x

x

soffocamento tachicardia tosse difficoltà respiratorie

Gentile dottore,
da quasi due mesi soffro di diversi disturbi che hanno cambiato la mia quotidianità. Tutto è iniziato a metà aprile, con un forte dolore al braccio e alla schiena, che mi svegliò alle prime luci dell'alba, spingendomi ad andare alla guardia medica, dove mi dissero trattarsi di dolori intercostali. Rientrata la situazione nella normalità, qualche settimana dopo, a fine aprile, non appena dopo pranzo, sentii una sensazione di spossatezza ed una fastidiosa tachicardia. Due giorni dopo, mi recai presso un cardiologo, il quale, effettuato un esame completo, non rilevò alcuna patologia al cuore. Lo stesso mi consigliò di effettuare gli esami del sangue, sospettando potesse trattarsi di un disturbo alla tiroide. In un primo esame si riscontrò un valore alto, che però fu un errore da laboratorio. Poco dopo, in quanto il fastidio persisteva, mi venne consigliato di ripetere gli esami, aggiungedone altri più specifici, tutti negativi, compreso il valore di qualche settimana prima. L'unico valore leggermente alto, legato alla tiroide, furono gli anticorpi anti perossidasi, a 20.96. Consultai così un edocrinologo, il quale, effettuata un'ecografia alla tiroide, rilevò una leggerissima disomogeneità, escludendo una disfunzione tiroidea. Accantonato il presunto fattore scatenante, mi dissero che la causa potesse essere un problema legato all'ansia, in quanto alla tachicardia frequente (pressione però sempre nella norma), arrivò ad aggiungersi del soffocamento, col quale tutt'ora mi ritrovo a convivere. Oltre a tale sintomo, presento una tosse stizzosa da svariati giorni, insensibile ai rimedi classici; un fastidio al braccio sx, al mento e sotto il seno sx, bruciore al petto, lingua biancastra, alitosi, ipersalivazione (gli ultimi due da più tempo). Inoltre, ho serie difficoltà a respirare, come se avessi una qualche forma allergica o perenne raffreddore. Questi disturbi sono evidenti in tutto l'arco della giornata, soprattutto verso la sera e la notte, in cui ogni tanto mi capita di sentire corpi estranei in gola. Un fastidio che mi ha spaventata molto è stato riscontrato durante un viaggio di un'ora e mezza in auto, in cui ho riscontrato pressione e pulsazioni molto alte, con le sensazioni di soffocamento accentuate. Il mio medico di base sostiene possa trattarsi di reflusso, in quanto è da un pò di tempo che presento difficoltà digestive, alle quali non ho mai dato molto peso. Sono così in attesa di una visita dall'otorino, per poi passare da un gastroenterologo. Attualmente prendo un Lansoprazolo da 15, due volte al dì e il gaviscon dopo ogni pasto. Quello che maggiormente mi preoccupa è la tachicardia che mi sveglia ogni notte, all'improvviso, insieme alla quale mi capita di riscontrare una pressione che oscilla tra i 140-70 (minima arrivata anche a 112).
Scusandomi per il consulto vasto e ringraziandola anticipatamente, Le chiedo se posso escludere un problema pressorio e ricollegare il tutto ad un fattore legato ad esofago e stomaco.

Cordialmente
[#1]
Dr. Marco Bacosi Gastroenterologo 27.1k 1k 13
Probabile reflusso ma conviene, per conferma, consultare un gastroenterologo!
Resto a sua disposizione!
Cordiali saluti!

MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#2]
dopo
Utente
Utente
Gentile dottore,
sono stata visitata da gastroenterologo e otorino ed entrambi hanno diagnosticato una MRGE. Ho iniziato la cura da circa 8 giorni e mi è stato detto che ci vorrà del tempo prima di una guarigione completa. I fastidi sono notevolmente diminuiti, tuttavia persiste la sensazione di soffocamento in determinati momenti della giornata. Inoltre, ho notato un certo affanno, ogniqualvolta mi accingo a compiere anche sforzi minimi. E' molto fastidioso, in quanto è come se mi mancasse l'aria. Il dottore lo ha ricollegato all'infiammazione delle vie respiratorie, provocata proprio dal reflusso. A me pesa un po' questo sintomo, in quanto fino a poco prima della malattia, praticavo sport 3 volte la settimana. Secondo lei posso fare del movimento, oppure rischio qualcosa? Ci vorrà molto affinché passi l'affanno?

La ringrazio,
cordiali saluti
[#3]
Dr. Marco Bacosi Gastroenterologo 27.1k 1k 13
Ricominci l'attività in modo molto graduale.
Per l'affanno direi che ancora qualche giorno di terapia e dovrebbe vedere miglioramenti!
[#4]
dopo
Utente
Utente
Si, perchè riscontro delle difficoltà anche nell'abbassarmi, nel trattenere per qualche secondo il respiro o semplicemente nel tenere un peso sul petto o nello stare sdraiata...è come se stessi soffocando!

La ringrazio della disponibilità, è stato gentilissimo!

Cordiali saluti
[#5]
Dr. Marco Bacosi Gastroenterologo 27.1k 1k 13
dovrebbe scemare tutto in breve tempo!
[#6]
dopo
Utente
Utente
Gentile dottore,
le scrivo in quanto i sintomi sembrano essersi accentuati. Ieri mattina ho accusato un lieve fastidio al mento, che poi si è propagato lungo collo e mandibola (non riuscivo ad aprire bene la bocca e avevo dolore alla lingua). Tutto questo è poi sfociato in una vera e propria crisi serale, con tachicardia e pressione alta (145-99 il picco più alto). Questa mattina il senso di spossatezza è continuato, ho le mani fredde a tratti, è come se sentissi un vuoto al petto e continuo ad avere tachicardia molto probabilmente, anche se sto evitando di misurare la pressione per non lasciarmi suggestionare. Inoltre, ho lo stomaco molto duro e gonfio, la lingua decisamente più biancastra di ieri e questa mattina non sono andata bene in bagno. Circa mezz'ora fa, dopo aver pranzato e aver preso il deflux, è come se il cuore mi sia uscito dal petto, provocando in me molto spavento. Può il reflusso causare questa continua tachicardia e pressione alta? Sto tranquilla o devo preoccuparmi?

La ringrazio,
cordialmente
[#7]
Dr. Marco Bacosi Gastroenterologo 27.1k 1k 13
mi sembrano sintomi esagerati per un reflusso.
Ricontatti il gastroenterologo!
[#8]
dopo
Utente
Utente
Si dottore, lo farò in serata. Ho paura possa trattarsi in buona parte d'ansia, perchè sto vivendo male questi malesseri. Potrebbe essere qualcosa di più serio?
[#9]
Dr. Marco Bacosi Gastroenterologo 27.1k 1k 13
anche se credo trattarsi di ansia, a distanza non posso dire di più!
[#10]
dopo
Utente
Utente
La ringrazio dottore, le farò sapere cosa ne pensa il gastroenterologo che mi sta seguendo. Ma la tachicardia e la tosse rientrano tra i sintomi atipici? Perchè noto che la pressione si alza non appena accuso tachicardia
[#11]
Dr. Marco Bacosi Gastroenterologo 27.1k 1k 13
normale che la pressione si alzi!
[#12]
dopo
Utente
Utente
La ringrazio dottore delle sue risposte tempestive ed esaurienti. Noto che i fastidi a volte iniziano con difficoltà a respirare dal naso, poi è un crescendo. Spero passi presto!
[#13]
dopo
Utente
Utente
Gentile dottore,
il gastroenterologo mi ha detto che la tachicardia è provocata dal reflusso e la pressione alta è una conseguenza riflessa. Devo quindi aspettare che la cura faccia effetto? Lui ha detto che il primo mese potrei non avere gli effetti desiderati.
[#14]
Dr. Marco Bacosi Gastroenterologo 27.1k 1k 13
Concordo!
[#15]
dopo
Utente
Utente
Gentile dottore,
ieri ho avuto dolore al braccio quasi tutto il giorno, in particolare dal pomeriggio in poi. Adesso, dopo pranzo, sento del calore in viso e sudorazione alle mani (non ho ancora preso il deflux, perchè sto aspettando che passi il tempo necessario). Può essere ricollegato al reflusso? Avrei un ulteriore dubbio da fugare: il gastroenterologo mi ha detto che in questo periodo i fastidi sono molto più accentuati, a causa del cambio di stagione e degli sbalzi di temperatura che si verificano nell'arco della giornata, per un'eccessiva attività del vago. Lei si trova d'accordo?

La ringrazio,
cordialmente
[#16]
Dr. Marco Bacosi Gastroenterologo 27.1k 1k 13
Certo!
[#17]
dopo
Utente
Utente
La ringrazio dottore, è sempre molto gentile e tempestivo. E' normale inoltre che io accusi dei fastidi nel viaggiare in auto? E' come se mi mancasse il respiro, come se tutto si accentuasse. Mi è stato detto che anche questo è normale e che col tempo andrò a migliorare.
[#18]
dopo
Utente
Utente
Gentile dottore,
le scrivo per informarla che la mia condizione è migliorata, tranne alcune breve crisi di tosse molto fastidiosa, che mi provoca una strana sensazione di "tremolio" al petto, come se qualcosa solleticasse dall'interno. Mi capita soprattutto dopo i pasti o appena sveglia e a volte si accompagna alla solita sensazione di soffocamento. Ieri, ad esempio, sono stata bene quasi tutta la giornata, oggi purtroppo no, ho diversi fastidi, soprattutto non appena cambia il clima (da sole a pioggia). Questa sensazione al petto mi dà molto fastidio, insieme alla tosse e ad uno strano formicolio al piede sinistro, soprattutto non appena sveglia o quando poggio il piede per terra. Il gastroenterologo ha così deciso di sottopormi al test delle intolleranze (e precisamente: -AGA IgA-IgG; TGA IgA; IgE totali; Calprotectina fecale; Vitamina D; ANA; PCR) e al breath test al lattosio, dicendo possa trattarsi di un'intolleranza, motivo per il quale il mio corpo non risponde alla cura al 100%. Lei che ne pensa?

Cordialmente
[#19]
Dr. Marco Bacosi Gastroenterologo 27.1k 1k 13
Non posso visitarla e questo non mi permette di dare giudizi.
In tutta onestà faccio fatica a identificare un ragionamento che porti alla richiesta di esami così variegati come quelli citati.
[#20]
dopo
Utente
Utente
Grazie dottore. E della tosse persistente accompagnata da questo costante formicolio al petto che ne pensa? Il gastroenterologo mi ha detto di fare 3-4 spruzzi al giorno di ialoclean, ma non ho trovato molto giovamento. C'è a giorni alterni, soprattutto nella fase digestiva o al mattino. Lei crede sia opportuna una visita da uno pneuomologo? Ho paura possa prescindere dalla MRGE.