Acidità di stomaco frequente

Sono un ragazzo di 21 anni e da qualche anno ho spesso episodi di acidità di stomaco e bruciore, ultimamente questi episodi si stanno intensificando. Difficilmente ho episodi di acidità dopo i pasti principali, solitamente mi vengono quando faccio piccoli spuntini (per esempio a metà mattina o a metà pomeriggio), e la notte. In particolare la notte, se mi viene sete, sono privo di bere un bicchiere d'acqua perchè poi mi viene quasi sempre un forte attacco di acidità. Ne ho parlato con il mio medico di base che mi ha dato qualche dritta alimentare e mi ha consigliato Gaviscon al bisogno. Noto che questi episodi non vengono con dei cibi in particolare. Il Gaviscon al bisogno devo dire che funziona, però spesso capita che dopo qualche ora mi torna l'acidità. Un giorno che avevo anche un dolorino allo stomaco ne ho parlato con un medico della guardia medica del mio paese, che mi ha consigliato di provare una capsula al giorno di Lansoprazolo 15 mg per 7 giorni. Il mio medico di base ha confermato di provare il Lansoprazolo, però mi ha detto molto chiaramente di cercare di non abituarmi a questi farmaci. Sta di fatto che l'ho provato ed ha funzionato, per una settimana niente acidità di stomaco o bruciori, ho smesso da 2 giorni e ancora l'acidità non è tornata, però ho paura che torni. Volevo chiedere: C'è un modo per risolvere questo problema in modo più prolungato nel tempo? Dovrei rivolgermi a un gastroenterologo o va bene quello che mi ha consigliato il medico di base? Grazie.
[#1]
Dr. Felice Cosentino Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo generale, Colonproctologo 71.2k 2.3k 74
Si tratta di una dispepsia similulcerosa, ossia di una cattiva digestione da incremento della secrezione acido-gastrica. È indicata la terapia con IPP (come il lansoprazolo) per 2-3 mesi. Poi si valuterà. Non ci sono trattamenti alternativi e di uguale efficacia.


Cordialmente

Dr Felice Cosentino Gastroenterologo Endoscopista - Milano (Clinica la Madonnina), Monza (Wellness Clinic Zucchi)

[#2]
dopo
Utente
Utente
Grazie per la sua risposta.
Volevo chiederle, ma c'è la probabilità che questa "dispepsia similulcerosa" sparisca con il tempo o devo tenermela per tutta la vita?
[#3]
Dr. Felice Cosentino Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo generale, Colonproctologo 71.2k 2.3k 74
Tranquillo. Non sarà a vita.
[#4]
dopo
Utente
Utente
Grazie ancora!