Utente
Salve a tutti,
ho 33 anni e ho subito un paio di anni fa un intervento di colicistectomia per calcoli biliari. Già prima della scoperta e dell'intervento avvertivo sporadicamente la sensazione su cui vi chiederò consiglio ma speravo si potesse risolvere appunto con la risoluzione dei problemi di calcoli. Così non è stato.
Sporadicamente a qualche ora dai pasti principali, avverto una sensazione di strozzamento a livello del petto, come se qualcosa mi fosse andato di traverso. La sensazione è a fitte ondulatorie, va e viene e generalmente ci mette un po' a passare ed è influenzata dal movimento (traggo giovamento dal piegarmi in avanti o comunque dallo stare dritto). A volte prendo antireflusso e passa, altre volte no. E' praticamente indipendente da ciò che mangio e ho notato che avviene soprattutto se non ho defecato quel giorno o addirittura da un paio di giorni. E' imputabile al gas intestinale che gonfiando l'intestino fa spostare l'ernia iatale (che mi è stata riscontrata di piccole dimensioni?)
Perché non trovo da nessuna parte questa sintomatologia...ossia cibo che sembra strozzarsi nel petto? E' possibile che sia una cosa che capita solo a me? Siccome sono un po' stufo di ricorrere a medicinali e imbarcarmi in cure e problematiche annesse e siccome il dolore e gli episodi sono sporadici, non ho ancora chiesto nuovamente al mio gastroenterologo di visitarmi (temo mi prescriva un'ulteriore endoscopia). Che cosa potrei avere? E' semplice reflusso?

[#1]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Reflusso ed ansia (il fenomeno si chiama "nodo in gola").

Ne parli con il suo specialista.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#2] dopo  
Utente
Ho paura di essermi espresso male...il cibo non lo sento "in gola", ma nel petto...come se la cosa ingerita fosse effettivamente andata di traverso piazzandosi al centro dello sterno...come se fosse un osso di pollo, per fare un esempio, che si trovasse incastrato nel centro del petto perché è andato dalla parte sbagliata.
Ho letto di questo "nodo alla gola" ma non mi pare combaci con la mia sintomatologia....

[#3]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Anche il fenomeno da lei descritto rientra nel "nodo in gola".
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it