Utente 368XXX
buongiorno a tutti ho 18 anni e da circa 3 anni (forse anche da prima senza rendermene conto, non lo so...) la mia attività di defecazione noto che è molto superiore alla norma, non vado di corpo quasi mai solo una volta al giorno (non salto mai un giorno), di solito dalle due alle quattro volte al giorno. Si tratta di attacchi anche piuttosto improvvisi di emissione di una quantità anche piuttosto elevata di feci molli ma formate, quindi non diarroiche, di colore normale (marrone scuro), piuttosto leggere perchè talvolta galleggiano, anche perchè sono spesso un po' sfaldate (scusate la schifezza dell'immagine). ho notato che l'ansia tende ad aumentare di molto la quantità di feci emesse, e purtroppo io sono un soggetto davvero molto ansioso, quindi tendo a defecare anche quattro-cinque volte nelle giornate ricche di sconvolgimenti emotivi, mentre invece c'è un ritmo un po' più tranquillo nelle giornate in cui ho meno pensieri. ho poi notato che quando dormo poco, per i motivi più svariati (cioè quando dormo 4 o 5 ore, il che purtroppo non è un'evenienza molto rara...), passano molte ore da quando mi sveglio a quando defeco, spesso devo attendere fino al pomeriggio (mentre negli altri casi la faccio quasi sempre appena mi alzo), ma poi una volta partito questo ritmo incalzante, non mi fermo e arrivo quasi sempre a defecare circa 3 volte. io comincio a preoccuparmi del fatto che potesse trattarsi di un problema di malassorbimento, celiachia, o intolleranza nei confronti di qualcosa, anche perchè nell'ultimo anno sono in una situazione di lento ma apparentemente inesorabile dimagrimento... poca roba eh, da 83 a 80 kg nel giro di un anno, però è una cosa abbastanza progressiva che onestamente mi lascia un po' perplesso. cosa potrei fare? ci sarebbe un modo per ridurre la frequenza di tali defecazioni? è consigliabile prendere qualche farmaco? sarebbe opportuno fare qualche visita specialistica? oppure rimango in questa situazione, consapevole del fatto che è una mia variabile individuale che non porta a conseguenze negative? (vorrei anche fare notare che ci sto molto male psicologicamente i rarissimi giorni in cui non vado di corpo, oppure un pochino anche quando ci vado una volta sola, in quanto mi sento psicologicamente bloccato, perchè la defecazione mi fa veramente stare meglio, sia fisicamente che psicologicamente!! grazie mille, buona serata a tutti!!

[#1] dopo  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
VIBO VALENTIA (VV)
CINQUEFRONDI (RC)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Si tratta di colon irritabile. Ne parli con un gastroenterologo.

Cordialmente

Primario di Gastroenterologia ed Endoscopia, Osp. San Giuseppe - Milano
Centro di COLONSCOPIA ROBOTICA
www.endoscopiadigestiva.it

[#2] dopo  
Utente 368XXX

la ringrazio. credevo però fossero sintomi molto più aspecifici... c'è quindi certezza che si tratti di colon irritabile? quali sono le possibili terapie? grazie ancora, buona serata.

[#3] dopo  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
VIBO VALENTIA (VV)
CINQUEFRONDI (RC)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
La terapia (integratori, probiotici, ecc.) scaturirà dalla visita diretta con il gastroenterologo.


Primario di Gastroenterologia ed Endoscopia, Osp. San Giuseppe - Milano
Centro di COLONSCOPIA ROBOTICA
www.endoscopiadigestiva.it

[#4] dopo  
Utente 368XXX

La ringrazio.