ameba, ulcera, stipsi, diarrea

Buonasera a tutti, il primo gennaio di questo anno (2016) mi sentivo molto pieno dopodiché ho vomitato tutto, dopo circa 2/3 giorni ho cominciato a notare che avevo periodi di stipsi a periodi di diarrea o comunque feci non formate e piene di muco (a volte era solamente muco) particolarmente maleodoranti, dopo la defecazione mi sentivo un gran dolore addominale che persisteva a distanza di giorni, mi sono rivolto al medico e lui mi ha detto che avevo il colon irritabile e mi ha prescritto codex e normix per 14 giorni, al termine dei quali non ho notato nessun miglioramento, i sintomi nei mesi successivi si sono aggravati e si è aggiunto anche una TOTALE inappetenza, non avevo mai fame anche se rimaneva tutto il giorno senza mangiare, e la mia digestione era lentissima, per 50 grammi di riso mi rimanevano anche 4/5 ore sullo stomaco con la sensazione che avevo mangiato tantissimo (come il post-pranzo di natale). Sono tornato dal medico dicendo che peggioravo ed a quel punto mi ha fatto un ecografia all'istante confermando che era solo il colon irritato e dovevo stare tranquillo, io non ero per nulla stressato ma cominciavo a preoccuparmi dopo aver perso 20kg di peso, avevo il fisico molto sportivo e prestante 181cmx89kg, e dopo 4 mesi di sintomi mi trovavo a 69 chili, fino a che un giorno mi sentivo l intestino in fiamme ed avevo coliche fortissime ma una volta andato in bagno produceva piccole quantità di muco molto maleodoranti e andai al pronto soccorso dove constatarono la mia temperatura corporea in 35°, li mi fecero l analisi delle feci al microscopio e mi diagnosticarono l infezione da ameba (vista ad occhio) ho fatto per 14 giorni 3 flebo di metronitrazolo e pantorx/codex, dopo già 2 giorni di trattamento la corpocultura dava risultati negativi, ho eseguito la TAC con liquido di contrasto in endovena per valutare se c'erano altri danni ma è risultato tutto OK , e dalla colonscopia è risultato solo delle piccolissime ulcere, allora mi è stata prescritta una terapia di humatin 9compresse al giorno associate a fermenti e gastro protettore e dieta iperproteica a basso indice glicemico e pochi grassi, adesso ho terminato la cura ma i sintomi si sono leggermente placati ma è comparso un fortissimo prurito anale , nel frattempo ho visitato un altro gastroentero che mi ha consigliato di effettuare un test delle feci per cercare la Candida intestinale la farò martedì, e in più mi ha detto di mettere la saliva del mattino in un bicchiere d acqua e vedere se tendeva a scendere verso il basso, dopo 10 minuti una buona parte era scesa... È possibile che nel curarmi dalla ameba sono stato colonizzato dalla candida? Sto spendendo davvero troppo per tutte le analisi e non potrò permettermelo ancora a lungo. Grazie a tutti
[#1]
Dr. Carmelo Favara Gastroenterologo 866 30 2
l'infezione da candida molte volte si manifesta in caso di abbassamento delle difese immunitarie, cosa che nel suo caso tra la patologia di base e le cure con gli antibiotici c'è sicuramente stata.

Dr. Carmelo Favara
www.gastroenterologi.altervista.org

[#2]
dopo
Utente
Utente
La ringrazio della risposta dottore, al momento sonoin attesa del responso della biopsia intestinale (ho effettuato 4 prelievi) da questo esame è possibile rilevare la presenza di altri parassiti? Per l'esame della candida mi è stato consigliato oltra la coprocultura specifica per miceti anche la ricerca microscopica a fresco per miceti, li ritiene indicato o superfluo come esame, inoltre il gastroenterologo mi ha detto che non è necessaria la gastroscopia nonostante i miei continui dolori di stomaco, crede sia giusto non fare un esame così importante? Cordiali saluti
[#3]
Dr. Carmelo Favara Gastroenterologo 866 30 2
Aspetti l'esito delle biopsie per ora e poi si stabilirà l'ulteriore iter.

Contraccezione: quanto sei informato? Scoprilo con il nostro test