Utente 348XXX
Buonasera a tutti, volevo sapere se esistono controindicazioni (o complicanze) dall'assunzione giornaliera dello sciroppo antiacido Gaviscon Advance. intendo dire se assunto tutti i giorni per anni. io, soffrendo solo di un leggero reflusso (che, fortunatamente, al momento mi consente di non assumere IPP), ricorro giornalmente al Gaviscon, che assumo un due/tre ore dopo i due pasti principali (pranzo e cena) e solo al bisogno (ovvero, quando avverto una leggera pirosi o alla parte alta dello stomaco o alle fauci). ho anche notato che, un paio di minuti dopo che ho assunto un cucchiaio da minestra pieno di tale sciroppo, il beneficio è immediato e avviene immediatamente dopo aver fatto un "ruttino" con una piccola risalita (quindi, presumo sia un piccolo rigurgito) proprio di quello sciroppo. dopo aver fatto quella breve eruttazione, mi passa tutto e digerisco benissimo e non ho più bisogno di assumere nessun altro medicinale (tranne dopo pranzo o cena, che, come ho detto, ricorro al Gaviscon, per ovvi motivi). chiedo quindi due cose: continuo vita natural durante con il Gaviscon o è meglio che interrompa e assuma per qualche settimana una dose minima di omeprazolo (tipo 10 mg al giorno)? secondo: come si spiega quella piccola risalita di sciroppo antiacido appena assunto? che sia un bisogno naturale del mio stomaco di mandare su una piccola quantità di acido che si è formato in eccesso durante la digestione? grazie se vorrete rispondermi a questi miei due quesiti. ne approfitto anche per farvi i miei migliori auguri di buone feste

[#1] dopo  
Dr. Mauro Di Camillo

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
caro utente, il gaviscon è sempre un farmaco e quindi andrebbe preso il meno possibile.
va bene al bisogno come sta facendo ma se continuano i sintomi prima di fare una vita di terapia sarebbe meglio fare una gastroscopia.
in base a quello che si evidenzia si decide!
per l'altro aspetto , il gaviscon può risalire su in esofago con il cibo, è proprio quello a cui serve, quindi niente di anomalo...
saluti
Dott M. Di Camillo
Specialista in Gastroenterologia ed endoscopia digestiva
dottorato di ricerca in fisiopatologia chirurgica e gastroenterologica

[#2] dopo  
Utente 348XXX

La gastroscopia l'ho fatta (via transnasale) due anni fa, ma non è emerso nulla di nulla, neanche un cardias beate, né gastriti o esofagiti. ho fatto anche la misurazione della gastrina (un due settimane fa) e il risultato è stato di 20 (con un range che va da un minimo di 13 ad un massimo di 115, quindi, credo un valore assolutamente nella norma). il mio gastroenterologo presuppone una ipersecrezione gastrica durante le fasi digestive, ma io non saprei dire altro. per quasi due anni ho assunto omeprazolo da 10 mg al giorno e con quel farmaco, sono stato benissimo. solo che ho voluto fare un'interruzione (iniziata esattamente tre mesi fa) e, da lì, vado avanti con il Gaviscon. per me, quindi, due sono le opzioni: o Gaviscon o omeprazolo. lei, pur con un consulto a distanza, cosa mi suggerisce? pensa che abbia ragione il mio gastroenterologo che io possa avere una minima ipersecrezione gastrica (anche se ho la gastrina nei limiti della norma)? di fare una PH-metria non ne ho proprio voglia, tanto anche se risulterà un reflusso più o meno acido, la terapia è sempre omeprazolo. mi dica quindi lei (nei limiti a lei consentiti, ovviamente). grazie

[#3] dopo  
Dr. Mauro Di Camillo

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
va bene con il gaviscon ma al bisogno
saluti
Dott M. Di Camillo
Specialista in Gastroenterologia ed endoscopia digestiva
dottorato di ricerca in fisiopatologia chirurgica e gastroenterologica

[#4] dopo  
Utente 348XXX

Infatti lo prendo al bisogno (oggi, per esempio, non ne ho avuto bisogno di prenderlo dopo pranzo), ma quel "bisogno", come lei ben sa (in qualità di gastroeterologo) non lo si può prevedere a priori. io me lo porto sempre appresso, tranne quando vado in viaggio (per esempio, ora, per le vacanze di Natale, che passerò fuori Roma, riprenderò le capsulette di omeprazolo, proprio per evitare bruciori improvvisi di stomaco fuori casa e per non portarmi il peso del bottiglione del Gaviscon). comunque, intendiamoci, ne assumo al massimo due cucchiai al giorno (e sempre dopo i due pasti principali), mai di mattina o prima di andare a dormire (dato che non ne ho bisogno)

[#5] dopo  
Dr. Mauro Di Camillo

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
ok allora continui così ..,
Dott M. Di Camillo
Specialista in Gastroenterologia ed endoscopia digestiva
dottorato di ricerca in fisiopatologia chirurgica e gastroenterologica

[#6] dopo  
Utente 348XXX

Sì, penso di continuare così. ho notato che, se mangio leggero, non ho bisogno di assumere antiacidi. sempre il mio gastroenterologo sostiene che io digerisca più lentamente del normale e, secondo me, non ha tutti i torti. tra omeprazolo e gaviscon, credo che il secondo abbia meno effetti collaterali a lungo termine, tra l'altro, anche se io, con l'omeprazolo, non ho mai avuto problemi di alcun tipo (nessun effetto secondario). qualcuno sostiene che potrebbe favorire la crescita di polipi allo stomaco, ma mi pare che ci siano notizie mediche contraddittorie, a tal proposito. grazie ancora e auguri di buone feste