Utente 883XXX
Salve e grazie di questo spazio.
Ho 27 anni. Negli ultimi tempi, probabilmente a causa dello stress vado di corpo almeno 3 volte al giorno, due la mattina ad intervalli "quasi regolari" di circa mezz'ora e sempre dopopranzo, questa situazione, anche se può sembrare di poco conto, per me è quasi invalidante, costringendomi ad andare al bagno anche fuori casa quasi tutti i giorni, inoltre l'evacuazione è spesso di feci molli e accompagnata alla sensazione di non aver defecato in maniera completa, la cosa strana è che, specie dopopranzo, lo stimolo non è graduale ma bensì improvviso e fortissimo.
Ho fatto le analisi del sangue da poco e tutti i valori risultano ben entro la norma
Anche le analisi per la ricerca di sangue nelle feci sono risultate tutte negative

Fra qualche giorno dovrò affrontare un concorso pubblico, e probabilmente non avrò la possibilità di andare al bagno appena avrò lo stimolo, c'è qualche farmaco o prodotto naturale, che mi potrà aiutare durante i 3 giorni di esame? Voglio chiarire che nonostante questa situazione si prolunghi ormai da tempo, non ho assunto mai farmaci astringenti se non in casi di diarrea acuta

Ringrazio per lo spazio concessomi

[#1] dopo  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
MARIANO COMENSE (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
La prima impressione e' che si tratti di un colon irritabile che puo' migliorare con modifiche della dieta personalizzate ed assunzone di farmaci tipo antispastici o di altre classi.E' opportuno che ne parli col suo medico che valutera' se sono necessari altri accertamenti o se proporre una terapia. Auguri!
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it

[#2] dopo  
Prof. Mauro Granata

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
Le cause di una diarrea cronica possono essere numerose. L’anamnesi e l’esame obiettivo sono generalmente in grado di suggerire i meccanismi fisiopatologici responsabili e di guidare il medico nel successivo approccio diagnostico. Inizialmente è necessario escludere le cause di diarrea acuta, l'intolleranza al lattosio, le infezioni parassitarie e indagare sull’eventuale assunzione di farmaci e sulla presenza di malattie sistemiche. Successivamente si procederà con la valutazione dei leucociti e del sangue occulto fecali oltre ad uno studio endoscopico e radiologico delle vie digestive. In caso di normalità di tali reperti la determinazione degli elettroliti, della osmolarità, del peso e del grasso fecale permetteranno di giungere ad una corretta diagnosi e ad un opportuno trattamento. MG
Mauro Granata