Utente
salve,
ho avuto da qualche mese dei problemi dovuti ad un amilasi che ad aprile era a 141 a luglio 140 e a novembre 171. lipasi normale.
I sintomi che avvertivo erano mal di pancia alla bocca dello stomaco lato destro e o sinistro dell'addome superiore, poi i soliti problemi intestinali dovuti a stitichezza che da un anno dopo un intervento in laparoscopia per endometriosi in un ovaio, mi hanno portato a prendere movicol al bisogno ( e senza è una tragedia) pancia gonfia dopo i pasti, difficoltà a digerire alcuni alimenti.
Ho fatto 5 ecografie da aprile a settembre: la prima segnava una lieve sabba biliare che si vedeva con il movimento degli annessi, l'ecografista non la considerava neanche fango biliare. vado da un gastroenterologo che mi visita e mi dice di rifare l'eco perchè risulta non attendibile perchè la mia colecisti che di solito è distesa lì era ripiegata. faccio altre 3 ecografie in strutture diverse e nessuno vede sabbia coleciti. quindi rifaccio analisi dalla stessa ecografista a settembre che mi dice di non vederla più. quindi esclusa la sabbia rifaccio analisi del sangue generale a novembre e ho sia amilasi a 171 e siccome ho fatto in quella occasione anche l'esame per le intolleranze e gli esami delle feci, risulto intollerante a diversi alimenti: li segnalo qui di seguito in ordine di gravità:

ROSSI (ALTA INTOLLERANZA)
- frumento (valore VERY HIGH)
- glutine (valore 29.761)
- latte di mucca (29.963)

ARANCIONI (INTOLLERANZA)
- pistacchio (14.454)
- bianco d'uovo (18.689)
- tuorlo d'uovo (12.983)
- latte di capra/pecora (20.870)
- miele (11.390)
- coniglio (12.743)
- agnello (11.730)
- tacchino (12.647)
- manzo (11.390)
-mandorla (16.603)

GIALLI (BASSA INTOLLERANZA)
-pollo
-maiale
-nocciola
-fico
-anguria
-castagna
-ananas
-melone
-merluzzo
- orzo (10.213)

gli altri alimenti sono tutti verdi.
Vi domando:
-se questa amilasi possa venire dall'intolleranza al glutine/frumento e o al lattosio.
-Se i farmaci che prendo possono alimentare i disturbi o le intolleranze (lucen 20 per un anno 40 per l'anno successivo, totale 2 anni di lucen; 10 anni di frontal gocce 15 al giorno, da settembre aumentate a 21, cerazette progestinico senza interruzioni per endometriosi, movicol al bisognp, vitamine complete.).
-Se è possibile che l'endometriosi abbia scatenato la comparsa di queste intolleranze
C'è da dire che i farmaci che prendo sembrano non fare effetto il lucen appena lo prendo mi provoca gastrite (?) il frontal l'ho dovuto aumentare perchè stavo cominciando ad avere ansia e continuo ad avere ansia, il movicol non mi fa più andare di corpo e devo prenderlo con una peretta aboca iniziale per sbloccare il tutto.
In attesa di parlare con il medico specialista come mi devo comportare? ho timore per il pancreas, se c'è correlazione con le intolleranze e l'amilasi alta rischio la comparsa di pancreatite?

che alimentazione posso fare al momento? non so con una amilasi a 171 cosa danneggia e cosa no... se deriva dall'alimentazione o no. Domani spero di avere le analisi delle feci per avere il quadro completo.
nel 2013 feci gli esami per la celiachia che riporto:

I valori sono tutti negativi tranne l'AGA IgG che è a 45.3 au/ml
riporto la tabella:
antic. anti transglutaminasi iga 3,0 au/ml
antic. '' '' igg 3,0 au/ml
Aga iga 4.4 au /ml
Aga igg 45,3 au/ml

Sono potenzialmente un soggetto celiaco? grazie, spero che questa richiesta non venga ignorata.

[#1]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
1) l'amilasi può originare dalle ghiandole salutari: faccia il dosaggio dell'isoenzima salutare.
2) il test per le intolleranze non ha alcun valore scientifico.
Credo che la cosa migliore sia quella di fare una buona visita gastroenterologica per inquadrare il suo caso.
L'endometriosi e l'intervento hanno responsabilità per alcuni sintomi ma non per l' amilasi.
Cordialmente.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#2] dopo  
Utente
Grazie dottore,
Pensa che l'amilasi possa essere riconducibile ad un dente del giudizio con pulpite che dovrei togliere da un anno e che non ho ancora potuto estrarre? o dai problemi intestinali che accuso? preciso che i valori di riferimento dell'amilasi che ho fatto (non specificata se totale o pancreatica) ha il valore massimo di riferimento a 100 e io ho 171... è da considerare totale o pancreatica? sul web vedo valori di riferimento diversi.
vorrei chiederle un'altra cosa. Il lucen preso a questa dose per questo tempo ( 1 anno a 20 e un anno a 40 al giorno quindi un totale di due anni) può provocare un'alterazione nella digestione dei cibi e quindi affaticare il lavoro del pancreas? inoltre io lo prendo con la dose da 40 prendendo 2 pillole da 20 una la mattina appena sveglia e l'altra dopo cena prima di coricarmi (verso le 23.30 ma mangio verso le 21.00). Mi lascia perplessa quella dopo cena è corretto prenderla dopo i pasti e non prima? Non rallenta la digestione togliendo succhi gastrici? perchè poi quando lo prendo da un pò di tempo sopratutto quello della sera mi fa venire gastrite o dolori alla bocca dello stomaco o mi lascia quelli che già ho. dopo tutto questo tempo quello che aveva da curare lo avrebbe aver curato, vorrei scenderlo a 20 ma ho paura che la sospensione mi generi un rimbalzo con forti dolori al petto visto che già li ho con 40.
non ho neanche mai avuto l'elicobatterio. Il lucen l'ho preso per i farmaci che prendevo (visanne) che mi ha irritato molto fino a non farmi più mangiare dai dolori e poi in seguito alla cura post operatoria con molti antibiotici e antinfiammatori. Ma ora appunto ho dolori alla bocca dello stomaco gastriti sensazione di punture di spillo sembpre all'addome superiore e dolore al petto e spalla destra o schiena e il lucen sembra sia inefficace. il malox plus che prendo ogni tanto non mi fa passare nessuna gastrite anzì certe volte la peggiora. Crede che a lungo andare l' ipp a queste dosi possa danneggiare anzichè curare nella mia situazione? E' come se i farmaci mi facessero effetto opposto... tra i medici specialisti e di base che in questo periodo ho frequentato per il discorso della sabbia ecc c'è chi mi dice che è una dose da cavallo 40 al giorno e di diminuirla, c'è chi mi dice che invece devo continuarla a prendere, altri di cambiare il farmaco, altri non ci fanno neanche caso come se fosse normale prendere un ipp da cui non riesco a liberarmi (tanto dovrò prenderlo sempre per la cerazette). Volevo sostituirlo con gli anti- h2 che credo siano meno invadenti ma il mio medico mi ha detto che è una cura vecchia e non me la vuole dare. quindi non so che fare.
Infine posso chiederle quali sintomi possono esser riconducibili all'endometriosi (sono stata operata un anno esatto fa) e poi a che si riferisce il valore l'AGA IgG che è alto con asterisco a 45.3 au/ml nelle analisi del 2013? che significa averlo così alto?
grazie mille ancora.

[#3]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Credo che il suo caso debba essere inquadrato da vicino con visita gastroenterologica diretta.
L'amilasi che lei ha fatto è la totale.
Assumere poi PPI per due anni (anche in modo fantasioso: dopo cena?) Senza una diagnosi......
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia