Utente
Fatto colonscopia di controllo a fine marzo trovata rcu in lieve attivitá. La mia gastroenterologa mi da, oltre al mesavancol che prendo da 6 anni ormai cioe da quando mi è stata diagnosticata la malattia, entocir.
Dopo un mese la colite è peggiorata tanto da avere parecchio sangue nelle feci. Da inizio maggio cambio terapia, flagyl (antibiotico) per una settimana, mesavancol, e medrol (partendo da 2 pastiglie al giorno per un totale di 32 mg) a scalare per un totale di circa 2 mesi che devo ancora completare. La rcu sta migliorando.
Da analisi del sangue ho valore del cortisolo a 1 microgrammo sia ore 8 che ore 16 (il minimo al mattino viene indicato a 6,7).

Prima domanda: il medrol mi viene fatto prendere mattina e sera, ho letto su internet che il cortisone viene consigliato di assumerlo una volta al giorno (la mattina) per evitare effetti collaterali e per essere piu efficace. È vero?

Seconda domanda: il cortisolo basso dovrebbe essere dovuto proprio al cortisone a detta di un endocrinologo che mi ha prescritto le analisi, ora da qualche settimana ho un dolore all'inguine che qualche volta si irradia ai testicoli associato a una frequenza molto alta a urinare, secondo il mio medico di base è una prostatite e sto per finire un ciclo con antibiotico ciproxin, ma il problema non è migliorato. Potrebbe essere che con il cortisolo cosi basso sia piu soggetto ad avere infiammazioni e che il mio corpo faccia fatica a combatterle visto che il cortisolo ha anche questa funzione antinfiammatoria e di recupero?

[#1]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
1) i corticosteroidi si assumono 2 volte: mattino ed ore 16 per rispettare il ritmo circadiano del cortisolo.

2) avrà pure il cortisolo basso ma 32 mg di metilprednisolone, secondo lei, a cosa servono se non a combattere l'infiammazione? ??
Lasci perdere quello che legge sul web....
Resto a sua disposizione! Cordiali saluti!
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#2] dopo  
Utente
https://www.pazienti.it/news-di-salute/cortisone-ecco-qual-e-l-orario-migliore-cui-assumerlo-12122017

Dr Bacosi grazie della risposta.

Questo è il link di cui parlavo, fanno riferimento a uno studio scientifico italiano, in conclusione dicono che il cortisone è meglio prenderlo una volta al giorno la mattina ed evitare assolutamente la sera o altri picchi di cortisone durante la giornata proprio per non sfalsare il ritmo circadiano del cortisolo.
Forse è piu una domanda da endocrinologo ma in quella sezione ci sono troppi consulti in coda.
Altri pazienti con la mia malattia con cui mi sono confrontato assumono cortisone solo al mattino.

[#3]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
In 25 anni non mi è mai capitato di vedere effetti collaterali legati all'orario......
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#4] dopo  
Utente
Volevo aggiornare la mia situazione, soffrivo di insonnia gia prima di cominciare terapia con medrol, ora lo sto scalando dai 32 mg iniziali passo a 16, ma non ho piu le forze per fare nulla, qualsiasi cosa è fonte di stress, mancanza di concentrazione, a volte mi capita di dimenticare che cosa sto facendo, sono passato da 60 kg a 55 kg nell'ultimo mese anche se mi sforzo di mangiare, ho tachicardia e dolori al torace, stanchezza, mancanza di forza e malessere generale, senso di testa pesante, tremori....il mio gastroenterologo minimizza, a chi mi dovrei rivolgere?

[#5]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Le consiglio un supporto psichiatrico per gestire ansia depressione.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#6] dopo  
Utente
Fermo restando che la settimana prossima ho gia programmato un incontro con psicologo, tutti questi sintomi non corrispondono ad un affaticamento surrenalinico?

[#7]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Direi proprio di no.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia