Utente 242XXX
Gentili medici,
da un anno circa seguo una dieta sotto controlo dello specialista dietologo presso la Asl della mia città (quindi si tratta di un medico e non di un sedicente nutrizionista), che è sempre stato molto scrupoloso e attento ai miei vari problemi prima della prescrizione.
Dopo aver perso i chili in più, aver iniziato e proseguendo una regolare attività fisica, nell'ultimo controllo che risale a circa un mese fa, gli ho chiesto se poteva prescrivermi qualcosa per ingrossare un pò poichè stavo diventando davvero troppoi magro.
Oltre ovviamente ad aver aumentato l'apporto di cibo nella dieta, mi ha prescritto l'Aminotrofic che, mi ha spiegato, è un integratore di aminoacidi e vitamine che viene prescritto anche per gli anziani.
Premetto che io soffro da sempre di reflusso gastro-esofageo, sotto costante terapia con Axagon 20 mg al dì: gli ho chiesto se queste bustine potessero in qualche modo darmi dei disturbi o dei fastidi a stomaco, pancreas, fegato o tiroide (poiche contiene una minima percentuale di tirosina e io ho una tiroidite di Hashimoto con i parametri tsh-ft3-ft4 sempre stati normali) e mi ha assicurato che non mi avrebbe dato alcun fastidio nonostante debba essere pure assunto a stomaco vuoto per facilitare l'assorbimento.
Lo sto assumendo da circa un mese appunto, devo dire che ho notato dei miglioramenti da tanti punti di vista ma da 2/3 giorni ho dei fastidi allo stomaco come sensazione di languore continua e bruciore all'altezza dello sterno.
Poichè sto svolgendo attività fisica tutti i giorni , al contrario di prima quando la facevo solo 3 volte a settimana, non riesco a capire se questi fastidi possano dipendere dall'Aminotrofic o dal fatto che esercitando tutti i giorni gli addominali questo possa darmi dei problemi a livello di ernia iatale e reflusso.
Spero mi rispondiate al più presto perchè ho una forte ansia.
Grazie

[#1]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Sicuramente non é l'integratore a darle disturbi, possono essere invece gli esercizi fisici.

Cordialmente

Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it

[#2] dopo  
Utente 242XXX

Grazie per la sua celere risposta Dr Cosentino!
Dunque lei consiglia di ridurre l'attività fisica o comunque escludere la zona addominale? Ho dimenticato di scrivere che quanto descritto è spesso e volentieri accompagnato da delle eruttazioni che sembra allevino la "pesantezza".

[#3]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Potrebbe essere utile associare un procinetico per favorire lo svuotamento gastrico o anche dei prodotti a base di simeticone per ridurre l'aerofagia.


Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it

[#4] dopo  
Utente 242XXX

Ok grazie ancora e complimenti per il servizio che ci offrite!

[#5]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Di nulla ed auguroni.

Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it