Utente
Buongiorno
Da tempo soffro di gastrite, intendendo con essa di disturbi digestivi e rapido senso di pienezza dopo i pasti. Quando si faveva piu forte il medico mi ha dato omeprazolo
Circa 5 mesi fa, la mattina appena alzato, per qualche giorno, bevendo qualche sorso di acqua (ero ancora a letto) mi accorgo di avere difficoltà a deglutire
Dopodiché quella sensazione non la ho più avuta nemmeno mangiando cibi solidi
Un mese fa ho avuto una tipica influenza di stomaco (mi è già capitato in passato) con vomito intenso
Dopo un giorno già mi sentivo molto meglio cosicché il giorno dopo ancora ho mangiato e bevuto in abbondanza
La mattina successiva mi ritorna la nausea ma senza vomito che cerco di provicarmi per liberarmi
Risultato: non vomito ma mi sale fino alla gola un liquido acidissimo
Da allora (1 mese fa) soffro di dolore allo stomaco nella parte alta, intervallato a nausea, rapido senso di pienezza, scarso appetito, feci piuttosto chiare e molle, molta aria nell'intestino
Gli ultimi giorni poi è aumentata la nausea e di notte mi sveglio con forti giramenti di testa che provocano nausea e sudore freddo
Poi mi metto supino e mi passa ma rimane la difficoltà a riaddormentarmi causa il giramento di testa con gli occhi chiusi
Aggiungo ancora che ho perso circa 1,5kg e che dopo 15 giorni circa dall'evento (vomito intenso) stavo meglio per poi pegggiorare specie con nausea negli ultimi 5 giorni
Sono molto ma molto ansioso, perché rilevo che ho tutti i sentomi di un tumore allo stomaco, peraltro simili ad altre patologie più lievi
Dimenticavo...ho fatto le analisi del sangue tradizionali e sono regolari, salvo la birilubina totale un po alta (180) e ho fatto una ecografia addominale completa che non ha evidenziato alcun problema
Vi chiedo cortesemente un parere sui sintomi, sulla possibile patolgia e sugli esami che sarebbe opportuno fare
Grazie ancora

[#1] dopo  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Aerofagia e colon irritabile, con notevole carica ansiogena e reflusso, appaiono essere isuoi problemi.


Nessun tumore! ... suvvia!

Si affidi ad un competente gastroenterologo!
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#2] dopo  
Utente
La ringrazio per la cortese e solerte risposta.
Le chiedo ancora quindi se è compatibile la nausea con la patologia da lei indicata e quali accorgimenti posso adottare per guarire.
La cosa che mi ha spaventato di più e per la quale le chiedo cortesemente un commento è la durata dell'intenso malessere. Ormai è passato un mese ed ora sto peggio di quando ho cominciato a star male...
Un'ultima domanda: la sua risposta rassicurante dipende anche dalle analisi del sangue effettuate e dalla ecografia chenhan dato esiti negativi o solo dai sintomi che le ho riferito?
Grazie ancora (anche per la pazienza..)

[#3] dopo  
Utente
Dimenticavo di indicarle un ulteriore sintomo fastidioso che mi porto dietro da un mese: intensa salivazione che mi impone continuamente di deglutire

Grazie ancora

[#4]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Per quanto è possibile ipotizzare a distanza,
tutto coerente con quanto ha descritto!
L'intensa ansia porta intenso malessere!
Ovviamente si faccia visitare!

Cordialità
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#5] dopo  
Utente
Mi scusi, la disturbo per l'ultima volta !

Questa notte, come la scorsa, mi sono svegliato ripetutamente causa forte nausea e giramenti di testa che mi passavano quasi completamente se mi alzavo da letto.
Ho letto che questo tipo di situazione si può verosimilmente manifestare a causa del reflusso gastrico.
Me ne dà conferma?
Quanto può durare il problema del reflusso gastrico? (E' piuttosto invalidante!)

Grazie di tutto !

[#6]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Per <<nausea e giramenti di testa>>
tenderei ad escluderere responsabilità legate al reflusso
e penserei piuttosto ad altro (eventuale cervicopatia ad es.).

La durata dei disturbi reflussori può essere quanto mai variabile,
... senz'altro una efficace terapia riduce i tempi!

Cordialità
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#7] dopo  
Utente
La ringrazio ancora.
Dimenticavo di dire che da un mese prendo omeprazolo da 20 per una volta al giorno ma i disturbi non migliorano ...
Puo' essere utile associare un antiacido?
E' verosimile che nonostante 30 giorni di cura per i disturbi reflussori i sintomi non passano ma anzi peggiorano?
Comincio a temere che non si tratti di semplice reflusso gastrico..
Mi scusi, ma comincio ad essere seriamente preoccupato; oltre a tutto il resto svegliarsi di notte per la nausea è davvero una brutta sensazione, per non parlare dei giramenti di testa notturni che ti impediscono di prendere sonno (vengono con gli occhi chiusi)

grazie ancora per l'aiuto

[#8]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Come scritto concordo con lei ... va rivista la terapia (dal suo prescrittore).
Per i <<giramenti di testa>> mi sono già espresso.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#9] dopo  
Utente
Alla fine ho fatto la gastroscopia senza sedazione.
E' un esame tutto sommato semplice, dura poco e al massimo si puo' avere un po di fastidio quando si provare (erroneamente) a deglutire

Dottore, Le leggo il referto:

Esofago: ernia iatale di circa 20 mm. Giunzioni esofagogastrica e squamocolonnare in sede. Mucosa squamosa indenne.
Stomaco: mucosa antrale lievemente marezzata. Piloro regolare. Nulla al fundus ed al corpo prossimale.
Duodeno: bulbo e D2 di regolare morfologia.

Mi potrebbe spiegare il referto? Quali possibili indicazioni di cura?

Grazie per la costante disponibilità

[#10] dopo  
Utente
Buongiorno, mi potrebbe cortesemente dare una risposta?

Grazie ancora

[#11]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Nulla di preoccupante.
Si rileva una piccola ernia iatale chè può indurre reflusso gastroesofageo.

Cordiali Saluti
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it