Tappo di feci?

Gentile dottore, sono una ragazza di 28 anni. Premetto che non ho mai sofferto di stipsi prima d'ora, anzi, sono sempre stata più che regolare nell'andare in bagno. Da cinque giorni a questa parte tutta via (precisamente, da mercoledì 9 Marzo) mi trovo in una situazione veramente fastidiosa. La questione è che proprio Mercoledì, a causa di una giornata iperfrenetica, ho dovuto trattenere più volte lo stimolo...da lì il mio bioritmo si è completamente sfalsato, aggravandosi a partire da venerdì, anche se diciamo... "per metà". Mi spiego. Sono andata in bagno più volte a partire da quel giorno, avvalendomi anche di due clisteri di glicerina e prendendo il LaxFibra sciroppo prima di andare a dormire (ovviamente il tutto bevendo a litri), ma avverto una costante sensazione di "permanenza" di qualcosa all'interno del retto, una sorta di "peso". Ieri, su consiglio del mio medico di base sono giunta a prendermi la Magnesia San Pellegrino, e tra stanotte e stamattina, sono andata tre volte al bagno con diarrea iperliquida. La sensazione sembra migliorata...ma si fa sentire di più nel momento in cui mi siedo. Che cosa può essere? Potrebbe esser realmente rimasto qualcosa? Ovviamente, a furia di spingere ho la zona anale molto irritata...per cui mi son domandata se tale sensazione non sia direttamente collegata allo sforzo che ho fatto per andare in bagno nei giorni precedenti. Grazie in anticipo per la risposta che mi darà.
[#1]
dopo
Dr. Francesco Quatraro Gastroenterologo, Colonproctologo 28,8k 516 63
Certamente lo sforzo defecatorio può rappresentare la causa dei suoi attuali problemi anali.

Le consiglio di non gestire in autonomia la sua stipsi (funzionale) ma di farlo affidandosi a chi ne ha competenza specilistica: il gastroenterologo.

Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#2]
dopo
Utente
Utente
Gentile dottore,

La ringrazio innanzitutto per la risposta celere. Ovviamente provvederò a fissare una visita il prima possibile. Lei pensa dunque che non ci siamo ulteriori complicazioni,o comunque feci rimaste "bloccate"? In sostanza, mi devo preoccupare? Ribadisco è un problema mai avuto prima anche perché seguo il più possibile uno stile di vita sano e sono un'ipersportiva. Grazie ancora
[#3]
Dr. Francesco Quatraro Gastroenterologo, Colonproctologo 28,8k 516 63
Non si deve preoccupare,
con i limiti della distanza penso si tratti di colon irritabile.

Contraccezione: quanto sei informato? Scoprilo con il nostro test