Utente 497XXX
Sono una donna di 43 anni, ho iniziato ad avere problemi di emissioni di feci più morbide alternati ad alcuni giorni di diarrea da gizigno 2018.
A maggio da una visita dall ‘otorino per un’imfiammazione alla laringe mi è stata sospettata un reflusso laringo faringeo(ha eseguito la fibroscopia) . Ho iniziato la terapia con il lansoprazolo interrotta al 17 giorno per diarrea ( il mio medico mi ha fatto interrompere perché poteva essere l’inibitore la causa) . Dopo alcuni giorni di feci morbide e non firmate la situazione sembrava essere tornata alla normalità, ma sia a luglio che ad agosto ho avuto qualche giorno con diarrea. Nel frattempo poiché la laringe era di nuovo infiammata da fibroscopia ( nel breve trattamento con il landoprazolo sembrava migliorata) mi viene prescritto il Lucen 40 al mattino e il faringel plus. Dopo 8 giorni di terapia di nuovo diarrea da questo sabato che perdura ancora oggi. Prima di giugno sono stata una persona molto regolare al bagno senza grandi problemi. Ho eseguito test glutine e celiachia negativo. Analisi del sangue regolari solo a maggio glicemia 126 , ero in sovrappeso 65 kg per 1.59 di altezza e in 4 mesi con dieta ipocalorica per diabete e esclusi cibo reflusso ho perso quasi 10kg . Credo che un dimagrimento medio di 2,5 al mese in regime ipocalorico sia normale ( prima non dimagrivo) e non sospetto di patologia). Glicemia è rientrata sotto 100 a digiuno . Esame delle feci per malsssorbimento (grassi, fibre, muco ecc) tutto negativo. Sangue occulto 3 campioni negativo. Parassitilogico e virus negativo. Helicobacter feci negativo . Mi chiedo se questi episodi ciclici di diarrea con alimentazione praticamente sempre simile da dieta richiedono colonscopia . Sento anche molta aria , gorgoglii e tensione addominale. Se dormo non sento bisogno di andare al bagno, appena sveglia invece sento lo stimolo. Sono una persona molto ansiosa e ipocondriaca ( in passato ho fatto anche terapia) e la laringite e il reflusso hanno purtroppo riesumato la mia ipocondria in maniera ossessiva. Mi chiedo se gli IPP usati per i tempi che ho indicato possono dare diarrea. Se può essere colon irritabile ( prima di sapere dei problemi alla laringe e il conseguente e continuo stato d’ansia non avevo problemi intestinali) , inoltre per completezza il fratello di mia madre soffre di retto colite ulcerosa . Nel mio caso la colonscopia è necessaria ? Grazie

[#1] dopo  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Direi intestino irritabile.
Faccia, comunque, una visita gastroenterologica per conferma.
Cordiali saluti!
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#2] dopo  
Utente 497XXX

Grazie per la risposta e mi scuso per gli errori di battitura. Ho appuntamento con il gastroenterologo per il reflusso ma gli esporrò anche questi problemi.
Alla diagnosi di colon irritabile ho letto che si arriva per esclusione di altre patologie per questo chiedevo della colonscopia. Il mio medico di base dice che le analisi delle feci non segnalano anomalie (anche lui mi dice che questo alternare lo vede più correlato a colon irritabile) ma è questa diarrea, senza variazioni nell’alImentazione,che si ripresenta a preoccuparmi. Ovviamente per me rimane la paura di qualche neoplasia a carico del colon.

[#3] dopo  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Faccia prima la visita.
Una colonscopia non si decide via web!
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#4] dopo  
Utente 497XXX

La aggiornerò sulla visita in settimana. Grazie

[#5] dopo  
Utente 497XXX

Sono stata dal gastroenterologo e ha lasciato aperte tutte le ipotesi proponendo di fare insieme gastroscopia e colonscopia in tempi molto brevi.La diarrea persiste da sabato e per quanto capisco che per una diagnosi si debbano fare accertamenti speravo di avere qualche rassicurazione in più dalla lettura analisi delle feci (chimico e fisico, parassitologico, coprocultura , sangue occulto su 3 campioni , tutto negativo) e quelle del sangue sostanzialmente buone con glicemia rientrata sotto i 100 e ves ricontrollata a luglio scesa a 15 e PRC sempre nei valori normali. Mi ha detto che il Lucen potrebbe dare diarrea ma questa persiste anche dopo 5 giorni di sospensione. Mangio fette biscottate , riso in bianco e petto di pollo ( alimentazione poi simile a quella mia solita dove avevo anche eliminato il glutine ma la diarrea si è ripresentata). Al posto del Lucen mi ha dato Laxoryl 40 mg gocce ( 6 gocce la sera) , Duspatal e Florvis IBS. Il persistere della diarrea mi preoccupa. Si presenta solo al mattino. Il colon irritabile può manifestarsi anche solo con diarrea? Il Lucen può aver alterato il mio intestino anche se per un periodo così breve ? Duspatal , laroxyl e fermenti li sto prendendo da 2 giorni ma non vedo miglioramenti .