Dolori ben localizzati, basso ventre sx e fianco sx in alto

Dal momento che i dolori seppur lievi, con qualche episodio piu accentuato, mi accompagnano da diverso tmpo, ho deciso di andare a fondo. Vorrei chiedere un parere sull'iter da seguire per facilitare una diagnosi certa

-a. Il primo dolore a preoccuparmi e' in un punto preciso nel BASSO ventre SX, perdura da almeno un anno, dolore ben localizzato, accentuato dopo i pasti o sforzo/corsa improvvisa ed altrimenti latente ma sempre presente come fastidio o dolore piu o meno leggero, intermittente che si presenta a volte anche in posizione seduta.
Visite ginecologiche hanno escluso neoplasie alle ovaie che sono invece multifollicolari/policistiche. PAP test negativo, su cervice HPV alto rischio negativo. Sospetto inoltre un'uretrite molto recente mal curata, per la quale mi affrettero' ad uleriori accertamenti, anche se forse non rilevante in quanto il dolore di cui sopra perdura da molto piu' tempo.

-b. Il dolore al basso ventre SX sopra descritto si propaga da un punto preciso in basso a sinistra, resta comunque circoscritto alla parte sinistra ma sembra collegato ad un altro dolore localizzato nella parte ALTA dell'adddome sempre a SX, non so se quest'ultimo possa essere intestino o potrebbe invece ricondursi al pancreas?

Una colonscopia potrebbe essere opportuna? quali i vantaggi di una colonsopia tradizionale (o con pulizia dell'intestino antecedente all'esame sarebbe preferibile?) su colonscopia virtuale?
Come si esclude invece una patolgia al pancreas?

-c. Inoltre, anni fa a seguito cura antibiotica ebbi un episodio di costipazione e stitichezza affrontato con accorgimenti dietetici, il medico generico su visita mi riscontro' quello che potreva essere un prolasso all'ano (la visita sembrava di per se aver riaccomodato in sede interna il prolasso) o forse si trattava di emorroidi (probabilmente ereditarie che ho sempre mantenuto sotto controllo, tanto da non soffrirne se non in rari casi, 3 o 4 episodi in 38 anni di eta'). Nessun esame approfondito e' stato mai fatto in seguito a quell'episodio. Ora avverto dei dolori intermittenti nella parte posteriore, mi preoccupa l'idea che possa trattarsi di un'infezione mal curata o l'eventualita' di un'infezione mai identificata come l'HPV a livello intestinale/anale, come sarebbe possibile riscontrare la presenza di HPV a livello intestinale? Quali esami si effettuano e quale branca se ne occupa? (proctologo? Gastro enterologo, infettivologo?)

Quali esami diagnostici sono opportuni vistala sintomatologia indicata in a).b). e c), considerando che muovendomi sulla libera professione vorrei sottopormi ad esami conclusivi quanto prima e consulti medici strettamente necessari.

Cordialmente
[#1]
Dr. Andrea Favara Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Colonproctologo, Chirurgo generale 26.9k 668 234
Potrebbe avere una colite o dei diverticoli ma sono solo ipotesi. Si, farei una visita gastroenterologica e considererei una colonscopia. Prego.

Dottor Andrea Favara

http://www.andreafavara.it

[#2]
Utente
Utente
La ringrazio. Per quanto riguarda invece eventuali patologie biliari e del pancreas, qual e' l'esame piu' efficace per diagnosticarle?

Mi sono sottoposta ad ecografie addominali in passato ma in entrambe le eco nessun medico poteva vedere il pancreas chiaramente, vuoi anche per estrema aerofagia la scorsa volta.

Come si arriva dunque a determinare lo stato di salute del pancreas e vie biliari? Quali esami del sangue precisamente e quale strumento di diagnostica? Se una risonanza magnetica e' l'unica via per vedere il pancreas, con o senza contrasto?


Il secondo dubbio riguarda le colonscopie invece, quale e' preferibile? La tradizionale, la tradizionale con pulizia del colon antecedente alla colonscop. o quella virtuale?
(p.s. la pulizia del colon come avviene, non porta in se' controindicazioni /rischi di infezione?)

[#3]
Dr. Andrea Favara Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Colonproctologo, Chirurgo generale 26.9k 668 234
Dipende dal tipo di patologia che si sospetta e si vuole individuare...esami ematici, risonanza magnetica, tac addome e altro.
La tradizionale.
Non porta controindicazioni (tranne situazioni molto particolari) o rischi di infezione. Prego.
HPV - Human Papilloma Virus

Papillomavirus (HPV): diagnosi, screening, prevenzione e tutto quello che devi sapere sul principale fattore di rischio del tumore del collo dell'utero.

Leggi tutto