho scritto, farsi guidare da uno specialista di fiducia.

La saluto cordialmente
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#29] dopo  
Utente 226XXX

Cosa intende con "purtroppo sì"? cioè che il colon irritabile può essere sempre accompagnato da feci non formate e non necessariamente con alternanza tra stipsi e diarrea?

Cosa intende con "non può autogestirsi"?

Ritiene sia opportuno riprendere l'assunzione dello psyllogel? dà assuefazione oppure no?

mi scusi se insisto ma vorrei capire bene.

Inoltre rileggendo di nuovo il suo articolo https://www.medicitalia.it/minforma/gastroenterologia-e-endoscopia-digestiva/1848-colon-irritabile-sindrome-intestino-ibs-terapia-dieta.html praticamente una persona con questo problema non può mangiare più niente, e si sa bene che poi emergerebbero altri problemi, faccio già a meno di latte e derivati vista l'intolleranza al lattosio. Già sono sottopeso! mi preoccupa se dovessi dimagrire

[#30] dopo  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Le semplifico la comprensione:

<<Possibile che un colon irritabile possa dare sempre feci non formate? >>

si




<<Conviene ricominciare l'assunzione dello psyllogel? Non crea assuefazione?>>

purtroppo non può autogestirsi,



<<Io ho letto che dovrebbe esserci alternanza tra stipsi e diarrea.>>
<<praticamente una persona con questo problema non può mangiare più niente>>

ovviamente non è così, entrambe le interpretazioni non sono corrette,
il quadro sintomatologico è quanto mai vario, ... Inoltre
la dieta, come la terapia, va calibrata sul singolo e specifico caso,
ragion per cui deve, come le ho scritto, farsi guidare da uno specialista di fiducia.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#31] dopo  
Utente 226XXX

Nel frattempo che attendo la visita prima dal medico di base e poi dallo specialista, come posso calmare i sintomi e avere feci più formate? chiedo questo perchè dato che si sa che i tempi di attesa tra esami e visite sono piuttosto lunghi, non posso continuare a vivere male, contando che ci rimette pure il mio lavoro se non sto bene e non posso permettermi di assentarmi per un mal di pancia se pur sia continuo ogni giorno.
Lo psyllogel un po' mi aiutava ad averle più formate, e Lei stesso in uno dei precedenti messaggi 8uno dei primi), mi aveva scritto che andava bene continuare ad assumerlo.
Che Lei sappia crea assuefazione?

[#32] dopo  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Non crea assuefazione.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#33] dopo  
Utente 226XXX

Gentile dottore, stamattina ho effettuato il primo prelievo di campione per l'analisi delle feci prescritto dal medico di base (mi ha prescritto coprocultura, ricerca parassiti, analisi chimico fisica feci, quest'ultima la effettuerò attraverso la farmacia che manderà il campione ad un lab di analisi, perchè nella mia zona nessun ospedale effettua tale esame, e mi pare assurdo). Più una serie di esami del sangue per vedere come funziona il pancreas, ecc..(non ricordo ora tutto ciò che ha scritto, dato che non mi trovo a casa in questo momento).
Mi ha prescritto anche un integratore chiamato Sindrocol, sono 3 giorni che lo assumo, ma non vedo miglioramenti o diversità da prima.

Sta di fatto che stamattina le mie feci erano ancora malformate e lucide, con tracce di carote cotte mangiate ieri e l'altro ieri, inoltre erano maleodoranti. Ho accusato anche mal di pancia, cessato dopo l'evacuazione che è stata piuttosto violenta se posso usare un termine per descriverla.

Questa condizione, può essere riconducibile al colon irritabile? (intendo feci malformate, marrone chiaro verso l'arancio, lucide, con tracce di alimenti, e maleodoranti)?

Ho letto della fibrosi cistica che può dare feci così. O anche la giardia lambia. Lei che ne pensa?

Grazie, cordiali saluti

[#34] dopo  
Utente 226XXX

Aggiungo, come dicevo il medico mi ha prescritto esami feci: coprocoltura e esame parassiti.

Quanto campione dovrei prelevare da inserire nei flaconcini? Per il primo campione ho prelevato solo la quantità che stava sulla palettina attaccata al tappo, ma ho saputo che è troppo poco...è vero?

Infine per tre giorni posso tenerli in frigorifero?

Grazie